Connect with us

News

Boccata d’ossigeno

Published

on

rinascita
Quarantanove giorni dopo, Miro Klose ritorna a segnare. Quarantanove giorni dopo, la Lazio riconquista i tre punti in campionato. L’ultima vittoria, il 27 ottobre contro il Cagliari. Guarda un po’, l’ultima volta in cui il tedesco era andato a rete. Basta la formula Klose e una squadra volenterosa per liquidare il mediocre Livorno. I fantasmi della zona retrocessione sono ricacciati un po’ più in là, a Verona sarà ancora Vlado Petkovic a sedersi sulla panchina biancoceleste.

FORMAZIONI – Mischia le carte il tecnico laziale, con una certezza: Miro Klose torna da titolare. Il tedesco si riprende l’attacco, l’ultima volta dal primo minuto fu a Parma. Ai suoi lati Candreva e Lulic, con Ederson a fare la spola tra trequarti e linea di centrocampo. La cabina di regia di nuovo nei piedi di Biglia, qualche metro più avanti c’è Hernanes. Ne viene fuori il solito mix mobile e sempre variabile tra 4-1-4-1, 4-2-3-1 e 4-3-3. In difesa, Vlado pesca la coppia Cana-Dias: su Biava la cautela ha la meglio, il numero 20 inizia dalla panchina. Il Livorno risponde con un roccioso 5-3-1-1: Biagianti-Luci-Duncan la diga di centrocampo, Siligardi la mina vagante a supporto di Paulinho.

PRIMO TEMPO – I biancocelesti si calano presto nel ruolo di padroni di casa, la manovra è continua ma spesso poco fluida. Al 9′ un buon cross teso di Lulic non trova la spizzata né di Klose né di Candreva. Due minuti più tardi ancora il bosniaco scodella in area per Miro, il panzer stacca di testa ma non centra la porta. Da una fascia all’altra, al 13′ Konko calibra male un cross che si trasforma in un tiro insidioso: Bardi si limita a osservare il pallone che scorre a fianco del palo. Al 17′ la Lazio va vicinissima al vantaggio. Candreva s’invola verso l’out destro e scarica un assist rasoterra che coglie di sorpresa la difesa amaranto: Klose ci getta in scivolata, centra il pallone e anche il palo. Hernanes conclude poi sballato sulla ribattuta. Ma sono le prove generali per il gol, che arriva al 18′. Il filtrante di Candreva è chirurgico, Klose stoppa e galoppa verso Bardi: il primo tentativo trova la deviazione del portiere toscano, ma sul tap-in il re dei bomber germanici non perdona. E’ la rete dell’1-0, Miroslav ritorna a segnare dopo 49 giorni: l’ultimo sigillo risaliva alla vittoria contro il Cagliari del 27 ottobre. Il 7 ottobre, ma del 2012, è invece la data della sua ultima doppietta in campionato. La ritrova al 26′, quando un tiro male calibrato di Hernanes si tramuta in un assist per il numero 11: scatto e tocco fulmineo, Bardi è infilzato. L’ultimo bis – come ricordato – in Pescara-Lazio della scorsa stagione (nel mezzo, gli storici cinque gol cinque realizzati contro il Bologna). Per il centravanti tedesco è la quarta marcatura nell’attuale torneo, la nona annuale. Alla mezz’ora doccia fredda per Hernanes: il Profeta si fionda in area e perde l’equilibrio, per Peruzzo è simulazione e cartellino giallo. Diffidato, il brasiliano saluta il 2013: salterà l’ultima dell’anno a Verona. La prima frazione scorre agile verso l’intervallo, piccolo brivido al 43′: Biglia ritarda il rilancio dal limite della propria area e colpisce Paulinho, con Marchetti a bloccare senza troppe preoccupazioni il rimpallo.

Leggi anche:   Musiche Biancocelesti: l'inno della Lazio "Vola Lazio Vola"

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia con Beppe Biava in campo: applausi per lui, gli lascia spazio Lorik Cana. Si rivede così la coppia titolare degli ultimi anni, l’unica e ultima volta di Biava e Dias insieme in campo era stata la finale di Supercoppa Italiana. Da parte sua, Davide Nicola manda in campo l’ex romanista Greco. La Lazio riparte forte, al 49′ Klose è servito basso da Radu ma non trova la mira. I biancocelesti continuano a giostrare il pallone, tanti affondi sulla fascia ma poco pungenti. Al 65′ il secondo cambio: Petkovic passa al 4-4-2, fuori Ederson e dentro il Coco Perea. Un minuto più tardi Radu sdraia il neo entrato Emeghara, si becca il giallo. Al 71′ – minuto caro ai laziali – è proprio Perea a tentare la girata volante su cross di Candreva, ma conclude alto. Tre minuti più tardi, Biava sfiora il gol di testa. Il finale di gara fluisce lentamente, con Ciani che rimpiazza l’acciaccato Dias e Candreva che conclude addosso a Bardi un assist al bacio di Perea. Tre minuti di recupero e Peruzzo fischia la fine: la Lazio torna alla vittoria, passa di nuovo alla parte sinistra della classifica. A trainarla il suo uomo più forte.

