fbpx

Losanna, caso Zarate: vince la Lazio, 5 milioni di risarcimento

Il tribunale di Losanna che fa capo alla FIFA ha emesso la sentenza, Mauro Zarate dovrà risarcire per una somma complessiva di 5 milioni e 265 mila euro più gli interessi del 5% alla Lazio a partire dal 30 settembre 2013. Il calciatore argentino (con passaporto cileno) è stato condannato per aver rescisso il suo contratto con la società capitolina in base ai fatti che hanno avuto inizio a dicembre 2012 quando non accettò la convocazione per Lazio-Inter.

Soddisfatto il legale della società biancoceleste Gianmichele Gentile: “La decisione del tribunale di Losanna legittima il comportamento della società di fronte ai capricci del calciatore argentino”. La lunga querelle chiude i battenti, e sono chiuse al 100% ogni tipo di relazioni tra la Lazio e l’attaccante, arrivato a Roma come un oggetto misterioso, pagato tanto e ripagato con la sua prima stagione strepitosa, e crollato tra le sue manie di grandezza e trasferimenti in club più modesti come il Velez e il West Ham.