Connect with us

News

Simone Inzaghi nella top 50 mondiale degli allenatori

Published

on

Simone Inzaghi scala la classifica e si piazza tra i primi 50 allenatori mondiali

Simone Inzaghi entra a far parte nella top 50 mondiale per quanto riguarda la classifica degli allenatori. Il nome del piacentino è stato scelta nella classifica stilata dal magazine Four Four Two, un magazine famoso in ambito sportivo. Piazzatosi al quarantanovesimo posto, troviamo al primo posto Peppe Guardiola con Zidane, Simeone e Allegri, quest’ultimo primo tra gli italiani. Al quarto posto si piazza Klopp. Presenti anche Sarri, Di Francesco, Conte, Gasperin, Giampaolo, Pioli e Spalletti che rappresentano l’Italia. Sergio Conceicao, vecchia conoscenza laziale dove ha fatto la storia nel mondo Lazio, si piazza al trentatreesimo posto.

50. Brendan Rodgers (Celtic)
49. Simone Inzaghi (Lazio)
48. Ricardo Gareca (Perù)
47. Sean Dyche (Burnley)
46. Juan Carlos Osorio (Paraguay)
45. Ariel Holan (Independiente)
44. Abel Ferreira (Braga)
43. Rudi Garcia (Marsiglia)
42. Quique Setien (Betis)
41. Eddie Howe (Bournemouth)

40. Gareth Southgate (Inghilterra)
39. Luciano Spalletti (Inter)
38. Stefano Pioli (Fiorentina)
37. Abdullah Avci (Istanbul Basaksehir)
36. Adi Hutter (Eintracht Francoforte)
35. Marco Giampaolo (Sampdoria)
34. Rafael Benitez (Newcastle)
33. Sergio Conceiçao (Porto)
32. Marcelo Gallardo (River Plate)
31. Unai Emery (Arsenal)

30. Bruno Genesio (Lione)
29. Niko Kovac (Bayern Monaco)
28. Renato Gaucho (Gremio)
27. Jose Bordalas (Getafe)
26. Domenico Tedesco (Schalke)
25. José Mourinho (Manchester United)
24. Pablo Machin (Siviglia)
23. Gian Piero Gasperini (Atalanta)
22. Paulo Fonseca (Shakhtar Donetsk)
21. Zlatko Dalic (Croazia)

20. Thomas Tuchel (PSG)
19. Phillip Cocu (senza panchina)
18. Antonio Conte (senza panchina)
17. Janne Andersson (Svezia)
16. Luis Enrique (Spagna)
15. Marcelino (Valencia)
14. Lucien Favre (Borussia Dortmund)
13. Eusebio Di Francesco (Roma)
12. Leonardo Jardim (senza panchina)
11. Tite (Brasile)

10. Ernesto Valverde (Barcellona)
9. Julian Nagelsmann (Hoffenheim)
8. Maurizio Sarri (Chelsea)
7. Mauricio Pochettino (Tottenham)
6. Didier Deschamps (Francia)
5. Jurgen Klopp (Liverpool)
4. Massimiliano Allegri (Juventus)
3. Diego Simeone (Atletico Madrid)
2. Zinedine Zidane (senza panchina)
1. Pep Guardiola (Manchester City)

Leggi anche:   Fiorentina-Lazio: l'arbitro della gara
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

News

Sturm Graz-Lazio, Sarri in conferenza stampa: ” Partita di coppa europea stasera, alta intensità e aggressività “

Published

on

lazio hellas verona

La Lazio esce con un buon pari in terra austriaca. La qualificazione come prima del girone in attesa della partita tra Feyernood e Midtjylland, ora appare dura ma non impossibile. Al termine della gara mister Sarri ha commentato il match in conferenza stampa:

Che partita è stata?

Partita di coppa europea, alta intensità e aggressività. Abbiamo in parte sofferto, in parte ci abbiamo messo del nostro. non possiamo sbagliare così tanto tecnicamente, un po’ anche per il terreno, troppe palle perse in modo banale. Non abbiamo fatto bene, ci sono aspetti positivi, una squadra che perde così tanti palloni mette la difesa in difficoltà. Potevamo sfruttare di più il loro calo. Si poteva perdere non avendo espresso il meglio. 

La testa non fa muovere le gambe?

Ho visto errori tecnici, qualcuno anche banale. Fosse stato un problema di testa non saremmo rimasti solidi, avremmo perso. 

Lo scorso anno questa partita si sarebbe persa? 

Uno degli aspetti positivi la solidità difensiva, anche Gila ha fatto una gara di altissimo livello. Tanti aspetti positivi, quando si gioca così spesso la serata in cui giochi sporco tecnicamente può uscire fuori. Mentalmente la partita non è stata sottovalutata, i ragazzi in campo c’erano, poi si può giocare bene o male. Ma ci siamo stati. 

