Connect with us

News

Antonio De Falchi, la sua storia

Published

on

Durante Roma-Milan, i giallorossi hanno fatto la coreografia per Antonio De Falchi, tifoso Giallorosso morto in seguito al pestaggio di una decina di milanisti nel 1989.

Un’aggressione brutale, senza spiegazioni e senza possibilità di fuga. Per Antonio DeFalchi, romanista, diciannove anni, la morte è arrivata davanti ad un cancello dello stadio di San Siro alle dodici meno un quarto di una domenica qualunque, cinque ore prima dell’inizio della partita Milan-Roma. Trenta criminali travestiti da tifosi gli si sono lanciati contro dopo avere accertato che si trattava di un «nemico».

L’assassinio è cominciato con un sorriso e una domanda innocente: «Scusa, hai una sigaretta?». Antonio De Falchi era appena sceso dal tram insieme ai suoi amici, aveva percorso a piedi i duecento metri che separano il capolinea del 24 in piazzale Axum dal cancello numero 16 dello stadio di San Siro, quello da cui si imbocca la rampa che porta alia zona del popolari riservata ai tifosi ospiti. A pochi metri dal cancello si sono visti venire incontrò un ragazzo di circa diciotto anni, una faccia qualunque, una maglietta chiara, un paio di jeans.

Il ragazzo chiede da fumare, Antonio però intuisce la trappola e cerca di rispondere nascondendo l’accento romano. L’altro ci riprova: «Sai che ora è?», e Antonio: «Mancano cinque minuti a mezzogiorno». Ma stavolta la parlata romanesca gli esce netta, inconfondibile; è la sua condanna a morte. Il ragazzino in jeans ha avuto la conferma di trovarsi di fronte, ad un «nemico», si volta all’indietro e fa un gesto. Dalle spalle di una costruzione in cemento, una specie di bunker circolare che fa parte del cantiere per il terzo anello dello stadio, spuntano almeno trenta persone: sono tutti giovani, alcuni giovanissimi. Si lanciano verso i quattro ragazzi che cercano di fuggire.

Mancano più di quattro ore e mezza all’inizio di Milan-Roma e intorno al «Meazza» il servizio d’ordine è ancora esiguo: una trentina di poliziotti guidati da un funzionario, che hanno il compito più che altro di bloccare i portoghesi e di evitare che durante la mattinata mazze e coltelli vengano fatti passare attraverso la cancellata. Così i primi attimi delI’aggressione, quelli decisivi, si svolgono senza che nessuno possa intervenire.

I quattro romanisti in fuga vengono quasi raggiunti; gli inseguitori cercano di placcarti a sgambetti .Tre riescono a restare in piedi, Antonio cade e gli sono subito addosso in dieci. Lo prendevano a pugni e calci, sono soprattutto due di loro a picchiare di più. Antonio è diventato viola ma loro non si fermano. Il pestaggio dura meno di mezzo minuto, poi i dieci picchiatori, si riuniscono al resto del gruppo che cerca invano di acchiappare anche gli amici di Antonio.

Leggi anche:   Martusciello in conferenza stampa di Lazio-Spezia: " Acquisiti i meccanismi di Sarri..."

Solo a questo punto interviene la polizia e, mentre una parte degli agenti cerca di bloccare gli aggressori, si prestano i primi soccorsi ad Antonio. Sul momento le condizioni del ragazzo non sembrano gravi: si alza In piedi da sé, sembra stordito ma non ferito e riesce persino a scambiare qualche parola con i poliziotti.

Invece, all’improvviso, perde colore; diventa cianotico e crolla a terra; un agente cerca di fargli la respirazione bocca a bocca, poi un massaggio cardiaco ma non c’è nulla da fare, Antonio De Falchi è entrato in coma. In pochi minuti arriva un’ambulanza, l’ospedale San Carlo è vicinissimo: ma quello che i medici del pronto soccorso si vedono consegnare è un corpo ormai privo di vita. Il ragazzo è morto anche se il suo corpo presenta ferite né lividi.

L’autopsia successivamente dirà che De Falchi, colpito sì con pugni e calci ma senza subire nessuna grave lesione, è morto d’infarto, favorito da una lieve malformazione ad una delle coronarie. Più semplicemente si può dire che Antonio è morto di paura, sopraffatto dal terrore nel vedersi accerchiato da quelle teste rasate e dai giubbotti da aviatore, ragazzi come lui ma capaci solo di insultate e di picchiare.

