Connect with us

Conferenza Stampa SS.Lazio

Ranieri in conferenza stampa :”Guai a sottovalutare la Lazio”

Published

on

Il tecnico doriano Ranieri, ha parlato in conferenza stampa della partita di domani. Queste le sue dichiarazioni :

“Lo spirito è sempre lo stesso. Io voglio la stessa determinazione al di là dei risultati. Sarà una partita tremenda perché la Lazio è in un momento dove qualsiasi cosa tocca gli riesce. Immobile segna da ogni posizione. E’ una squadra che sa cosa ottenere. Lo spirito è quello di dare sempre tutto al di là del risultato. Io ho citato Immobile ma la Lazio è una squadra bella da vedere. Sanno che poi il gol lo trovano, ha fatto meno gol solo dell’Atalanta. Sappiamo e dobbiamo adeguarci, siamo molto attenti. Rischio rilassamento? Me li mangio vivi se si rilassano. È la cosa peggiore che possiamo fare, è una cosa che non accetto. Posso accettare un gol sbagliato ma la prestazione ci deve stare. Per me è sacra”,

Leggi anche:   Vecino alla Lazio, domani le visite mediche in Paideia
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Conferenza Stampa SS.Lazio

Casale alla presentazione con la Lazio: “Volevo fortemente la Lazio…”

Published

on

Dopo la presentazione di Cancellieri, parla anche Casale:

“Nella mia ultima partita il Verona ho giocato proprio contro la Lazio, sapevo già che c’era un interessamento ma ho pensato solamente a fare bene anche in quella occasione. Ora mi trovo qui e sono felice, volevo fortemente questa squadra. Questo è un grande step della mia crescita, due anni fa giocato in Serie B ed ora mi trovo in Europa. Devo dimostrare tanto, sono un jolly difensivo che si adatta ovunque.

Mi piace giocare a destra, cercherò di crescere velocemente grazie a Sarri, che è un grande allenatore. Passare dalla linea a 3 a quella a 4 ovviamente comporta delle differenze, ma in passato ho già avuto modo di farlo quindi potrà aiutarmi. Con Sarri il modo di giocare rispetto a Tudor cambia completamente, lavorerò per farmi trovare pronto. Nazionale? Ovviamente è il sogno di ogni calciatore, lavoro anche per quello. Il mister mi ha voluto fortemente, questo, insieme al valore della Lazio, ha indirizzato la mia scelta.

Tanti difensori sono cresciuti con lui in carriera, cercherò di crescere. Voglio sempre migliorare, il calcio ha memoria corta, per questo bisogna sempre fare bene. L’entusiasmo dei tifosi poi è stato bello, sapevo che  c’era una tifoseria calorosa ma non pensavo fino a questo punto. Averli in ritiro è stato molto importante”.

Leggi anche:   Cancellieri: " Tornare nella mia città per dimostrare..."
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Conferenza Stampa SS.Lazio

Cancellieri: ” Tornare nella mia città per dimostrare…”

Published

on

chi è matteo cancellieri

Nella giornata odierna è stato presentato a Formello Matteo Cancellieri e Casale. Ecco le sue parole.

“Tornare nella mia città è uno stimolo in più per dimostrare di poter fare bene anche in una squadra così importante. Guerini? Ho parlato del mio trasferimento con la sua famiglia, conoscevo Daniel da quando avevo dieci anni ed indossare la sua stessa maglia è uno stimolo in più per fare bene. Vice Immobile? Imparare un altro ruolo non mi fa paura, davanti ho la fortuna di avere un attaccante come Ciro.

Per me è una grande opportunità, cercherò di fare bene in ogni ruolo. Sono qui per imparare nuovi cose, penso di poterlo fare bene. Da attaccante ho possibilità di trovare di più la via del gol. Cerco di rubare ogni segreto ad Immobile, devo essere pronto a giocare in ogni posizione dell’attacco. Non mi spaventa, avrò il tempo per imparare e sono felice di questo.

