Connect with us

News

Alessandro Nesta e l’arte della difesa

Published

on

Elogio del calciatore romano più vincente di sempre

Ha conquistato grandissima parte del plebiscito calcistico mondiale, con la sua spettacolarità e l’impronta forte che i suoi interpreti hanno lasciato: il calcio totale ha, partendo dagli albori di cruyffiana memoria, passando per Sacchi e finendo al recentissimo ex tecnico partenopeo Maurizio Sarri, riscosso consensi a suon di giocate degne di spettacoli teatrali, tirate fuori persino dal cilindro di brillanti centrali difensivi. Molti hanno, però, smarrito il senso squisitamente atletico-tattico del ruolo, interpretato magistralmente da uno dei più iconici campioni che hanno vestito la maglia biancoceleste. Parliamo di Alessandro Nesta, classe ’76, figlio di una generazione di talenti italiani sbocciati in un calcio estremamente fecondo. Laziale fin dalla nascita, così come il papà che rifiutò l’offerta romanista dello scout Rocca, Nesta ha vestito la casacca della più antica società calcistica capitolina dal 1993 al 2002, divenendo capitano e vincendo un Campionato Primavera, due edizioni di Coppa Italia, due Supercoppe italiane, una Supercoppa europea e una Coppa delle Coppe, per arrivare poi al tanto agognato tricolore dell’era Cragnotti. Ma è nella compagine rossonera di Milano che maturerà definitivamente, macinando vittorie su vittorie e collezionando in bacheca due prestigiose Champions League e il Mondiale FIFA con la nostra Nazionale, pur non giocando titolare a causa di un infortunio. Scudo inossidabile della retroguardia, annoverava tra le sue doti quel che un difensore dovrebbe possedere come requisito ante litteram: senso della posizione, equilibrio, tempismo, forza fisica, stacco imperioso e tanta, tantissima intelligenza. Abbinato all’eleganza e alla capacità di far partire l’azione, il suo profilo difensivo fa da esempio a tanti giovani aspiranti difensori. Ad oggi, ricopre il ruolo di allenatore e siede sulla panchina del Perugia. Con la speranza di vederlo presto su grandi palcoscenici, facciamo i migliori auguri ad Alessandro Nesta, icona Laziale. 

Leggi anche:   Terremoto Juventus: nelle intercettazioni coinvolta anche la Roma
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement

News

Intercettazioni Juventus: ecco quella su Locatelli!

Published

on

intercettazioni juventus

Giorno dopo giorno spuntano sempre più intercettazioni sul terremoto che ha scosso tutta la dirigenza della Juventus. Repubblica riporta quest’oggi, un affare che ha visto i bianconeri ed il Sassuolo sul cartellino di Locatelli:

“Nel comunicato in cui annuncia l’acquisto del giocatore, il 18 agosto 2021, la Juventus precisa “di avere raggiunto un accordo per l’acquisizione gratuita, a titolo temporaneo fino al 30 giugno 2023″. E aggiunge che l’acquisizione a titolo definitivo si sarebbe perfezionata con il versamento di 25 milioni, pagabili in tre esercizi, oltre a premi sportivi per 12,5 milioni complessivi”.

“La Juventus al Sassuolo avrebbe promesso bonus talmente facili da raggiungere (bastava fare un solo punto in campionato fra febbraio e marzo 2023) da non potere essere considerati premi di risultato. In particolare, l’accordo avrebbe previsto un “fidelity bonus” da 5 milioni non legato al verificarsi di alcuna condizione. Perché allora non registrarlo come quota fissa? La Juventus inoltre si sarebbe impegnata a versare al Sassuolo il 20 per cento sul valore della eventuale futura rivendita del cartellino del giocatore. Infine, secondo quanto ricostruito dai pm, la Juventus avrebbe concesso ai neroverdi l’intero incasso di un’amichevole al Mapei Stadium da giocarsi nei tre anni successivi alla firma del contratto”.

Leggi anche:   Terremoto Juventus: nelle intercettazioni coinvolta anche la Roma
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

News

De Laurentiis contro Casini: ” è uno schiavo di Lotito “

Published

on

loito de laurentiis

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis attacca Claudio Lotito e Lorenzo Casini con una battuta poco signorile.

Il numero 1 partenopeo è intervenuto ai microfoni sportivi sulla vicenda che vede la Juventus sotto la mira della Giustizia Sportiva con il caso Prisma.

La vicenda Juventus? Non ne parlo. Ci penseranno i magistrati, che stanno verificando. Non è compito mio, mi dispiace che il calcio, ma non è solo un problema italiano, non sia poi portatore sempre di quei valori che dovrebbero essere d’esempio per le nuove e le giovani generazioni“.

Se può essere una nuova Calciopoli? Non sta a me stabilirlo

La stoccata al presidente biancoceleste ed il presidente della Lega Serie A arrivadurante la presentazione al Coni:

È schiavo di Lotito, è schiavo!“.

Leggi anche:   Infermeria Lazio: Sarri ha un solo assente oltre a Milinkovic e Vecino
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Infermeria

Infermeria Lazio: Sarri ha un solo assente oltre a Milinkovic e Vecino

Published

on

infermeria lazio

La Lazio prosegue la sua preparazione invernale in questo stop per il mondiale del Qatar 2022. Nella sessione di oggi a Formello, solamente Marcos Antonio non si è presentato per un attacco influenzale. Dall’altra parte si attendono Milinkovic SavicMattias Vecino che sono stati eliminati entrambi dalla campionato mondiale ma che godranno ancora di qualche giorno di ferie.

Tutto il gruppo ha l’allenamento con Maurizio Sarri che vede l’infermeria vuota. Luis Alberto anche è tornato in gruppo dopo aver fatto una giornata di palestra nella giornata di ieri. Felipe Anderson provato ancora da Falso Nueve, in attesa di capire se quest’inverno arriverà un vice Immobile oppure no.

 

Leggi anche:   Intercettazioni Juventus: ecco quella su Locatelli!
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor


Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza