Connect with us

News

Gattuso allenatore del Napoli :”Il primo responsabile sono io”

Published

on

Gattuso perde in casa della Lazio. Una sconfitta figlia di un errore del portiere Ospina. Queste le sue dichiarazioni in sala stampa :

Come mai i cambi così tardi?

 “Perché vedo che la squadra sta bene, tiene bene il campo e non cambio. La squadra fa le cose che chiedo, non è obbligatorio fare il cambio”.

Miglior gara della sua gestione? 

“Primi 45′ di possesso sterile, gli abbiamo fatto il solletico, potevamo fare meglio. Nella ripresa abbiamo lavorato bene sulle catene esterne, sviluppavamo meglio il gioco, poi c’è stato un errore e la responsabilità dell’errore è mia perché sono io che chiedo al portiere di uscire sempre dal basso e rischiare, ci alleniamo così e ci sta che il portiere possa sbagliare. Il portiere è fondamentale nel farti uscire dalla pressione della Lazio, Ospina oggi l’ha fatto 7-8 volte con le imbucate”.

Uscire sconfitti ma da padroni del campo, è una mazzata psicologica?

 “Abbiamo bisogno maledettamente di una serie di risultati, la squadra è viva, in 16 allenamenti abbiamo sviluppato questo gioco, di solito ne servono 45. Siamo sulla strada giusta, ma vallo a raccontare ai giocatori, io ho fatto il calciatore… la bravura mia e dello staffo è non far mollare di una virgola e dare continuità. Oggi è difficile dopo prestazioni così con Inter e Lazio fare 0 punti, ma dobbiamo crederci fortemente”.

Il Napoli s’è fatto il sesto gol da solo. Nel primo tempo squadra troppo bassa? 

“C’era poco spazio, non si può avere agonismo perché corri massimo 10 metri senza spazi, non ci venivano a prendere ma ci aspettavano e dovevamo essere più bravi a muoverci, non solo a cercare la profondità. In questo momento non siamo una squadra pensante, per tanti anni il Napoli è stato pensante. Gli errori arrivano anche perché pensi tante cose, ad accorciare, a lavorare sulle catene, i giocatori venivano da un calcio diverso. Due anni fa si pensava, si saliva, si stava nei 25 metri, ora dobbisamo tornare a pensare”.

Quanto vale la Coppa Italia? “E’ fondamentale vincere le partite, dobbiamo iniziare a vincere”.

Sugli obiettivi di classifica.

 “Io sono il primo responsabile quando i risultati non arrivano, non mi sto tirando fuori. Non riusciamo a vincere ma non possiamo pensare alla classifica, alla Champions, all’Europa League, ora dobbiamo pensare a migliorare, allenarla giorno dopo giorno per vedere miglioramenti. Nessuno pensava che non ci fossero problemi, se non c’erano io non starei qui. Abbiamo toccato il fondo, a tratti da 3 settimane si sono visti miglioramenti”.

Leggi anche:   Luis Alberto avrebbe chiesto la cessione

Occasioni create e non concretizzate, problemi al tiro o servono più uomini in attacco?

 “Eh, bella domanda… ora abbiamo bisogno di equilibrio, anche sull’1-0 ci siamo messi a due a centrocampo per avere una punta in più ed abbiamo preso delle imbucate. Quando siamo equilibrati riusciamo a soffrire, poi ci sta portare qualche uomo in più in attacco ma per ora la coperta è corta, per fare male di più ci fanno più male”.

Errori individuali, la squadra non annusa i pericoli? 

“La squadra ora è pensante, chiedo tanto ai miei giocatori, pensando a tante cose puoi sbagliare, non siamo bravi abbastanza a gestire tutte le informazioni ma dobbiamo continuare”.

Demme già pronto per giocare? 

“Credo di sì, ha fatto la pausa per lo stop della Bundesliga, fisicamente sta bene e credo che sia lui che chi arriverà dopo (Lobotka, ndr) ci darà una mano, anche in allenamento perché due elementi ci alzano il livello”.

Cosa dirà alla squadra dopo un ko con una prova così? 

“Niente, cosa vuoi dire, fai vedere cosa hanno fatto bene e i pochi errori, poi devi vincere perché le chiacchiere se le porta via il vento ed a noi servono fatti concreti”.

Sembra che il Napoli si stia ricostruendo da zero, era importante fare un ritiro estivo per lei?

 “Non è un’impressione, ma un dato di fatto. Ora sarebbe facile per me dirlo, lo penso davvero, quando lavoro dall’inizio… so cosa voglio, con chi lavora con me, è molto più facile quando fai 30-40 giorni in ritiro. Non serve solo per correre, ma anche per far capire le metodologie, il calcio che vuoi giocare. Vedendo la qualità della squadra sarebbe stato molto più facile”.