L’esito dell’inchiesta porterà ad una solo verdetto e a tante polemiche. La quarta sezione della Corte d’Assise condanna solo Luca Bonalda, 20 anni, magro, cui neanche i capelli rasati riescono a dargli l’aria del duro. Era stato riconosciuto dagli amici di De Falchi e dai poliziotti. Il pubblico ministero Pietro Forno aveva chiesto la condanna a otto anni di reclusione. Ne ha avuti sette, pagherà un anticipo sui danni di 50 milioni, ma la Corte, come aveva chiesto il Pm, concederà il beneficio della remissione in libertà. A Bonalda, insomma, solo poche ore di carcere, per poi tornare a casa e riprendere il suo lavoro di fattorino.

Saranno assolti per insufficienza di prove gli altri due imputati. Anche per loro l’accusa aveva chiesto otto anni. Ma nessun testimone li aveva notati nel gruppo dei responsabili dell’agguato. Uno si chiama Daniele Formaggia, 29 anni, postino, leader del Gruppo Brasato, una formazione che tifa nella curva Sud, tra le Brigate rossonere e la Fossa dei leoni. Laltro è Antonio Lamiranda, 21 anni, studente di giurisprudenza, figlio di un farmacista.

Una sentenza così favorevole che farà impallidire la madre di Antonio De Falchi. Suo figlio, diciannove anni, era morto domenica 4 giugno dopo l’agguato degli ultras milanisti. “E questa è la giustizia? E’ uno schifo”, dice la signora Esperia, vestita di nero. “A me questa sentenza non sta bene. Loro dovevano pagare, anche se nessuno mi può riportare il povero Antonio”.

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

News

Adani alla Bobo TV : ” La Lazio non è favorita per il quarto posto ma…”

Published

on

Lele Adani ex calciatore della Lazio e ora opinionista Rai, nel corso della trasmissione Bobo TV, ha rilasciato parole di apprezzamento per la squadra di Sarri, queste le sue parole:

Per la prima volta con Sarri ha vinto tre partite di fila in campionato. Non accadeva dal 2015 senza subire gol. Lo abbiamo sempre detto. Gioca bene ma dietro soffre. In difesa non ha Couto e Mihajlovic questo va detto. Da quando Milinkovic è arrivato nel 2015/16 ha fatto 51 gol. Solo un centrocampista da quel momento ne ha fatti di più, in pratica un trequartista: è Ilicic. Con questi due gol è il centrocampista che ha preso parte a più gol in questa stagione nei maggiori campionati europei. Tre reti e cinque assist. Si sta rivelando quello che dicevamo. È una squadra che continua a evolversi. Continua a crescere facendo cose difficili da pronosticare. Sta trovando equilibro e le idee dell’allenatore. Sta facendo qualcosa di superiore. Per me la Lazio farà fatica a giocarsi il quarto posto. Sapete la stima che ho nel tecnico. Lavorando sta prendendo quella direzione. In questo equilibrio tra possesso e non possesso è diventata davvero competitiva. Difficile che ci arrivi, ma attenzione… Partita con lo Spezia? Nel primo tempo ho visto giocate clamorose”.

Leggi anche:   Lazio-Spezia | Zaccagni:" Ora serve continuità"
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Sky go all’estero: come godersi dirette sport e TV in maniera facile e sicura

Published

on

Tutto l’anno è pieno di gare e partite di ogni campionato. Dalla stagione di Formula 1 e MotoGP al calcio europeo della UEFA Champions League, Europa League e tutti i campionati italiani della Serie A, B e C, godere del servizio streaming per gli amanti dello sport è fondamentale. Infatti, esistono moltissime piattaforme digitali e canali televisivi dove vedere tutto lo sport a pochi euro al mese, come Dazn Italia e Sky Go. Ma altrettante ce ne sono per le dirette streaming gratis online, anche se non sempre sono sicure ed efficienti, e con le quali molto spesso si incappa in spiacevoli virus per i nostri dispositivi elettronici.

