Se ti piace il nostro Format, aiutaci a rimanere online con una semplice donazione di 0,80 €

Arturo Diaconale: ” Obiettivo Champions League”

Arturo Diaconale ai microfoni biancocelesti fissa gli obiettivi

Una Lazio che scivola ma non molla gli obiettivi prefissati: Coppa Italia e posto Champions League. La matematica ancora non condanna i biancocelesti e questo lo sa anche Arturo Diaconale che interviene ai microfoni biancocelesti.

“Essere stufi adesso delle critiche verso la Lazio è prematuro. Dobbiamo prepararci a un paio di settimane di campagna stampa contro di noi”

Obiettivi

 “Sul sito della Lazio e in radio interverremo, ma dobbiamo essere consapevoli che nella corsa Champions e in Coppa Italia siamo arrivati ad un punto che gli interessi sono importanti per quanto riguarda chi ci entra e chi no. Noi saremo sempre leali, puliti e trasparenti. Noi vogliamo sia andare in Champions che vincere la Coppa Italia, perché rappresentano due traguardi importanti per la società. Nessuno rinuncia a nulla, sia chiaro. Dobbiamo però essere consapevoli che gli ostacoli che ci verranno messi davanti saranno tanti e verranno da più parti”.

Lazio-Milan

“La Lazio non ha solo l’impegno di sabato contro il Milan, ma anche quello successivo di Coppa Italia. Mi sembra evidente che ci sia l’intenzione dei media nazionali di favorire la squadra milanese rispetto a quella che viene dalla Capitale. Fa parte di un gioco mediatico che conosciamo benissimo. Su quel rigore basterebbe applicare il regolamento per sapere che il braccio allargato dopo aver toccato un’altra parte del corpo non è automaticamente involontario. Quel rigore è quindi sacrosanto”.

Momento Lazio

 “Dopo la vittoria di Milano contro l’Inter si aveva l’impressione, sbagliata, che la Lazio fosse già proiettata verso i vertici della classifica. In una settimana si è rovesciato tutto. Il campionato è lungo e gli imprevisti possono avvenire in ogni momento e ai danni di qualsiasi squadra di vertice. Tutte tranne la Juventus hanno meno punti di quelli aspettati. La Lazio se la può giocare fino in fondo, niente è stato pregiudicato”.