Se ti piace il nostro Format, aiutaci a rimanere online con una semplice donazione di 0,80 €

Attentato Borussia, non è terrorismo orientale, arrestato l’attentatore. I motivi del gesto

Attentato al Borussia, arrestato l’attentatore, non è Isis

L’edizione odierna della Repubblica ha riportato sulla sua testata giornalistica la notizia tanto attesa nel mondo del calcio. L’attentato dell’11 Aprile che ha coinvolto il Bus del Borussia nelle tre esplosioni.

Non c’è la mano islamica ma di uno psicopatico che ha giocato al ribasso nelle azioni della squadra. Il ragazzo di 28 anni ha acquistato un pacchetto d’azioni del valore di 78.000€ che in caso di ribasso in borsa ho addirittura in caso di morte di un giocatore della squadra avrebbe guadagnato più di 3 milioni di euro giocando al ribasso in borsa.

La polizia tedesca ha confermato l’arresto dell’attentatore che ha origini per metà tedesche e metà russe. Ora si cercano i 3 complici che avrebbero dato una mano  nel compiere il gesto.