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Calciomercato Lazio

Sarri chiama, Mertens risponde?

Published

on

mertens lazio

È da prima che il mercato avesse inizio che si parla costantemente di Dries Mertens alla Lazio. Maurizio Sarri sembrerebbe aver già avuto contatti con lui, sin da prima del ritiro della squadra ad Auronzo. Il futuro del belga al Napoli sembrerebbe essere finito dopo ben nove anni, troppi pochi i soldi offerti da De Laurentis per il rinnovo del contratto. È svincolato dunque “Ciro“, idolo dei tifosi napoletani che con i partenopei ha messo a segno ben 148 goal in 397 presenze. Lo sognano i biancocelesti, sapendo che potrebbe essere la ciliegina sulla torta di un mercato estivo che non si vedeva da parecchio tempo. La Lazio offrirebbe al classe ’87 un contratto da circa 2,5/2,6 milioni di euro più bonus. Offerta più alta di quella proposta dal Napoli. Ci resta soltanto che aspettare e sperare che il belga scelga come destinazione la prima squadra della capitale. Intanto nel ritiro ad Auronzo, Sarri sembrerebbe aver scelto già Cancellieri come vice – Immobile, cosa che potrebbe fermare l’arrivo del belga a Roma. Ma mai dire mai…

Leggi anche:   Kamenovic: " Con Sarri sono un nuovo Kamenovic, questa è casa mia!"
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

Muriqi, tra Club Brugge e Maiorca. La situazione

Published

on

muriqi bruges

Sembrava fatta per l’addio di Vedat Muriqi dalla capitale. Il Club Brugge aveva offerto ben 10 milioni di euro più bonus per il kosovaro, offerta allettante che la società biancoceleste non ha potuto rifiutare. Il club belga però, ha deciso di non ufficializzare l’acquisto date le visite mediche del giocatore definite mediocri. Successivamente i Blauw en Zwart hanno provato ha cambiare la formula d’acquisto puntando al prestito con opzione, ma la Lazio ha deciso di rifiutare. Ora i belgi rischiano anche di finire davanti alla FIFA.

Muriqi ha giocato la scorsa stagione in prestito con il Maiorca mettendo a segno 5 reti in 17 presenze. Il kosovaro ha riscosso molto successo in Spagna, dato che è riuscito insieme ai suoi compagni ad evitare la retrocessione in Segunda División. Per questo la società spagnola vorrebbe comprare il giocatore. Sono 7,5 i milioni di euro offerti dai Bermellones per il “pirata”, non abbastanza per la società biancoceleste che non vuole scendere sotto i nove. La trattativa è ancora in corso, bisogna soltanto aspettare e vedere come si evolverà la situazione. Intanto sembrerebbero esserci sondaggi anche da altre squadre estere.

Leggi anche:   Musiche Biancocelesti: l'inno della Lazio "Vola Lazio Vola"
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Biglietteria

Ecco quanti abbonamenti ha venduto la Lazio: parla Canigiani

Published

on

abbonamenti lazio

Marco Canigiani è intervenuto ai microfoni biancocelesti facendo il punto della situazione dalla biglietteria e sugli abbonamenti della Lazio venduti:

Ritiro e Tifosi

“Il ritiro procede molto bene, tanti tifosi che affollano gli allenamenti e le partite amichevoli. Oggi ci aspettiamo una bella cornice di pubblico contro la Triestina. È un momento molto bello da vivere e serve per partire al meglio possibile con la stagione.

Presentazione Seconda Maglia

Domani verrà svelata la nuova maglia, ma aspettiamo conferma dall’autorità locale di Auronzo di Cadore per l’organizzazione. Poi daremo informazioni in merito. 

Abbonamenti venduti

La campagna abbonamenti sta crescendo, siamo a 9 mila tessere staccate. C’è stata un’impennata e speriamo che da domani ci possa essere un rush finale fino poi all’inizio della vendita libera. La squadra e la società si meritano una bella cornice di pubblico per fare bene il prossimo anno. 

Lavori in Tevere Top

Per quanto riguarda la Tevere Top stiamo attendendo informazioni visti i lavori di manutenzione e di ristrutturazione che non dipendono da noi. Per quanto riguarda la rateizzazione è stata una scelta effettuata da noi per motivi bene precisi. Sarebbe stata una procedura molto lunga che avrebbe appesantito i tifosi. Per il futuro riadotteremo questa procedura. 

Marketing Maglie

La vendita delle nuove maglie procede spedita, c’è un forte interesse e la prima maglia sta riscuotendo grande successo. Vedrete che la prossima maglia che presenteremo piacerà tantissimo. È tutto pronto per partire con una grande stagione, il contorno è perfetto adesso attendiamo solo i tifosi che sono la parte fondamentale. Avere uno zoccolo duro importante aiuta tantissimo a portare altri tifosi. 

Abbonamenti per l’Europa League

Concludiamo prima la campagna abbonamenti, partiamo con il campionato e poi vedremo se aprire una nuova campagna abbonamenti per l’Europa League”. 

Leggi anche:   Musiche Biancocelesti: l'inno della Lazio "Vola Lazio Vola"
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design