Felipe Caicedo ed il dubbio del DPCM: ” Perchè allenarsi nei parchi e non al centro sportivo”

Felipe Caicedo è intervenuto ai microfoni ufficiali della Radio biancoceleste in attesa del via libera agli allenamenti:

L’attesa del via libera

“Stiamo aspettando il via libera per poterci allenare tranquillamente. C’è tanta voglia tra noi di tornare al lavoro, siamo uno sport importante per la società. Speriamo che il Governo riveda il Decreto per darci una mano: siamo un motore importante per la gente, anche per coloro che finora hanno lottato in prima linea.

Allenamenti in casa e l’incomprensione degli allenamenti in un centro sanificato vietati

Mi sto allenando bene in questo periodo, ho un piccolo parco vicino casa mia e lì posso lavorare. Provo a fare il massimo, ma non è come allenarsi sul campo del proprio centro sportivo. Noi svolgiamo comunque il nostro lavoro, ma non è lo stesso. È difficile comprendere perché all’interno di un centro sportivo messo in sicurezza non ci si possa allenare e come, invece, ci si potrà allenare nei parchi, è una cosa dura da comprendere. Come calciatori dobbiamo continuare ad allenare per farci trovare pronti.

Leggi anche:   Atalanta-Brescia pirotecnico 6-2 e secondo posto momentaneo

Voglia di lottare

Parliamo molto tra noi all’interno dello spogliatoio, c’è molta voglia di ricominciare visto il percorso che stavamo conducendo. C’è ancora tanta fame per poter continuare a vincere, anche se siamo consapevoli di quello che sta accadendo intorno a noi. Vogliamo continuare a lottare fino alla fine, il gruppo sarebbe pronto a ricominciare. Credo di essere un uomo spogliatoio umile che prova sempre a perseguire il bene della squadra prima del beneficio personale. Ringrazio i tifosi perché mi hanno sempre dimostrato il loro amore, lo staff ed i miei compagni che ogni giorno mi contattano sui social network. Questa vicinanza ci dà la forza per andare avanti.

La stagione attuale

In questa stagione mi sto trovando benissimo, a prescindere dall’impiego. Voglio continuare su questa strada allenandomi bene e sfruttando al massimo gli spazi che mi concederà il mister. Mi alleno per dare il mio contributo alla squadra, è importante farsi sempre trovare pronti. Il gruppo è forte e siamo una squadra nella quale ogni elemento conosce il suo compagno e, in questo modo, tutti riescono ad esprimersi al massimo. Mister Inzaghi mi ha sempre trasmesso la sua fiducia, ci sentiamo ogni tanto ed è stato lui il primo a credere in me. Voglio ringraziare il mio tecnico ed il suo staff, dobbiamo continuare a vincere insieme. La fiducia di Inzaghi l’ho sempre sentita e con lui ho un grande rapporto, è il migliore allenatore in Italia e continuerà ad esserlo per tanti anni.

Leggi anche:   Inzaghi :" Dobbiamo uscire da questo momento"

Cagliari – Lazio

Il gol a Cagliari? Mi riporta ad uno dei giorni più belli della mia carriera, è stata un’azione molto importante ed una vittoria fondamentale per la Lazio. Quando rivedo quel gol mi tornano in mente molti pensieri. Lavoro per giocare partite come quella di Cagliari e, di conseguenza, mi aspetto di disputare altre prestazioni simili. Voglio essere sempre concentrato e provo sempre a dare il massimo rispettando quello che mi chiede il mister. Questo fa la differenza, ovvero sapere sempre cosa serve alla squadra. Con gli anni ho acquisito esperienza e, di conseguenza, è tutto più facile. La Lazio è una squadra tecnicamente fortissima, ogni membro della rosa riesce a sorprendermi. Ci compattiamo molto bene, riusciamo sempre a remare verso lo stesso obiettivo. Stiamo lottando per vincere qualcosa di importante, al di là della qualità, se lavoriamo tutti insieme possiamo trionfare in qualsiasi competizione.

Leggi anche:   De Martino sul momento della Lazio: "I primi dispiaciuti sono all'interno del Centro sportivo"

La rosa

La squadra si conosce a memoria, abbiamo anche tante varianti ed è merito del mister e del suo staff. Loro lavorano ogni giorno per sfruttare al massimo la nostra qualità e noi, come professionisti, dobbiamo adattarci ai loro dettami. Possiamo utilizzare tante varianti da utilizzare in campo. Difensivamente stiamo svolgendo una stagione incredibile, ma in generale tutta la squadra si sta esprimendo in maniera impeccabile. Tutti gli attaccanti della Serie A aiutano in fase difensiva e questa caratteristica è importante per non subire reti. Questo è stato anche il salto di qualità rispetto allo scorso anno, noi attaccanti dobbiamo dare l’esempio a chi ci sta dietro”.