Connect with us

Calciomercato Lazio

ALZIAMO LE MANI

Published

on

LOTITO

“Yilmaz? E’ un nome uscito fuori solo dalla Turchia. Noi non proclamiamo gli obiettivi, ma li centriamo. Avete mai sentito me o Tare parlare di Yilmaz? No! Allora siete voi che costruite i film e date per fatte cose che non esistono. Una punta l’abbiamo presa, si chiama Perea, poi vedremo se sarà all’altezza. Abbiamo riscattato la metà di Candreva, siamo la squadra che ha comprato di più senza vendere nessuno. Lunedi annunceremo un nuovo acquisto e solo allora vedrete chi sarà, ma qui qualcuno tenta di creare aspettative che non esistono”.

Davanti a dichiarazioni simili, non resta che alzare le mani e arrendersi. Arrendersi alla realtà dei fatti che questo personaggio e questa società non cambieranno mai, che non esiste nessuna possibilità che si possa riparare agli errori del passato, per il semplice motivo che siamo davanti ad una persona convinta di essere infallibile e che quindi non è neanche sfiorata dall’idea di aver commesso un qualsivoglia errore in questi nove anni, perché se errori ci sono stati a sbagliare sono stati gli altri. Gli allenatori, soprattutto, poi semmai i ds, incapaci di seguire le sue direttive. O semmai dei giornalisti, sempre pronti a creare “false aspettative”, come se l’avesse inventata la stampa la trattativa fiume con il Galatasary o la presenza del suo ds a Roma. Se condanne sono arrivate è colpa dei giudici, sportivi o no fa poca differenza. Neanche Berlusconi è in preda ad un simile delirio di onnipotenza. E con quello che ha ottenuto da imprenditore prima e da politico poi, rispetto a Lotito se lo potrebbe pure permettere un simile delirio.

Dopo anni, siamo ancora alla collezione di figurine, a vantarsi di aver comprato tanti giocatori e di aver speso tanto, quando non si chiedevano dieci acquisti o di spendere una vagonata di milioni di euro, ma di prendere solo tre giocatori ma VERI: un attaccante che non fosse l’ennesima scommessa, un centrocampista di peso e sostanza, un difensore dominante e in grado di fare la differenza. Ne è arrivato uno di giocatore vero: Biglia. Gli altri, non li abbiamo mai visti e quello che abbiamo visto (Novaretti) altro non è che l’ennesima figurina presa per riempire l’album. Perché se uno arriva alla soglia dei 30 anni senza mai esser stato preso in considerazione da nessun ct della sua nazionale e se stava in Messico e lo hai preso a parametro zero, un motivo ci sarà. E lo abbiamo visto il motivo.

Leggi anche:   Belotti, il gallo canterà a Roma ?

Quindi, è inutile continuare a farsi il sangue amaro, è inutile pensare di usare la critica per far cambiare idea al personaggio o di evidenziare i fatti per convincere chi ancora lo difende (e lo farà ad oltranza) che nulla potrà mai cambiare, che fino a quando ci sarà Lotito non potremo mai aspirare a fare un salto di qualità. Quindi, continuate con le vostre interviste appecoronate in cui non si toccano mai argomenti scottanti, in cui non vengono mai poste le domande vere che si fanno i tifosi da anni, in cui nessuno replica e mette Lotito davanti all’evidenza dei fatti che contrastano con la sua realtà virtuale. Continuate a ridere dei show penosi nei salotti televisivi, continuate ad esaltarvi se come un disco rotto ricorda che la Lazio è nata prima della Roma o se attacca Pallotta. Ma continuate da soli, perché non c’è niente di divertente e di esaltante in tutto questo. Perché anche se nessuno di noi è diventato tifoso della Lazio pensando di tifare a vita una società in grado di primeggiare sempre e comunque, è deprimente avere la consapevolezza di non poter mai aspirare a qualcosa di più che sperare di vincere contro Siena, Catania, Juventus e Roma per portare a casa una coppa, perché una società vera in grado di costruire una squadra che duri 38 giornate, non ce l’abbiamo e non ce l’avremo mai. Possiamo durare al massimo un girone d’andata, ovvero fino a quando con l’arrivo dell’inverno e della fatica non vengono messi a nudo i problemi reali e i difetti strutturali nella costruzione di un gruppo forte a livelli quantitativo, ma non qualitativo, stracolmo di doppioni ma primo di elementi fondamentali, con i ruoli chiave coperti da figurine invece che da calciatori veri.

E se non lo avete ancora capito, se non avete preso coscienza della realtà del fatti, continuate da soli in questo viaggio virtuale. Perché a volte è meglio arrendersi che continuare ad illudersi per tutta la vita.

STEFANO GRECO

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Calciomercato Lazio

Belotti, il gallo canterà a Roma ?