Per questo la soluzione migliore e più gettonata dagli italiani è usufruire dello sport streaming gratis attraverso alcuni servizi a pagamento, in particolare Dazn e Sky, che di contro non sono visibili all’estero. Il che si rivela un grande peccato se si pensa ai soldi spesi per un canale di cui non si può usufruire a pieno. In questo articolo verrà spiegato come ottenere Sky Go all’estero in pochi e semplici passaggi, a partire da una guida pratica e dalle migliori VPN disponibili nel mondo digital. Piccoli trucchi essenziali per un benessere assicurato. Vediamo subito gli step principali per guardare Sky Go all’estero.

Sky Go: il migliore servizio streaming per sport, calcio e dirette tv

Per poter vedere tutte le partite e gare dei campionati mondiali ed europei è necessario come primo step affidarsi a una piattaforma per dirette streaming. Questa può essere sia a pagamento come gli stessi Dazn e Sky appena accennati oppure altri servizi come NOWTv e Amazon Prime Video che sporadicamente trasmettono le partite di calcio più salienti in esclusiva (ma non le trasmetto tutte), oppure può essere gratuita. I servizi streaming gratuiti per vedere lo sport che tanto ci appassioni sono per la maggior parte siti pirata che si affacciano alle suddette piattaforme che in Italia sono a pagamento ma che all’estero sono gratis. Ora, quest’ultima strada è quella illegale e può comportare cattive ripercussioni sia pecuniarie con multe molto salate che penali. L’unica soluzione legale che permette di vedere sport gratis è affidarsi alla Tv e a ciò che trasmette in maniera esclusiva (per le partite di calcio Mediaset Canale 5, per le gare di F1 e MotoGP TV8).

Leggi anche:   Biglietti Fiorentina-Lazio: info e costi

Per questo la migliore soluzione al problema diventa creare un abbonamento Dazn o Sky. Entrambi hanno un costo di una decina di euro al mese e poco più e hanno una buonissima resa della qualità, sempre in HD o Full HD. Inoltre, è possibile scegliere una di questi due servizi piuttosto che l’altro sulla base anche dei nostri gusti e interessi personali. Ad esempio Sky possiede anche canali dove poter vedere film e programmi famosi in tutto il mondo. Ma come annunciato qui sopra, entrambi non sono visibili all’estero. Il motivo? Il VPN sbagliato. Ciò accade perché il nostro abbonamento viene stipulato sulla base del nostro paese di utilizzo, nel nostro caso lItalia. Pertanto, nel caso di un trasferimento o un viaggio all’estero il nostro servizio va in blocco e smette di funzionare.

Sky Go all’estero: la soluzione

Per vedere Sky Go è necessario essere in Italia, avendo un indirizzo IP italiano. Il che per le altre nazioni come quelle europee o nel resto del mondo, risulta impossibile ottenerlo da una connessione locale. Dunque per vedere Sky Go all’estero è necessario godere di un VPN italiano. Ecco cosa significa. Si tratta di scaricare un app gratuita o a pagamento dal proprio Google Play o App Store, aprirla e inserire nella pagina di apertura iniziale, solitamente dove c’è la scritta “VPN” oppure “inserire VPN”, e selezionale quello italiano. Solo dopo aver fatto ciò sarà possibile effettuare l’accesso all’app Sky Go e godersi tutto lo sport a cui siamo appassionati. Per saperne di più visitare il sito lemigliorivpn.it e scoprire nel dettaglio tutti i VPN e i vantaggi di cui usufruire.

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Biglietteria

Biglietti Roma-Lazio 2022: info e costi

Published

on

calendario ss lazio

La S.S. Lazio comunica le date e le modalità della vendita dei tagliandi del prossimo derby di Campionato Roma-Lazio del 6 novembre e alle ore 18:00. 

1) FASE DI VENDITA RISERVATA AGLI ABBONATI DELLA STAGIONE 2022-2023

Dalle ore 16:00 di lunedi 3 ottobre fino alle ore 19:00 di domenica 16 ottobre.

Come accedere alla prelazione:

  • a) ABBONAMENTO DIGITALE:

–  con la Tessera del Tifoso 1900 inserire il codice che inizia per 032…fino ad arrivare a 12 numeri.

–  con la Eagle Card inserire il codice che inizia per EAG… fino ad arrivare a 12 numeri/lettere.

