Connect with us

Calciomercato Lazio

Floccari spicca il volo :” Voliamo alti, ma coi piedi per terra “

Published

on

FLOCCARI
Uno dei veterani di questa Lazio, Sergio Floccari ormai vive dei colori biancocelesti nonostante i rumors di mercato si concentrino sempre su di lui. Fra pochi minuti il bomber di Nicotera prenderà la parola in conferenza stampa da Auronzo di Cadore, segui la diretta su Lalaziosiamonoi.it.

Il gol contro la Juventus è stato il più importante? “E’ stato il più importante alla luce della finale di Coppa Italia, è stata una grande emozione. Ma il gol più importante è quello che deve ancora arrivare e me lo auguro, l’esultanza l’ho vissuta in maniera unica, è stata una gioia immensa che volevo condividere con tutto lo stadio”.

L’obiettivo è migliorarsi in questa stagione? “Si, sia a livello di continuità che di prestazioni. Quest’anno abbiamo una rosa ancor più di qualità, dobbiamo essere più bravi a gestire i momenti di difficoltà. Siamo felici di quello che abbiamo fatto lo scorso anno ma vogliamo continuare così e fare meglio”.

La Lazio cerca sempre il vice Klose… “Sono abituato ormai, io ho sempre creduto molto nella Lazio specialmente lo scorso anno quando la mia cessione sembrava vicina. Sento di far parte di questo progetto, so che contano su di me. Si parlerà sempre di me sul mercato, e mi fa anche piacere, ma io continuo a credere in questa squadra. Sono pronto al rinnovo, da parte mia c’è la massima disponibilità. Non ci sono stati incontri, perchè la società ora è concentrata su altre questioni, ma quando si chiuderà il mercato se ne parlerà”.

C’è grande entusiasmo tra i tifosi…Quella in Coppa Italia è stata una vittoria eterna, ma è anche un’arma a doppio taglio perchè non ci dobbiamo accontentare ma porci sempre nuovi obiettivi. Abbiamo gioito e tanto, ma da adesso in poi dobbiamo guardare avanti, a sfruttare questo momento ma senza perdere la determinazione. Ora pensiamo alla Supercoppa. C’è il rischio di accontentarsi ma ne parliamo tra noi e sappiamo che non si vive di ricordi. Ci dobbiamo calare nella realtà attuale, gli impegni saranno molti e ci concentremo su questo aspetto. Voliamo alti come le aquile ma sempre con i piedi per terra”.

C’è qualche concorrente che ti intriga, dove vedi la Lazio? Tante società si sono mosse bene sul mercato, anche la Juventus ha mantenuto la stessa ossatura dello scorso anno ma si è rinforzata come anche la Fiorentina. La Lazio ha lavorato molto bene sul mercato, ha comprato quei giocatori che servivano, una Lazio che continua a credere in un progetto. Rispetto lo scorso anno conosciamo già il mister, questo potrà essere un vantaggio. È sempre difficile parlare poi di piazzamenti, molto dipenderà dalla fame di vittorie che non deve mai mancare. Vogliamo continuare a stupire, partiamo con qualche punto in più rispetto lo scorso anno, possiamo dire la nostra e possiamo centrare la Champions”.

Come vedi Rozzi, Tounkara, Keita? “Sono giovani, Rozzi vede bene la porta ed è molto rapido. Tounkara ha grande progressione e dinamismo mentre Keita è un giocatore completo con una buona visione di gioco. Hanno buone qualità ma devono essere abbinate alla voglia di fare bene. Abbiamo anche Cataldi e Crecco che secondo me sono molto interessanti, la Lazio in prospettiva può ben sperare”.

La tua scelta di restare alla Lazio è definitiva? Sento la fiducia da parte della società e del mister, per questo credo nella Lazio e in questa scelta. È una decisione definitiva fintanto che ci sarà questa fiducia, poi contano molto le prestazioni sul campo e credo di aver sempre dato il mio contributo”.

Il tridente in attacco è un’ipotesi che ti affascina? Lo abbiamo provato lo scorso anno ed è andata bene, io ho giocato in molti modi e il mister anche quest’anno ha molta scelta. Questo è un punto di forza di questa Lazio, la rende duttile. Stiamo provando diverse soluzioni, Petkovic adotterà il sistema più congeniale alla squadra a prescindere dai moduli. Abbiamo i giocatori adatti per giocare con il tridente, ma il mercato è stato importante per avere diverse scelte”.

E’ una Lazio da Europa League? “Il momento di calo lo abbiamo avuto in campionato così come le altre, il nostro è conciso con i molti infortuni. La Lazio non è solo una squadra da Europa League, possiamo fare bene e molto anche in campionato anche se dobbiamo migliorare. Speriamo che giri un po’ meglio”.

Hai rifiutato delle squadre? “Si sono arrivate delle offerte alla società ma c’è stata la mia volontà di rimanere alla Lazio e quella della società di non cedermi. Voglio sentirmi protagonista, la Lazio ha fiducia in me, le cose si fanno in due. C’è stata la volontà di continuare insieme”.

Leggi anche:   Luca Pellegrini alla Lazio: si attende il comunicato ufficiale
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement