Connect with us

News

Stefano di Parma o Stefano da Parma o più semplicemente mister Pioli

Published

on

Stefano di Parma o Stefano da Parma o più semplicemente mister Pioli arriva alla Lazio con la stima di tutti gli addetti ai lavori, “uno dei tecnici più preparati nella nostra Serie A”.
Ma agli occhi dei tifosi è soltanto un mediocre allenatore, un allenatore capace soltanto di essere esonerato e colpevole, secondo molti, della retrocessione del Bologna.
Stefano arriva alla Lazio in punta di piedi, in un ambiente “perso” e frastornato.
L’Olimpico è vuoto da mesi, la contestazione dei tifosi verso la società è al culmine, la minaccia della CurvaNord di non rinnovare gli abbonamenti fa rumore “come un petardo esploso in una chiesa”. Eppure Stefano ha carattere, il carattere di formare un gruppo di ferro, che seguendo ad occhi chiusi il proprio mister inizia ad inanellare prestazioni convincenti. L’Olimpico torna a riempirsi sopratutto grazie a lui, capace di infondere nel suo gruppo lo spirito vero della lazialità.
Ogni giorno e dopo ogni partita, la squadra al centro del campo si abbraccia ed intona “So già du ore.
Stefano ha inoltre, il merito di credere in Felipe Anderson e di farlo esplodere. Pochi ci credevano ancora, eppure le doti tecniche di quel ragazzo non potevano perdersi. Stefano, però, ci crede e Felipe, riesce insieme a tutti i suoi compagni ad accompagnare la Lazio fino a quel agognato terzo posto; per anni sfiorato è mai raggiunto.
Finalmente Stefano non è più “il mediocre”, “l’esonerato”, Stefano è il condottiero di una delle pagine più belle del campionato italiano.
Poi però, a fargli capire che niente è mai facile, figuriamoci per un laziale, arriva la “società” Lazio, che non riesce a rinforzare adeguatamente la rosa, che spacca lo spogliatoio con la storia della fascia.
La creatura di Stefano sembra non esserci più e perde dopo la finale di Cappa Italia, anche la Supercoppa e soprattutto il preliminare di Champions.
La nave sta per affondare, eppure Stefano non molla, convinto della bontà del suo lavoro e convinto soprattutto di avere il gruppo dalla sua parte.
Al cospetto dell’Inter di Mancini, tutti erano pronti a salutarlo, ma la sua Lazio sfoggia quell’orgoglio che sembrava non esserci più!
Stefano mangia il panettone, che però gli va di traverso!
Rimonta in classifica? No! Arriva il Carpi, che aveva sempre preso gol in trasferta in tutta la sua storia. La Lazio di Stefano riesce a non inquadrare mai lo specchio della porta. Di nuovo sotto accusa, di nuovo tutti convinti che fosse il momento di cambiare guida!
Ma a Firenze, il giorno dei 116 anni della storia laziale, arriva la conferma che la Lazio c’è, che la Lazio la sua guida, già ce l’ha!
Stefano ritorna al comando (semmai lo avesse perso) e domani, contro il suo passato, quel passato che lo fece definire un mediocre, o semplicemente, uno da esonero.
Stefano da domani proverà a cancellare questa nomea, Stefano da domani proverà di nuovo a spiccare il volo insieme alla sua aquila.
Non c’è più tempo per essere perdenti, per essere mediocri o per essere esonerati, ma solo per vincere e per diventare un vincente.

Leggi anche:   Lazio-Spezia: le formazioni ufficiali! Immobile dal primo minuto!

A Cura di Vittorio Di Mario

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Lazio Women

Serie B Femminile | Ternana-Lazio: terzo risultato positivo su 3!

Published

on

lazio women

Le ragazze di Massimiliano Catini portano a casa i 3 punti in Ternana-Lazio e lo fanno allo scadere del match. Terzo risultato positivo per la Lazio Women che esordisce in Serie B Femminile con un pareggio e trovando poi la vittoria nella seconda e terza giornata di campionato. Fuhlendorff e Chatzinikolaou proiettano le biancocelesti al secondo posto della classifica a soli due punti dalla capolista Napoli.

TERNANA-LAZIO 2-3

Marcatrici: 4′, 58′ Chatzinikolaou (L), 7′, 65′ Spyridonidou (T), 89′ Fuhlendorff (L)

TERNANA: Ghioc; Vigliucci, Capitanelli, Di Criscio, Lombardo, Labate, Spyridonidou, Tarantino (76′ Imprezzabile), Nefrou (80′ Pacioni), Massimino, Fusar Poli (76′ Maffei).