In rosa poi ci sono tanti calciatori offensivi diversi, che fanno bene da anni. Mi aumenteranno nella crescita. Ho giocato nelle giovanili della Roma in passato, ma è un’esperienza che non c’entra nulla con l’esperienza di ora. Il derby è una gara che tutti sentono in maniera particolare e lo giocherò da calciatore della Lazio”.

Leggi anche:   Cancellieri: " Tornare nella mia città per dimostrare..."
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Conferenza Stampa SS.Lazio

Ritiro Auronzo di Cadore | Patric: ” Obiettivo tra le prime quattro!”

Published

on

Patric Gabarron è intervenuto nella conferenza stampa di Auronzo di Cadore, nella decima giornata di ritiro

Rinnovo di contratto

“È un orgoglio per me questo rinnovo. Mi sento bene con il nuovo gioco di Sarri e voglio sempre dare il massimo per portare in alto la Lazio. Il mister è stato fondamentale per la mia scelta di restare, è scattato qualcosa di nuovo dentro di me. Mi trovo molto bene anche con la società, ma il mister mi ha dato nuovi stimoli per continuare. Ho ritrovato la gioia di tornare a giocare e dedicarmi al massimo per questo sport. 

Nuovi giocatori

I ragazzi che sono arrivati hanno tanta voglia di lavorare, mi piace vedere volti nuovi dal primo giorno con la voglia di lavorare e dare il massimo. C’è un bel connubio tra i nuovi e i veterani come Ciro e Milinkovic. 

Obiettivo personale

“Io voglio dare sempre il massimo, cerco sempre di crescere come persona e come giocatore. Voglio diventare sempre più maturo quando sono in campo e cerco di aiutare sempre di più i miei compagni per fare meglio. Il calcio è questo, ci vedono in tanti e spesso vieni criticato se non fai bene ed è giusto così. Io sono il primo a saperlo ed a rimanerci male quando non gioco bene. Adesso vengo da un buon anno e vogliamo fare ancora meglio l’anno prossimo. Romagnoli, Casale e Gila hanno tanta voglia e sono contenti di essere qui. Mario Gila mi piace tanto, deve fare esperienza ma sicuramente ha tanta voglia di crescere e migliorare. 

Titolarità con Maurizio Sarri

“Il gioco di Sarri mi ha conquistato, mi ha convinto e mi piace proprio il suo modo di farci giocare e di farci muovere. Lui ha saputo capirmi a livello mentale, ha saputo scoprire cosa ci fosse nella mia testa e mi ha aiutato molto”. 

Difesa dell’anno scorso

Lo scorso anno abbiamo subito molti gol, troppi. Siamo un blocco tutta la difesa comprende anche l’attacco. Dobbiamo lavorare con la pressione alta e non possiamo farci saltare. Si attacca e si difende tutti insieme. Dobbiamo lavorare e stiamo crescendo. 

Spagnoli in squadra

Siamo tanti spagnoli, ma comunque quando siamo qua cerchiamo sempre di parlare in italiano perché è la cosa migliore. Serve parlare italiano per abituare anche i nuovi a comunicare con il mister. Pedro è eccezionale, lo vedevo da bambino ed ha un’umiltà incredibile. Spesso sembra quasi che sia lui il bambino e gli altri i fenomeni. 

Leggi anche:   Vecino alla Lazio, domani le visite mediche in Paideia

Forma fisica

A livello fisico ho avuto una iperestensione giorni fa, adesso devo cercare di riprendermi e ritornare in forma. Non è nulla di grave. Io non mi sento un leader, abbiamo tanti giocatori forti e io come ogni anno devo conquistarmi il posto. Siamo tutti uguali, nessuno è più forte dell’altro. 

Obiettivi

Noi vogliamo arrivare tra le prime quattro, sappiamo che è difficile ma ce la metteremo tutta. Sappiamo che anche per la società conta molto arrivare lì in alto e noi daremo il massimo”. 

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design