Condizioni difensori?

Gila penso abbia contrattura per il dolore sentito. Romagnoli ha avuto un disturbo gastrointestinale a fine gara. 

Leggi anche:   Sturm Graz-Lazio, Sarri in conferenza stampa: " Partita di coppa europea stasera, alta intensità e aggressività "
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Sturm Graz – Lazio, le pagelle

Published

on

La Lazio pareggia in casa dello Sturm Graz nell’ultima partita di andata dei gironi di Europa League. Uno zero a zero che non convince e che porta i biancocelesti a soli quattro punti in classifica dopo tre giornate.

LAZIO (4-3-3) -Provedel 7; Hysaj 6, Gila 6 (29′ st Patric 5.5), Romagnoli 6.5, Marusic 7- (1′ st Lazzari 5.5); Milinkovic 5 (18′ st Vecino 5), Cataldi 5.5, Luis Alberto 6; Felipe Anderson 5(1′ st Zaccagni 6), Immobile 5.5, Pedro 6(27′ st Cancellieri 5.5).  A disp.: Maximiano, Magro, Radu, Marcos Antonio, Basic, Romero. All. Sarri

Leggi anche:   Lazio-Sturm Graz: le formazioni ufficiali
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Sturm Graz Lazio 0-0| cronaca e tabellino del match

Published

on

La Lazio non centra i 3 punti nella sua seconda trasferta europea della stagione e complica ancora di più la corsa al primo posto nel girone. I ragazzi di Sarri confermano il trend negativo fuori casa delle ultime stagioni, e l’ultima vittoria in Europa League lontana dalle mura amiche risale ormai allo scorso novembre contro la Lokomotiv Mosca.

LA CRONACA DEL MATCH

PRIMO TEMPO

Al 18’ Provedel sbaglia un rilancio, Vick intercetta e serve Horvat che dal limite non inquadra lo specchio.

Al 32’ ancora lo Sturm con Prass, che dalla distanza spara alto.

SECONDO TEMPO

Al 51’ sul cross di Dante si inserisce Ajeti, la palla poi finisce sui piedi di Affengruber che da buona posizione non trova la porta.

Al 61’ Zaccagni conclude con il sinistro e Siebenhandl si immola in tuffo salvando i suoi.

Al 62’ sul cross di Pedro si distende Immobile che però manda fuori con il destro.

Al 79’ il Var annulla un gol alla Lazio per posizione di fuorigioco di Immobile.

Al 81’ lo Sturm rimane in dieci per la doppia ammonizione di Gazibegovic.

IL TABELLINO DEL MATCH

STURM GRAZ-LAZIO 0-0

STURM GRAZ (4-3-1-2): Siebenhandl; Gazibegovic, Affengruber, Wuthrich, Dante; Hierlander (76′ Ljubic), Stankovic, Prass (84′ Ingolitsch), Horvat (70′ Kiteishvili); Ajeti (76′ Sarkaria), Boving (70′ Fuseini).

A disp.: Maric, Schutzenauer, Borkovic, Jantscher, Oroz, Schnegg, Wels.

All.: Christian Ilzer

LAZIO (4-3-3): Provedel; Hysaj, Gila (74′ Patric), Romagnoli, Marusic (46′ Lazzari); Milinkovic (63′ Vecino), Cataldi, Luis Alberto; Felipe Anderson (46′ Zaccagni), Immobile, Pedro (72′ Cancellieri).

A disp.: Maximiano, Magro, Radu, Marcos Antonio, Basic, Romero.

All.: Maurizio Sarri

Arbitro: Benoît Bastien (FRA).

Assistenti: Hicham Zakrani (FRA) – Aurélien Berthomieu (FRA)

IV uomo: Jérémie Pignard (FRA)

V.A.R.: Rob Dieperink (NED)

A.V.A.R.: Ingmar Oostrom (NED)

NOTE. Ammoniti: 23′ Ilzer (S), 25′ Cataldi (L), 34′ Hierlander (S), 35′ Gazibegovic (S), 88′ Patric (L), 90′ Siebenhandl (S), 90’+5′ Kiteishvili (S).

Espulsi: 81′ Gazibegovic per doppia ammonizione (S)

Recupero: 5′ st.

UEFA Europa League | Gruppo F, 3 ª giornata

Giovedì 6 ottobre 2022, ore 18:45

Stadion Graz Liebenau, Graz (AUT)

Leggi anche:   Biglietti Lazio-Sturm Graz: info e costi
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor

Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design | Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.