Connect with us

News

Sprint finale nella corsa Champions: Lazio,Roma e Napoli nella volata

Published

on

sorteggi-champions-europa-league-2014-milan-juve-lazio-napoli-fiorentina
A tre turni dal termine, continua la rincorsa ai posti Champions. Mancano infatti appena 270 minuti al termine del campionato, minuti in cui saranno emessi i pochi verdetti ancora da sancire: infatti, dopo la conquista dello scudetto da parte della Juventus e la retrocessione aritmetica di Cesena e Parma, le ultime giornate dovranno decretare l’ultima retrocessa e le squadre che parteciperanno alle coppe europee.

La corsa Champions sembra andare a rilento, con Roma, Lazio e Napoli che non riescono ad ingranare la marcia e compiere lo scatto decisivo per la conquista di un posto nella massima competizione europea per club. Analizzando gli ultimi tre match di queste squadre possiamo notare come nonostante i risultati non molto soddisfacenti, le prestazioni sembra essere confortanti e fanno ben sperare per il finale di stagione. La squadra più in forma a livello di gioco sembra essere senza dubbio il Napoli, ma le romane non demordono e hanno dalla loro la classifica, che recita Roma 64, Lazio 63, Napoli 60. Tre squadre in 4 punti, per due posti importantissimi per il prestigio e per i fattori economici.

Nelle ultime tre partite la Roma ha conquistato 6 punti grazie alle due vittorie conquistate contro Sassuolo e Genoa, prima della sconfitta subita a San Siro per mano del Milan di Inzaghi. La formazione giallorossa sembra creare una grande mole di gioco, che però non riesce a finalizzare al meglio: due volte su tre infatti ha mantenuto maggiormente il possesso palla, eccezion fatta per la partita con il Genoa in cui, dopo aver acquisito il risultato, la squadra di Garcia si è chiusa nella propria metà campo a difesa del risultato. I giallorossi hanno concluso ben 38 volte, centrando lo specchio della porta solamente 14 volte (36%), con 6 reti realizzate, al pari di 2 subite. Non molte, anche se il dato riguardante la fase difensiva non fa ben sperare. La Roma ha concesso ben 31 tiri in porta a squadre che non hanno più nulla da chiedere a questo campionato, di cui 12 (39%) in porta.

I giallorossi sembrano avere in tasca il secondo posto, dovendo affrontare Udinese e Palermo che hanno già concluso virtualmente il loro campionato, squadre con le quali è uscita imbattuta nel girone d’andata, oltre alla Lazio in un derby dal valore specifico elevatissimo.

La Lazio arriva al rush finale provando a lasciarsi alle spalle le polemiche del match con l’Inter, condizionato da gravi errori dell’arbitro Massa. La formazioni di Pioli negli ultimi 3 incontri ha portato a casa solamente 4 punti; un bottino magro che, insieme al pari in casa con il Chievo, potrebbe costare caro nella corsa Champions. In realtà, come si nota dalle statistiche, la squadra biancoceleste ha comunque espresso lo splendido gioco che l’ha portata al vertice del calcio italiano, peccando però un po’ in fase difensiva. Si, perché sono tante le occasioni concesse agli avversari, senza dubbio troppe! Sono infatti ben 41 i tiri degli avversari, il 44% nello specchio. Quasi un tiro su due, una media preoccupante considerando anche gli avversari ancora da affrontare: Sampdoria, Roma e Napoli, tre squadre ancora in lotta per un posto europeo, di cui due concorrenti dirette. Ma nonostante una difesa tutt’altro che imperforabile, l’attacco atomico biancoceleste potrà sicuramente impensierire squadre di questo calibro, considerando che nonostante i soli 4 punti conquistati le statistiche parlano di 37 conclusioni di cui 19 verso la porta avversaria. Un ottimo dato, che testimonia come il gioco offensivo di mister Pioli porti molto spesso la squadra al tiro, eludendo le difese avversarie. Come dicevamo il calendario è sicuramente proibitivo ma questa Lazio ha dalla sua la “rabbia” sportiva dopo i fatti accaduti contro l’Inter, la spinta di un pubblico meraviglioso pronto a sostenerla anche lontano dall’Olimpico e soprattutto una mentalità vincente portata da Stefano Pioli, che proprio nell’ultima intervista post-gara ha affermato che, nonostante sia stato già raggiunto l’obiettivo stagionale di ritornare in Europa, la sua squadra non vuole fermarsi ora, proprio sul più bello.