–    b) ABBONAMENTO TRADIZIONALE (ancora non convertito a Digitale):

      – inserire il codice prelazione indicato sull’abbonamento preceduto da tanti 0 fino ad arrivare a 12 numeri:

1) Esempio tradizionale acquistato on line:

  • Il tifoso troverà sul proprio abbonamento il seguente codice prelazione: 000000001073304.
  • Per poter effettuare l’acquisto dovrà inserire non tutte le cifre riportate sul pdf alla voce codice prelazione ma eliminare gli zeri in eccesso per raggiungere una cifra complessiva di 12 numeri: 000001073304

2) Esempio tradizionale acquistato nei punti vendita:

  • inserire il codice prelazione indicato sull’abbonamento preceduto da tanti 0 fino ad arrivare a 12 numeri:

2) FASE DI VENDITA LIBERA

Dalle ore 16:00 di lunedi 17 ottobre

Sarà possibile acquistare i tagliandi presso:

–  ON-LINE tramite il circuito Vivaticket (escluso la Tribuna Monte Mario)

–  Punti vendita Vivaticket (escluso la Tribuna Monte Mario)

Il settore Monte Mario Disabili non deambulanti in carrozzella più accompagno, saranno in vendita dalle ore 16:00 di lunedi 3 ottobre presso Call Center 06/89386000 (lun-ven 9:30-18:30) Prezzo complessivo disabile + accompagnatore € 50.

L’apertura dei cancelli è prevista per le ore 15:30.

Questi saranno i punti di accesso allo Stadio Olimpico per i possessori dei tagliandi:

– Viale delle Olimpiadi per i tagliandi Tribuna Monte Mario e Monte Mario Disabili in carrozzella con accompagno.

 – Piazza Piero Dodi per i tagliandi di Curva Nord – Distinti Nord Est e Nord Ovest

Si ricorda che chi acquista fisicamente un biglietto presso un punto vendita è tenuto a mostrare il suo documento di identità, pena l’impossibilità di emettere il titolo di accesso ( D.L. 8/2/2010 nr. 8). Non verranno considerate come documenti idonei alla vendita, tutte le patenti di ultima generazione che non riportano le indicazioni del luogo di residenza.

Leggi anche:   Biglietti Fiorentina-Lazio: info e costi

Nella fase di prelazione abbonati si avrà diritto ad acquistare un solo biglietto mentre, nella vendita libera il numero massimo di tagliandi acquistabili da una singola persona è di quattro come da disposizioni  dell’Osservatorio sulle Manifestazioni Sportive. In questo caso è possibile presentare per le altre eventuali tre persone, anche solo la copia del documento d’identità.

SETTORI  E  PREZZI:

 SETTORE  INTERO     UNDER 16 (*)
TRIBUNA MONTE MARIO (***)116 €€ 50
TRIBUNA M. MARIO  NON DEAMBULANTE IN CARR. 20 €  + ACC.GNO 30 € (**)50 €=
DISTINTI NORD EST – dopo aver esaurito il Distinto Nord Ovest e la Curva Nord 45 € =
DISTINTI NORD OVEST 45 €=
CURVA NORD 45 € =

Al costo dei tagliandi della vendita on line verrà applicata una commissione di servizio pari al 3,30 %.

Il settore dei Distinti Nord Est andrà in vendita solo ad esaurimento dei posti della Curva Nord e del Distinto Nord Ovest. 

(*) Possono acquistare un tagliando Ridotto Under 16 i ragazzi nati dal 1/1/2006.

(**) Il settore Monte Mario Disabili non deambulanti in carrozzella più accompagno, saranno in vendita dalle ore 16:00 di lunedi 3 ottobre presso Call Center 06/89386000 (lun-ven 9:30-18:30) Prezzo complessivo disabile + accompagnatore € 50.

(***) Il settore Monte Mario sarà in vendita solo con un altro canale on line. Clicca qui per accedere. Il prezzo indicato è di partenza ma sale a seconda della vendita. 

Per il cambio utilizzatore dei tagliandi clicca qui

Per esporre uno striscione allo stadio non censito dall’Osservatorio, è necessario presentare una richiesta. Clicca qui per scaricare il modulo per poi inviarlo alla mail: [email protected]

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor

Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design | Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.