Vavro, le prime parola da Laziale: ” Voglio vincere trofei”

Vavro ai microfoni sportivi spiega la sua cessione e mostra la personalità!

Ufficializzato nelle ore scorse, Vavro ha rilasciato le sue prime parole da biancocelesti ai microfoni sportivi della sua patria:

“Mi piace molto il calcio italiano. Ho detto in passato che avrei voluto seguire le orme di Milan Skriniar e così ho fatto. Sono soddisfatto. Per quanto riguarda le offerte, ne ho ricevute parecchie dall’Inghilterra e da altri club italiani. Ma anche dal Belgio. Chi mi ha consigliato? La mia famiglia. La mia ragazza ha avuto un ruolo importante in questa decisione. Poi ne ho parlato anche con i ragazzi della nazionale che giocano in Italia. Quali obiettivi mi pongo? Voglio diventare titolare e aiutare la squadra a vincere trofei!”

“Se me ne rendo conto? Niente affatto! Molti slovacchi stanno giocando all’estero e non mi aspettavo di essere tra i primi cinque più costosi. Se mi sento di valere così tano? No, non lo so. Devo ammettere che ho difficoltà a lasciare Copenhagen. Siamo stati alla grande, insieme, e mi dispiace non poter dire addio a tutti, perché tutto è finito così in fretta. Ma questo cambiamento è una nuova sfida, per me, e ho intenzione di superarla!”. Una trattativa che si è sbloccata all’improvviso: “Quando ho saputo che sarei andato alla Lazio? Sapevo che stavamo sulla strada giusta, che le cose procedevano a piccoli passi. Di sicuro, l’ho capito quando ho fatto le visite mediche e ho firmato il contratto (ride). Mi sento benissimo. È un onore, per me, trasferirmi in un club così grande. I sentimenti che provo sono indescrivibili. Le visite sono andate abbastanza bene, anche se sono state un po’ lunghe. Poi sono stato al centro sportivo, e lì ho firmato il contratto”. Dal campionato danese alla Serie A. Un bel salto: “Questa è una cosa che sto realizzando piano piano, sarà il momento. Ripeto che però la Danimarca mi mancherà. Sia il Paese che i compagni di squadra”. Davanti a sé, una nuova grande sfida: “Ovviamente alcune paure ci sono, ma la mia natura è quella di non arrendermi e di lavorare duramente per raggiungere i miei obiettivi. Quali sono i miei programmi ora? Torno a Roma lunedì. Il mio primo allenamento sarà il 9 luglio”.