Published

on

È una notizia circolata in rete nelle ultime ore che pian piano si sta diffondendo nelle case di tutti i tifosi biancocelesti. Andrea Belotti potrebbe essere un nuovo calciatore della Lazio. Il classe ’93 è svincolato e sta cercando una nuova squadra dopo ben sette stagioni passate a Torino. 252 presenze e 113 reti in maglia granata, è entrato nel cuore dei tifosi diventando l’ottavo miglior marcatore della storia del club. Insomma, ai biancocelesti un profilo del genere piacerebbe e non poco. Un vice Immobile di lusso che aumenterebbe la già alta qualità del reparto offensivo. E sembrerebbe essere proprio Ciro a volerlo nella squadra. Si parla di diverse chiamate fra i due compagni di nazionale nelle ultime ore. Vedremo nei prossimi giorni come andrà a finire, anche perché il bomber calcinatese avrebbe ricevuto diverse offerte anche dall’estero e dalla nostra penisola. Si parla di Marsiglia, Borussia Dortmund, Monza, Milan e molte altre squadre compresa la Roma che sembrerebbe essere la più vicina all’acquisto. Quest’ultima però dovrà vendere Eldor Shomurodov prima di continuare la trattativa con l’ex Toro. Dove canterà il gallo la prossima stagione? Speriamo nella Roma biancoceleste…

Leggi anche:   Belotti, il gallo canterà a Roma ?
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

Calciomercato Lazio 2022: la situazione delle cessioni, acquisti, trattative

Published

on

calciomercato lazio 2022

Il calciomercato della Lazio 2022 non è mai partito così in fretta in tutta l’era Lotito.

Complice il malumore iniziale di Maurizio Sarri per il mercato passato, gli esuberi e l’indice di liquidità, il presidente si è mosso in anticipo rispetto le scorse stagioni.

Stagioni dove il 90% dei giocatori arrivavano alla conclusione del ritiro di Auronzo di Cadore o allo scadere della finestra di mercato.

In questa sessione di mercato non ci è mai capitato di scrivere così tanto ma da una parte siamo contenti di farlo. Vuol dire che qualcosa si sta smuovendo ma notiamo anche molti giocatori che hanno lasciato la Capitale senza che la Lazio potesse fare cassa.

Vediamo come si sta muovendo la società biancoceleste

Tabellino calciomercato Lazio 2022

Acquisti

Cancellieri ( Hellas Verona ), Casale, Marcos Antonio (Shakhtar ), Gila, Zaccagni ( riscatto dal prestito della scorsa stagione ), Alessio Romagnoli, Maximiano ( Granada )

Cessioni

Vavro ( Copenaghen, riscattato dal prestito ), Reina ( rescissione consensuale del contratto ), Correa ( riscattato dall’Inter nel prestito della scorsa stagione ), Bobby Adekanye ( Go Ahead Eagles ), Lucas Leiva ( svincolato al Gremio ), Luiz Felipe ( Svincolato al Real Betis ), Strakosha ( Svincolato), Jordan Lukaku ( Svincolato ), Jorge Silva ( Svincolato ), Cristiano Lombardi ( Svincolato ), Casasola ( Perugia ), Muriqi ( Maiorca ), Jony ( Prestito al Gijon ), Cicerelli ( Reggina ), Alia (Monterosi ), Maistro ( Spal ), Falbo ( Monopoli ), Armini ( Potenza )

Trattative in uscita

Muriqi ( Marsiglia, Bruges ), Acerbi ( Milan, Juventus, Napoli, altro ), Maistro, Luis Alberto ( offerte dalla Spagna ), Sofian Kiyine ( Hellas Verona ), Tiago Casasola (Perugia ), Floriani Mussolini ( Pescara ), Raul Moro ( Hellas Verona ), Escalante (Cadice), Hysaj ( Valencia )

Trattative in entrata

Mertens , Maximiano ( Granada ), Carnesecchi ( Atalanta), Vicario ( Empoli ), Ilic ( Hellas Verona ), Provedel ( Spezia ), Sirigu ( Svincolato ), Marcelo ( Svincolato ), Emerson Palmieri ( Chelsea ), Valeri (Cremonese), Terracciano (Fiorentina), Silvestri (Udinese), Vecino ( svincolato Inter), Sportiello (Atalanta ), Udogie ( Udinese )

Leggi anche:   Belotti, il gallo canterà a Roma ?
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

La Lazio vola in Germania, Akpa Akpro e Acerbi lasciati a Formello?

Published

on

acerbi napoli

Il calciomercato della Lazio dovrà continuare con delle cessioni per poter ingaggiare altri rinforzi per Maurizio Sarri con Acerbi e Akpa Akpro ormai fuori dal progetto.

La Lazio questo pomeriggio volerà in Germania per continuare il suo ritiro pre campionato e per affrontare il Genoa e la nazionale del Qatar nelle amichevoli estive.

Il tecnico biancoceleste, come riporta anche lalaziosiamonoi, sembrerebbe aver bocciato sia il difensore e sia il centrocampista ivoriano. Entrambi non dovrebbero partire con i compagni per continuare la preparazione a Formello. La decisione, in caso fosse vera, porterebbe dunque a pensare che ci siano dei movimenti in uscita con il numero 33 bocciato dal Monza e da Galliani ma in cerca di una sistemazione in Italia. Per il centrocampista invece pista estera per fare spazio al neo acquisto della Lazio Vecino. Quest’ultimo dovrebbe firmare questa settimana.

Leggi anche:   Belotti, il gallo canterà a Roma ?
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design