Connect with us

News

Sempre caos Morrison: interviene la società in sua difesa.

Published

on

Sembrava fosse ormai avvenuta la rottura definitiva. Ravel Morrison, stando a quanto riportavano alcuni siti, pareva essersi trasferito in pianta stabile a Londra, non rispondendo più alle convocazioni e non partecipando mai al lavoro di squadra. Tutto ciò è stato smentito ieri proprio dalla Lazio tramite un comunicato, che recitava “La S.S. Lazio comunica che contrariamente a quanto riportato dagli organi di comunicazione Ravel Morrison è in Inghilterra per questioni personali regolarmente autorizzato dalla società.” Questo lieve tentativo di prendere le sue difese non nasconde che il giocatore inglese sia un vero e proprio peso per la società biancoceleste. I fatti parlano chiaro: né con Pioli, né tantomeno e per quale inspiegabile motivo, con Inzaghi, si è messo a disposizione. Se non nel ritiro estivo ad Auronzo. Intanto, però, la società sborsa un milione all’anno per non farlo giocare, letteralmente, e non sono mai stati presi provvedimenti seri a riguardo. Si vociferava di multe, interruzione o blocco totale dello stipendio, ma niente. Morrison non si vede quasi mai a Formello.

Una soluzione va assolutamente trovata e deve essere nel mercato di Gennaio. A meno che non si voglia interrompere il contratto prima, ma ciò andrebbe solo a svantaggio della Lazio. Lotito e Tare vogliono riprendere qualcosa dalle perdite provocate dal giocatore. Difficile a dirsi, poche sono le squadre che si interesserebbero davvero a prendere a cuore la situazione dell’inglese. La sessione di mercato passata ha dimostrato che le squadre a lui accostate non hanno mai fatto sul serio.

Un talento davvero sprecato. A quasi 24 anni non è tollerabile un atteggiamento del genere se si viene considerati un professionista. La Lazio ha provato l’impossibile, o forse non era l’ambiente giusto. È evidente che vuole restare in Inghilterra, la sua casa, ma deve capire che con questa testa non può certamente andare avanti. Il tempo per recuperare c’è, sembra che sia la volontà a mancare. Di certo nessuno a Roma lo rimpiangerà.

Sostieni Since1900. Il nostro portale è autogestito da tifosi biancoceleste e cerchiamo uno sponsor per aiutarci a rimanere Online
Continua la Lettura
Advertisement