Connect with us

ExtraLazio

Extra Lazio. Lite Sarri-Mancini, i tifosi italiani si dividono in due

Published

on

Non sono passate neanche 24 ore dalla lite tra Sarri e Mancini avvenuta ieri sera nel finale di Inter – Napoli, partita vinta dai neroazzurri facendoli accedere alle semifinali di Coppa Italia.

Gli animi dei due allenatori erano ben visibili in televisione ma lo stesso Roberto Mancini ha spiegato l’accaduto

Il Mancio ha dichiarato che il tecnico napoletano lo ha insultato con parole omofobe dandogli del ” Frocio”. Parole non gradite dal tecnico ex Laziale che prontamente lo ha denunciato verbalmente alle televisioni.

Ma si sa che nelle partite di pallone può volare qualche parola di troppo e così l’Italia  si divide in due: c’è chi accusa Roberto di essere una “spia” e chi da contro al tecnico partenopoeo.

“Insulti omofobi? Non ricordo cosa gli ho detto, eravamo sotto stress. Spero che a mente fredda accetti le mie scuse. Mi ero innervosito per la decisione su Mertens, ho visto che lui si lamentava del recupero, sono cose da campo che dovrebbero finire in campo. I vecchi mi hanno sempre detto che quello che succede in campo finisce lì, poi ci si stringe la mano e finisce tutto. Ho chiesto scusa a Mancini negli spogliatoi, lui non le ha accettate perché era contrariato, domani penso le accetterà. E mi aspetto anche io delle scuse perché, da uomini di sport, se una persona ti chiede scusa sarebbe giusto accettare”. Sarri cerca di spegnere l’incendio.  “Cosa che gli ho detto? Non lo ricordo – continua Sarri a Rai Sport – ero inferocito e può darsi che lo abbia offeso. Insulti omofobi? Mi sembra esagerato, erano insulti di rabbia e senza secondi fini. Gli posso aver detto democristiano, gli posso avere detto qualsiasi cosa, ma non mi ricordo. Non ce l’ho con Mancini, mi è scappata una parola e ho perso lucidità dopo l’espulsione di Mertens perché per me non era simulazione. Certe litigate però non dovrebbero uscire dal campo e non è normale questo. Scuse agli omosessuali? Mi è sfuggito questo termine, ma da parte mia non c’è discriminazione di nessun tipo”.

Ma non è nuovo a queste dichiarazioni e spunta un precedente ai tempi della serie B che in una conferenza stampa dichiarò:“Il calcio è diventato uno sport per froci – disse – abbiamo subìto il doppio dei falli, ma abbiamo avuto più gialli noi. E’ uno sport di contatto e in Italia si fischia molto di più che in Inghilterra con interpretazione da omosessuali”.

Dure le parole del Mancio che a i microfoni del post gara ha dichiarato:”Maurizio Sarri è un razzista, uomini come lui non possono stare nel calcio. È una vergogna, uno che ha 60 anni non può comportarsi così. Mi ha dato del “fr…”, del “finocchio”, io sono orgoglioso di esserlo se lui è un uomo. In Inghilterra non metterebbe più piede in campo. Io mi ero alzato solo per chiedere al quarto uomo quanto era il recupero e lui ha cominciato a insultarmi. Sono andato a cercarlo, lui ha provato a chiedermi scusa, ma gli ho detto che si deve vergognare. Non parlo della partita”.

Leggi anche:   L'Avvocato Grassani: " La Juventus rischia la retrocessione "
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement

ExtraLazio

Parlamento UE condanna la FIFA con una nota

Published

on

Il parlamento europeo, tramite una nota rilasciata nelle ultime ore, ha voluto condannare la FIFA e l’organizzazione del mondiale in Qatar. Sono più di 6000 i migranti morti durante i preparativi della ventiduesima edizione della coppa del mondo. I deputati hanno descritto la corruzione all’interno della FIFA come “dilagante, sistemica e profondamente radicata

il Qatar ha vinto la procedura di gara della Coppa del mondo Fifa in un contesto di accuse credibili di corruzione e concussione, e deplorano la morte e gli infortuni di migliaia di lavoratori migranti, principalmente nel settore delle costruzioni, che hanno aiutato il paese a prepararsi per il torneo.

