Felipe Anderson ricorda la Lazio: “In Italia ho imparato tanto

Al sito ufficiale del West Ham United l’ex Lazio Felipe Anderson ha rilasciato una lunga intervista in cui ha ricordato anche i suoi trascorsi in Italia.

Felipe Anderson, per tutti Felipetto, è arrivato alla Lazio poco più che ragazzino e se ne è andato da uomo. È maturato all’ombra del Colosseo per 5 stagioni, sia umanamente, sia professionalmente. E ha lasciato un buon ricordo di sé nella mente dei tifosi. Di questo e molto altro ha parlato in una lunga intervista al sito ufficiale del West Ham United.

In particolare, dei suoi anni a Roma con l’aquila sul petto ha detto che sono stati fondamentali per la sua crescita:

“In Italia ho imparato molto sotto l’aspetto tattico e questo mi ha aiutato. È tosto l’impatto con Inghilterra, perché nelle squadre c’è tanta qualità e ottimi giocatori, ma proprio quello che ho imparato in 5 anni in Italia mi ha aiutato tantissimo arrivando in un un nuovo paese. Penso che se fossi arrivato direttamente qui dal Brasile, avrei avuto molta più difficoltà e ci sarebbe voluto un sacco di tempo per adattarmi. Il ritmo qui è veramente intenso. In Brasile invece è decisamente lento. E in Italia c’è la giusta via di mezzo, è stato ottimo per me passare prima da lì e poi venire qui”.

Dal 2013 al 2018, ricorda l’intervistatore, con la Lazio ha giocato 3 finali, vincendo la Supercoppa nel 2017. Grazie ai biancocelesti ha conquistato la maglia del Brasile che ha vinto le l’oro nel calcio alle Olimpiadi del 2016. Avrebbe potuto lasciare Roma un anno prima. Su di lui c’era l’interesse di Chelsea e Manchester United. Ma era rimasto in parola con la dirigenza e fu leale con i biancocelesti contribuendo anche a portare la squadra ai quarti di finale di Europa League, prima di salutare definitivamente.

READ  Il Lecce non ci sta e pubblica un comunicato ufficiale: " Subito un grave torto arbitrale"