A disp.: De Bona, Labianca, Aldini, Quirini, Paparella.

All.: Fabio Melillo

LAZIO (4-3-1-2): Guidi; Pittaccio, Falloni, Karampouki, Toniolo (73′ Vecchione); Castiello, Eriksen, Colombo; Proietti (65′ Pezzotti); Chatzinikolaou (65′ Fuhlendorff), Visentin.

A disp.: Natalucci, Khellas, Palombi, Groff, Musolino, Jansen.

All.: Massimiliano Catini

Arbitro: Alice Gagliardi (sez. San Benedetto del Tronto)

Assistenti: Nicolo’ Raschiatore-Laura Gasparini

Serie B Femminile | 3 giornata

Domenica 2 ottobre, ore 15:00

Stadio Moreno Gubbiotti, Narni (TR)

Leggi anche:   Lazio Sky Channel sbarca su Sky in chiaro
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Intervista

Lazio-Spezia | Zaccagni:” Ora serve continuità”

Published

on

Lazio spezia zaccagni

Al termine di Lazio-Spezia, Mattia Zaccagni, autore del primo gol biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel

“Siamo partiti molto bene come ci aveva chiesto il mister. Abbiamo disputato una grande partita dando tutto, considerando anche la sosta. Dobbiamo avere sempre questa cattiveria e determinazione. Adesso abbiamo bisogno di trovare la continuità. Il fatto che sigli più gol in casa può dipendere dall’affetto dei tifosi che sono sempre vicini e straordinari.

Giovedì avremo una partita importante, dovremo riscattare l’ultima sconfitta. Andremo lì per conquistare la vittoria.

Mi piace molto la mia posizione, spesso sono in mezzo al campo. Inoltre, mi piace giocare tra le linee e sto crescendo sulla profondità. In settimana provo vari movimenti come quelli che hanno dato vita al primo gol”.

Leggi anche:   Lazio-Spezia 4-0: un poker che fa volare i tifosi
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Conferenza Stampa SS.Lazio

Martusciello in conferenza stampa di Lazio-Spezia: ” Acquisiti i meccanismi di Sarri…”

Published

on

lazio spezia

Al termine di Lazio-Spezia, Giovanni Martusciello è intervenuto in conferenza stampa al posto dello squalificato Maurizio Sarri.

“Poteva essere una partita insidiosa, eravamo reduci da una sosta con alcuni calciatori si sono aggregati da pochi giorni dopo l’impegno delle nazionali e poi c’era il fattore orario da tenere in considerazione.

Abbiamo mostrato grande solidità e i numeri ce lo stanno dimostrando. Siamo contenti, ma non possiamo accontentarci.

Immobile è stato sostituito tenendo conto dei giorni di rientro e del risultato, così come Lazzari. Ciro anche se non va in gol dà sempre l’esempio e questo permette in una squadra di fare il salto di qualità. Immobile, tra l’altro, si è allenato solamente ieri.

I nostri tifosi sono straordinari, sia in casa che in trasferta. Questo entusiasmo ci fa vincere quattro-cinque partite in più. È un qualcosa che ci premia e ci fa felici. Ritrovare lo stadio pieno dopo il lockdown è bello, io mi accorgo dell’attaccamento alla Lazio già da quando parlo con i magazzinieri. È un qualcosa che ti tocca dentro e dà brividi.

Vogliamo giocare nella metà campo avversaria, stiamo cercando di migliorare mantenendo il pallone più lontano possibile dalla nostra porta. Vogliamo allontanare più possibile i pericoli.

Patric ha avuto semplicemente un problema gastroenterico. Zaccagni è un calciatore straordinario, non deve essere una mancata convocazione in Nazionale ad offrirgli lo stimolo per fare qualcosa in più. La prestazione di oggi è il frutto degli allenamenti delle ultime due settimane.

I ragazzi hanno acquisito molti meccanismi da quando è iniziato il cammino di Sarri. Siamo felici di aver acquistato Provedel e Maximiano, la domanda è perché Provedel sia arrivato solo ora a questi livelli. Non molla mai, ogni istante dell’allenamento lo vive come fosse l’ultimo”.

Leggi anche:   Lazio-Spezia, Gotti in conferenza stampa: " La Lazio è una squadra di alto livello"
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor

Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design | Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.