Descrivendo la corruzione all’interno della FIFA come “dilagante, sistemica e profondamente radicata”, i deputati “deplorano la mancanza di trasparenza e la chiara mancanza di una valutazione responsabile dei rischi che ha caratterizzato la scelta del Qatar come paese ospitante della Coppa del mondo nel 2010, sottolineando come la Fifa abbia seriamente danneggiato l’immagine e l’integrità del calcio mondiale”.

Il Parlamento esorta i Paesi Ue, in particolare quelli con grandi leghe nazionali di calcio, come la Germania, la Francia, l’Italia e la Spagna, a esercitare pressioni sulla Uefa e sulla Fifa affinché quest’ultima si impegni a realizzare riforme fondamentali. Tra queste, l’introduzione di procedure democratiche e trasparenti per l’assegnazione dei mondiali di calcio e la rigorosa applicazione dei diritti umani e dei criteri di sostenibilità per i paesi ospitanti”.

Clicca qui per la nota integrale.

Leggi anche:   Infermeria Lazio: Sarri ha un solo assente oltre a Milinkovic e Vecino
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

ExtraLazio

Zaniolo insultato da alcuni tifosi romanisti: ” A’nfame…”

Published

on

Nicolò Zaniolo è sempre più lontano da Trigoria. Le voci arrivate nella nostra redazione qualche settimana fa, si fanno sempre più forti con l’attaccante giallorosso ai titoli di coda con il club e la Juventus in pressing per il suo cartellino.

L’attaccante quest’oggi è arrivato al centro sportivo eludendo tutti i tifosi che volevano un autografo senza fermarsi. All’uscita però, qualche autografo l’ha fatto ma in un silenzio tombale. Un gruppo di tifosi prima hanno cercato di convincerlo di non firmare con il club di Agnelli, poi alla ripartenza dell’auto, in un totale silenzio e faccia arrabbiata, qualcuno l’ha insultato con “a’nfame”

https://twitter.com/i/status/1544281206312898560

Leggi anche:   Maneskin vs Lazio: la società risponde a Damiano dopo lo sfottò della fan con la maglia della Lazio
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

ExtraLazio

Il Lato B della figlia di Totti su Gente in prima pagina. Noi stiamo dalla parte dei genitori!

Published

on

Il Lato B di una tredicenne in prima pagina con allusioni alla madre da parte di una rivista è squallido ed i colori non c’entrano nulla. Quest’oggi non vogliamo parlare di calcio e mettiamo da parte gli sfottò dal momento che dei minori vengono usati per scopi di lucro rischiando anche di alimentare l’interesse della pedofilia e del darkweb.

Non pochi giorni fa, la figlia di Totti è stata paparazzata con il padre al mare. Sappiamo che questi tizi poi vendono le foto a centinaia di euro per lucrarci sopra e a seconda dello scatto più scandaloso il prezzo sale. Ma dal momento che c’è di mezzo una creatura di 13 anni, lo squallore non ha mai fine ed a cadere in quest’ultimo è il settimanale Gente.

Una prima pagina con il titolo ” La Gemella di Ilary Blasi” con il volto oscurato ed il lato b in vista. E non vogliamo credere che ci sia stata la censura alla faccia per motivi classici per chi ha la minore età visto che hanno lasciato libero il resto.

Un’ allusione eclatante al limite della denuncia per un settimanale che vende milioni di copie in tutt’Italia.

La stessa Ilary Blasi ha espresso il suo disgusto sulle sue stories di Instagram postando lo scatto e mettendo una faccina che vomita per coprire il lato b della figlia.

Si sono smossi molti utenti nella rete e anche molte associazioni contro il direttore della testata giornalistica.

Il 2020 forse ha fatto perdere il senno a qualcuno che pur di guadagnarci con il Gossip, una categoria che sinceramente non ha senso almeno per chi sta scrivendo queste righe, alimenta gli occhi della pedofilia.

Un disgusto totale ancora una volta per quel giornalismo che vuole a tutti i costi vendere copie e guadagnarci sopra, ok le fake news di mercato, ok a cavalcare l’onda della notizia che fa parlare di se… ma questa volta si è superato ogni limite!

Noi siamo dalla parte dei genitori!

Il giornale Gente….. gente di merda…..

Leggi anche:   Primavera 2 | La Primavera vola in classifica con un poker alla Ternana
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor


Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza