Connect with us

News

Var ed Arbitri: le parole di Rizzoli

Published

on

Var ed Arbitri, le parole di Rizzoli

Al termine del meeting per quanto riguarda l’Aia ed il Var, Rizzoli è intervenuto ai microfoni di Radio 1.

Confronto con gli allenatori

«Con gli allenatori ci siamo confrontati, è stato un workshop interessante con feedback positivi da parte di entrambi. Quando ci si chiarisce, ci si comprende meglio e anche in campo si lavora meglio. Rigori? Quest’anno sono diminuiti, ma se li mettiamo in contrapposizione con i dati delle simulazioni, ci fanno capire che i giocatori sono più attenti sia a cercare il fallo che a commetterlo. Sanno che è più difficile sfuggire al controllo del Var e dell’arbitro. Il fallo di mano è stato uno degli argomenti più dibattuti con gli allenatori nell’ultimo incontro. Si spera che questo aggiornamento porti a una maggiore uniformità».

Cori Razzisti

«Ci siamo confrontati e sono atteggiamenti assolutamente da perseguire. Bisogna fermare la gara, fare un annuncio, e se si continua, un altro annuncio con tutte le squadre a centrocampo, poi si interrompe la sfida e infine si finisce negli spogliatoi con il responsabile dell’ordine pubblico che interviene decidendo se sospendere o meno la partita stessa».

Le designazioni

«E’ chiaro che bisogna considerare le capacità di relazioni tra arbitro e Var, verranno scelti sempre i migliori per la partita che va arbitrata. Io credo che pensare al concetto “hanno esagerato gli arbitri” sia sbagliato. Un arbitro non è mai contento di espellere qualcuno, ma ci si deve rendere conto di essere andati oltre».

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement