Bomba alla sede degli Irriducibili. Diabolik stempera gli animi

Sono passati pochi giorni dall’esplosione di un ordigno artigianale davanti la sede degli Irriducibili. Le forze dell’ordine stanno ancora cercando una pista sul movente e di chi possa essere stato. La Procura aveva aperto un fascicolo dove si poteva ipotizzare un atto terroristico o di un atto intimidatorio. La pista seguita ora sembrerebbe essere quella tra rivalità tra squadre o di politica.

A pochi giorni però dalla finale di Coppa Italia, gli animi si vogliono raffreddare senza creare ulteriori pressioni nell’ambiente biancoceleste e ci pensa proprio Diabolik a farlo ai microfoni biancocelesti:

“Bisogna stemperare gli animi e non gettare benzina sul fuoco. Mi auguro che si tratti solo di una ‘bravata’ – se poi giunga da destra, sinistra dal cielo o dalla terra, non saprei – e che non venga arrestato nessuno. Soprattutto spero non si alzi la tensione prima della finale di Coppa Italia tra Lazio e Atalanta. A certe azioni – conclude – rispondiamo con un sit-in davanti alla nostra sede, dove domani offriremo a tutti quelli che verranno delle ‘bombe alla crema’ per davvero”. L’appuntamento è fissato per sabato alle ore 15.