Leggi anche:   Biglietti Sampdoria-Lazio: il comunicato della Lazio

A tre punti dalla Lazio troviamo il Napoli, reduce dal pareggio in casa del Parma e con la testa al ritorno della semifinale di Europa League contro il Dnipro. La formazione di Benitez si è dimostrata molto discontinua nell’ultimo periodo, alternando prestazioni negative come il pari di Parma e la sconfitta di Empoli alla supervittoria in casa ai danni del Milan, indirizzata dall’espulsione dopo 50 secondi di De Sciglio. Gli azzurri hanno creato in queste ultime partite una grande mole di gioco, arrivando alla conclusione ben 64 volte, di cui 24 nello specchio. Nel contempo, la propensione offensiva ha impedito agli avversari di rendersi pericolosi: sono infatti solamente 19 le azioni pericolose subite, con 11 tiri verso la porta difesa da Andujar. Alla luce di questi ottimi risultati a livello di gioco e soprattutto guardando il calendario, che vedrà la squadra di De Laurentis affrontare il Cesena, la Juventus già campione e proprio la Lazio tra le mura amiche, il Napoli sembra tutt’altro che fuori dai giochi. L’unico vero ostacolo per gli uomini di Benitez può essere l’Europa League e le fatiche fisiche e psicologiche.

Non resta che attendere sabato sera alle 20.45, quando l’anticipo al “Ferraris” di Genova darà il via al rush finale. Tre squadre, due posti. Tutti a caccia di un posto nella “Coppa dalle grandi orecchie”!

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Conferenza Stampa SS.Lazio

Lazio – Bologna, le parole di Sarri in conferenza stampa

Published

on

sarri acerbi

La Lazio porta a casa i primi tre punti della stagione con una vittoria di misura contro il Bologna. Di seguito le dichiarazioni rilasciate da Maurizio Sarri nella conferenza stampa post-partita:

“La partita è stata difficile, sembrava una di quelle gare dove ogni episodio ti va contro. La mia preoccupazione era giocare tutta la partita con questo clima. Sono soddisfatto di come la squadra ha tenuto a livello fisico, ma anche dell’aspetto tattico e caratteriale. Siamo riusciti a ribaltare la gara al primo momento utile. 

Ho protestato per tutta la partita ed anche giustamente. Non entro nel merito degli episodi ma la conduzione della gara non mi è piaciuta. 

Prima pagina Gazzetta? Basta non leggere i giornali, io non me ne ero accorto. 

Gli ingressi sono stati tutti di alto livello. Provedel è entrato benissimo, Luis Alberto si è messo in un ruolo che non è suo e si è messo davanti la difesa e lo ha fatto molto bene. Hysaj l’ho visto in grande crescita, Vecino bene ma so che può fare ancora di più. Cancellieri mi ha sorpreso davvero tanto. 

Cancellieri sta facendo un percorso per fare anche un altro ruolo, ora non possiamo chiedergli tutto e subito. Se entra come oggi può fare benissimo l’attaccante centrale. A livello di movimenti ha un ottimo attacco della profondità innato. Vediamo e poi decidiamo se farà l’esterno o il centravanti. 

Lo scorso anno nella classifica dei ribaltamenti del risultato siamo stati una delle squadre migliori. Poi un carattere come quello di oggi l’ho visto raramente. Ora vediamo sulla continuità se siamo leoni oggi e domani torniamo gatti. 

Romagnoli ha chiuso la gara con un po’ di affaticamento ed era normale. A me piace perché è intelligente, ha delle letture importanti e questo sopperisce ad una piccola mancanza di velocità. Per me diventerà un punto di riferimento di questa difesa. 

È inutile parlare con Maximiano in questo momento, appena siamo entrati nello spogliatoio ha chiesto scusa a tutti. È un errore e ci può stare, dobbiamo accettarlo. Le scelte future non si baseranno su un singolo errore”. 

Leggi anche:   Canigiani tra Biglietti, Inno di Scarcelli e Abbonamenti
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Lazio-Bologna | Ciro Immobile: ” Gol che pesava tantissimo…”

Published

on

lazio bologna immobile

Ciro Immobile sigla il gol della vittoria al 78esimo minuto di gioco e regala i primi 3 punti in Lazio-Bologna. Il capitano biancoceleste è intervenuto ai microfoni di Sky:

“Un gol che pesava tantissimo, meritavamo la vittoria, oggi non tanto per il gioco espresso ma per le difficoltà che abbiamo incontrato durante la partita e per le situazioni che si sono create. Questa squadra ha dimostrato grande carattere, quello che ci mancava per fare il salto di qualità e che ci ha sempre chiesto il mister. La gente meritava questo tipo di partita: lottare e avere fame di vittoria. Questo gol è per tutto il popolo laziale”.