Lazio più matura? “Sì, oggi si può permettere due attaccanti e Milinkovic e Luis Alberto da mezzali, è cambiata poco e quindi ti crea problemi con 5-6 uomini in area”.

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Calciomercato Lazio

Calciomercato Lazio 2022: la situazione delle cessioni, acquisti, trattative

Published

on

calciomercato lazio 2022

Il calciomercato della Lazio 2022 non è mai partito così in fretta in tutta l’era Lotito.

Complice il malumore iniziale di Maurizio Sarri per il mercato passato, gli esuberi e l’indice di liquidità, il presidente si è mosso in anticipo rispetto le scorse stagioni.

Stagioni dove il 90% dei giocatori arrivavano alla conclusione del ritiro di Auronzo di Cadore o allo scadere della finestra di mercato.

In questa sessione di mercato non ci è mai capitato di scrivere così tanto ma da una parte siamo contenti di farlo. Vuol dire che qualcosa si sta smuovendo ma notiamo anche molti giocatori che hanno lasciato la Capitale senza che la Lazio potesse fare cassa.

Vediamo come si sta muovendo la società biancoceleste

Tabellino calciomercato Lazio 2022

Acquisti

Cancellieri ( Hellas Verona ), Casale, Marcos Antonio (Shakhtar ), Gila, Zaccagni ( riscatto dal prestito della scorsa stagione ), Alessio Romagnoli, Maximiano ( Granada )

Cessioni

Vavro ( Copenaghen, riscattato dal prestito ), Reina ( rescissione consensuale del contratto ), Correa ( riscattato dall’Inter nel prestito della scorsa stagione ), Bobby Adekanye ( Go Ahead Eagles ), Lucas Leiva ( svincolato al Gremio ), Luiz Felipe ( Svincolato al Real Betis ), Strakosha ( Svincolato), Jordan Lukaku ( Svincolato ), Jorge Silva ( Svincolato ), Cristiano Lombardi ( Svincolato ), Casasola ( Perugia ), Muriqi ( Maiorca )

Trattative in uscita

Muriqi ( Marsiglia, Bruges ), Acerbi ( Milan, Juventus, Napoli, altro ), Maistro, Luis Alberto ( offerte dalla Spagna ), Sofian Kiyine ( Hellas Verona ), Tiago Casasola (Perugia ), Floriani Mussolini ( Pescara ), Raul Moro ( Hellas Verona ), Escalante (Cadice), Hysaj ( Valencia )

Trattative in entrata

Mertens , Maximiano ( Granada ), Carnesecchi ( Atalanta), Vicario ( Empoli ), Ilic ( Hellas Verona ), Provedel ( Spezia ), Sirigu ( Svincolato ), Marcelo ( Svincolato ), Emerson Palmieri ( Chelsea ), Valeri (Cremonese), Terracciano (Fiorentina), Silvestri (Udinese).

Leggi anche:   Lotito alla presentazione: " Vogliamo che supportiate la nostra squadra...."
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

Kezman a Formello? Cresce l’ansia per Milinkovic Savic tra i tifosi

Published

on

milinkovic manchester united

Sembrerebbe che Kezman sia atteso nelle prossime ore a Formello. Il procuratore di Milinkovic Savic potrebbe arrivare nella sede biancoceleste con qualche offerta o per parlare dei suoi assistiti ( anche Kamenovic fa parte del suo team).

Ma tra i tifosi biancocelesti sta crescendo l’ansia di un possibile addio al Sergente. Ricordiamo che Claudio Lotito ha ultimamente dichiarato di non voler vendere il pupillo biancoceleste salvo clamorose offerte da parte delle Big. Sembrerebbero che queste voci, che ricordiamo sono solo voci al momento, parlano di una possibile visita per portare a Claudio Lotito un’offerta da parte del Manchester United. Il prezzo del cartellino per il presidente biancoceleste vale oltre gli 80 milioni di euro, una cifra abbastanza elevata anche per i reds che quest’anno disputeranno l’Europa League come la Lazio.

Saranno ore calde e di ansia nel mondo biancoceleste.

Leggi anche:   Marcelo, Palmieri e Valeri. La situazione dei terzini.
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

Calciomercato Lazio: Muriqi ufficiale al Mallorca

Published

on

muriqi mallorca

Vedat Muriqi è ufficialmente un giocatore del RCD Mallorca. Ad annunciarlo è la stessa Lazio tramite un comunicato ufficiale apparso sul sito societario.

La S.S. Lazio comunica di aver ceduto definitivamente il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Muriqi Vedat al club spagnolo RCD Mallorca.

Il Pirata dopo essere stato ad un passo dal Bruges torna nella squadra spagnola dove, in quest’ultima stagione ha conquistato il cuore dei tifosi spagnoli.

Leggi anche:   Mertens alla Lazio? La risposta entro fine settimana?
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design