Bologna-Lazio: statistiche e probabili formazioni

Torna il campionato di Serie A e oggi la nostra Lazio affronterà il Bologna in trasferta per la 20° giornata.la prima di ritorno. Gli uomini di Pioli, infatti, saranno ospiti della squadra di Donadoni oggi domenica 17 gennaio alle ore 15.00. I biancocelesti arrivano dalla splendida vittoria in casa della Fiorentina e sembrano aver ritrovato, nelle ultime giornate, smalto e voglia di vincere, visto che la Lazio non perde da quattro partite consecutive in campionato.I rossoblù, invece, arrivano dalla sconfitta subita per mano del Chievo nella scorsa giornata. Il Bologna in questa stagione sta alternando risultati positivi a risultati meno esaltanti, ma nonostante ciò si trova comunque a soli cinque punti dai capitolini. Una sfida sicuramente molto sentita per due grandi ex dell’incontro: uno è Stefano Pioli, che ha allenato i felsinei per più di due stagioni e con il Bologna ha iniziato la propria carriera da allenatore; l’altro è Sergio Floccari, da poco arrivato alla corte di Donandoni, che con la Lazio ha giocato per quattro anni. Biancocelesti che dovranno fare a meno dei propri tifosi, a causa del divieto imposto dal prefetto, mentre i supporters dei rossoblù saranno numerosissimi e si preannuncia uno stadio quasi pieno.

QUI BOLOGNA: il calciomercato di gennaio ha portato al Dall’Ara due nuovi acquisti di livello come Zuniga e Floccari, ma Donandoni sembra intenzionato a non far esordire dall’inizio i nuovi innesti. Rientrano Mounier e Diawara che occuperanno il loro consueto ruolo nella formazione iniziale, mentre non saranno disponibili per la gara Rizzo, Brienza e Maietta. Il tecnico bergamasco opterà, quindi, per un 4-3-3 con Mirante in porta, Rossettini e Masina sugli esterni, mentre Oikonomu e Gastaldello saranno al centro della difesa. A centrocampo spazio al solito trio Taider, Diawara e Brighi. In attacco, invece, ci saranno Mounier e Giaccherini come ali, a supporto della unica vera punta di ruolo, l’ex Roma Destro.

QUI LAZIO: Pioli dovrà fare i conti con diverse assenze in questa partita, restano, infatti, ancora fermi ai box pedine importanti come Marchetti, Basta e Gentiletti, oltre a Kishna e De Vrij. La buona notizia arriva dal reintro di Lulic, che però non partirà titolare. Quindi il tecnico parmense dovrà fare delle scelte obbligate: come Berisha in porta e Konko sulla destra. Al centro della difesa ci saranno Mauricio e Hoedt, con l’olandese che sembra il favorito rispetto al nuovo acquisto Bisevac. A sinistra, invece, agirà il solito Radu. A Centrocampo vedremo Milinkovic, Biglia e Parolo. Mentre il trio d’attacco sembra ormai deciso, con Candreva e Keita nel ruolo di ali e il serbo Djordjevic come unica punta.

PRECEDENTI E STATISTICHE: La Lazio risulta imbattuta nelle ultime cinque sfide di campionato contro il Bologna, con tre partite vinte e due pareggiate. In queste ultime cinque sfide, il Bologna è riuscito a segnare un solo gol contro la Lazio, proprio nella gara di andata all’Olimpico. L’incontro d’andata è stato, però, vinto dai biancocelesti per 2-1, grazie alle reti di Kishna e Biglia, inutile invece la rete di Mancosu per i rossoblù.

Mentre le due squadre si sono affrontate ben 61 volte in Emilia, con i padroni di casa che hanno vinto in 33 occasioni. Per 16 volte, invece, le due squadre si sono equamente divise la posta in palio, mentre nelle restanti 12 occasioni la Lazio è riuscita ad espugnare il Renato Dall’Ara. Negli ultimi due scontri diretti giocati a Bologna, invece, le due formazioni hanno ottenuto un pareggio a reti inviolate. L’ultima vittoria dei capitolini risale alla stagione 2011/2012, quando la Lazio vinse a Bologna con il risultato di 2-0, grazie all’autorete di Acquafresca e al gol di Lulic. Per risalire all’ultima vittoria dei bolognesi, invece, bisogna tornare indietro al 2010/2011 quando, dopo la rete iniziale di Floccari, Ramirez e Di Vaio (doppietta) ribaltarono la gara fissando il punteggio sul definitivo 3-1. I felsinei, quindi, non riescono a segnare contro i biancocelesti in casa da 270 minuti, proprio dal 2011.

Complessivamente, invece, Lazio e Bologna si sono affrontate per 122 volte. Il bilancio complessivo è più che equilibrato con 46 vittorie dei biancocelesti e 44 dei felsinei, mentre son 32 i pareggi. All’Olimpico, infatti, il Bologna su 61 occasioni è riuscito ad imporsi appena 11 volte, strappando un punto in solo 16 occasioni e lasciando l’intera posta in palio agli avversari per ben 34 volte.

Il Bologna contro la Lazio ha registrato due delle sue quattro peggiori sconfitte in Serie A: nel novembre 1948, infatti, i biancocelesti si imposero per 8-2, mentre nel maggio 2013 vinsero per 6-0 con cinque reti di Klose (peggior risultato del Bologna in campionato negli ultimi 24 anni).

Prima della sconfitta per 0-1 contro il Chievo, il Bologna aveva segnato sempre almeno due gol nelle precedenti quattro gare interne (10 reti nel parziale).

Sono otto i punti fatti dai capitolini nelle ultime quattro partite di campionato, invece nelle precedenti sei ne avevano raccolto solamente uno.

Nessuna squadra ha segnato più della Lazio: sono infatti nove i goal messi a segno dai biancocelesti nel quarto d’ora finale di partita in questa Serie A. Mentre il Bologna rimane l’unica squadra a non aver ancora subito reti nel quarto d’ora iniziale di partita in questo campionato.

Contro la Fiorentina il brasiliano Felipe Anderson è tornato al gol dopo nove gare di fila in campionato senza reti.

Nel girone d’andata Adam Masina è stato il giocatore più utilizzato tra le fila del Bologna: 18 presenze su 19 (una saltata per squalifica) e 1620 minuti giocati.

PROBABILI FORMAZIONI: 

BOLOGNA (4-3-3) – Mirante; Rossettini, Oikonomou, Gastaldello, Masina; Taider, Diawara, Brighi; Mounier, Destro, Giaccherini. All. Donadoni. A disp: Da Costa, Stojanovic, Krafth, Zuniga, Mbaye, Ferrari, Zuculini, Donsah, Pulgar, Falco, Acquafresca, Floccari.

Indisponibili: Rizzo, Crisetig, Brienza, Morleo, Maietta.
Squalificati: nessuno
Diffidati: Gastaldello

LAZIO (4-3-3) – Berisha; Konko, Mauricio, Hoedt, Radu; Milinković-Savić, Biglia, Parolo; Candreva, Djordjevic, Keita. All. Pioli. A disp. Guerrieri, Matosevic, Bisevac, Braafheid, Patric, Cataldi, Felipe Anderson, Lulic, Mauri, Onazi, Klose, Matri.

Indisponibili: de Vrij, Kishna, Gentiletti, Marchetti, Basta, Morrison
Squalificati: nessuno
Diffidati: Lulic, Milinkovic-Savic

ARBITRO: Di Bello (sez. Brindisi)
ASSISTENTI:  Vivenzi e Valeriani
IV UOMO: Di Vuolo
ADDIZIONALI: Mazzoleni e Pairetto