Gli Obiettivi  “Crescere e migliorare. L’anno scorso siamo arrivati quinti nonostante le problematiche del cambio modulo. Quest’anno alibi zero, sono arrivati tanti giocatori, tutti forti che credono nel progetto. Li abbiamo fatti sentire a casa come sempre. Ci sono ottime potenzialità, manca solo il salto di qualità di cui parlavo prima”.

Capitano  “Faccio il mio lavoro dentro e fuori dal campo, poi ovvio che ognuno vuole giocatori forti e se qualcuno mi chiede qualcosa dico la mia, ma non voglio intromettermi in cose che ancora non fanno parte del mio ruolo, anche se non so cosa farò quando smetterò. Ci tenevo anche a fare il video per gli abbonamenti, abbiamo bisogno di questo, che la gente ci accompagni in casa e in trasferta”.

Leggi anche:   Lazio-Bologna: parla Sinisa Mihajlovic
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Lazio-Bologna 2-1: una rimonta da urlo! Male Maximiano

Published

on

lazio bologna

Dura solamente 6 minuti la partita di Luis Maximiano che prende un rosso diretto per aver preso la palla con le mani fuori dall’area di rigore. Non ricordiamo una partita della Lazio dove debuttano i due portieri. Un ingenuità che lascia la compagine biancoceleste in 10 uomini per tutta la partita. Ma la differenza in campo con l’uomo in meno non si vede e la Lazio riesce a rendersi pericolosa con Ciro Immobile. AL 38esimo di gioco Mattia Zaccagni regala un rigore che porta in vantaggio il Bologna con Arnautovic.

Allo scadere del primo tempo cessa l’inferiorità numerica con l’ennesimo fallo di Soumaoro  che gli costa il doppio giallo.

Nel secondo tempo la Lazio stringe i denti e riprende il controllo del match. Bene Provedel in qualche occasione che salva il risultato ma soprattutto da notare un super Manuel Lazzari che provoca l’autogol di De Silvestri dopo una galoppata. Tutto il Bologna è in balia del terzino biancoceleste. Ci pensa poi Ciro Immobile al 79esimo e siglare il gol che vale i 3 punti.

LAZIO-BOLOGNA 2-1

Marcatore: 38′ rig. Arnautovic (B), 68′ aut. De Silvestri (L), 79′ Immobile (L)

LAZIO (4-3-3) – Maximiano; Lazzari (83′ Hysaj), Patric, Romagnoli, Marusic; Milinkovic (83′ Vecino), Cataldi (65′ Luis Alberto), Basic (8′ Provedel); Felipe Anderson (83′ Cancellieri), Immobile, Zaccagni. 

A disp.: Adamonis, Gila, Radu, Kamenovic, Marcos Antonio, Bertini, Romero, Moro. 

All.: Maurizio Sarri

BOLOGNA (3-5-2) – Skorupski; Soumaoro, Medel, Lykogiannis (64′ Kasius); De Silvestri, Dominguez (74′ Barrow), Schouten, Soriano (64′ Aebischer), Cambiaso (86′ Vignato); Sansone (46′ Bonifazi), Arnautovic.

A disp.: Bardi, Bagnolini, Angeli, Orsolini, Raimondo, Motolese, Amey, Urbanski, Mbaye.

All.: Sinisa Mihajlovic

Arbitro: Luca Massimi (sez. Termoli)

Assistenti: De Meo – Scarpa

IV uomo: Pezzuto 

V.A.R.: Ghersini 

A.V.A.R.: Lo Cicero 

NOTE. Ammoniti: 23′ Sansone (B), 38′ Arnautovic (B), 40′ Soumaoro (B), 53′ Cambiaso (B), 58′ Sarri (L). 71′ Lazzari (L), 86′ Aebischer (B), 90′ Immobile (L)

Espulsi: 6′ Luis Maximiano (L), 45’+4′ Soumaro (B)

Recupero: 5′ pt, 6′ st

Serie A TIM | 1ª giornata

Domenica 14 agosto 2022, ore 18:30

Stadio Olimpico, Roma

Leggi anche:   Calciomercato Lazio: Tare firma con il Rapid Vienna salutando e ringraziando
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design