Connect with us

News

Arriva il rinnovo di Cataldi: “Un’avventura che proseguirà fino al 2020 e, spero, oltre!”

Published

on

Danilo Cataldi, centrocampista della Lazio e della Nazionale italiana Under-21 ha rinnovato ieri il suo contratto con la società biancoceleste fino al 30 Giugno 2020. Il classe ’94, cresciuto nell’Ottavia, viene acquistato dalla Lazio nel 2006. Dopo la trafila nelle minori biancocelesti, nel 2011 fa parte prima degli Allievi Nazionali e poi della Primavera.

Nel 2013 rinnova il contratto con la Lazio fino al 2017 e, dopo convocazioni costanti in Prima Squadra e l’anno in prestito al Crotone in Serie B, fa ritorno alla Lazio. Dopo aver saltato quasi tutta la prima parte della stagione 2014-2015 per via di molteplici infortuni, fa il suo esordio con la maglia della società biancoceleste il 14 Gennaio 2015, in occasione degli ottavi di Coppa Italia. 

Indossa per la prima volta la fascia da capitano nella vittoria casalinga contro la Fiorentina, provando un’emozione indescrivibile. Il 17 Dicembre 2015 segna il suo primo gol con la maglia della Lazio, in occasione degli ottavi di finale di Coppa Italia contro l’Udinese; mentre il suo primo gol in Serie A si verifica il 24 Gennaio 2016 contro il Chievo. 

Questo ragazzo ha sempre mostrato onore, rispetto e amore per la maglia e giocare nella Lazio è sempre stato il suo sogno. Lo ribadisce intervenendo ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3, in occasione del suo rinnovo:

Sto bene, sono emozionato e felicissimo. Sono contento che la mia avventura con questa squadra proseguirà. Ho iniziato da piccolino con questa maglia e adesso ho 21 anni, speriamo di continuare fino a fine contratto e oltre. E’ un bel percorso, sono contento“. Cataldi ha sfruttato l’occasione per spiegare anche il suo momento di forma: “Ho imparato molto in questo anno e mezzo in prima squadra, si apprende ogni giorno e da ogni compagno sia che sia più grande sia più piccolo. Ho imparato a vivere un gruppo importante in un contesto difficile come Roma. Devo migliorare anche quello che ho già appreso. Ogni allenamento e ogni partita ti dà quel qualcosa in più. Il gol preferito? Quello in Coppa Italia è stato un gol per la liberazione visto che non passavamo un bel momento e io aspettavo da tanto un gol con questa maglia. Sono affezionato di più a quello con il Chievo, è stato anche più bello esteticamente ed è stato importante perché ha permesso di sbloccare la partita. Speriamo di farne altri. Non sarebbe per niente male segnare al derby, ma anche a tutte le altre squadre se serve alla squadra per vincere

Leggi anche:   Pellegrini-Lazio-Juve: che intreccio nel calciomercato

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement