Connect with us

Conferenza Stampa SS.Lazio

Parma-Lazio, Inzaghi in conferenza stampa : “Mi aspetto una vittoria domani”

Published

on

simone-inzaghi-lazio-udinese

La Lazio festeggia 121 anni di storia. Il miglior modo per festeggiare sarebbe una vittoria domani pomeriggio. Il tecnico Simone Inzaghi, in conferenza stampa ha parlato così del match contro il Parma.

LE PAROLE DI INZAGHI

In questo momento è giusto dire che conta solo la sostanza e non la forma?

“Penso di sì, sappiamo che abbiamo un po’ di ritardo in classifica. Però c’è tempo, con la Fiorentina forse non siamo stati belli come in altre partite non vinte, abbiamo però fatto una bella prova di carattere e concentrazione. Non era semplice per l’avversaria e il momento”. 

Come sta Caicedo fisicamente e mentalmente?

“Sappiamo che col mercato aperto per tutti gli allenatori è una situazione un po’ strana. Ho visto bene il ragazzo, ha fatto un’ottima gara così come a Genova. Per domani dovrò valutare le condizioni di tutti, abbiamo qualche acciaccato e vedremo come si presenteranno alla seduta di oggi”. 

Come sta la Lazio dal punto di vista fisico? Che si aspetta dal Parma?

“Domani sarà una partita molto difficile, hanno cambiato l’allenatore da pochi giorni, D’Aversa conosce l’ambiente, saprà subito dove mettere le mani. Un ragazzo molto bravo, lo conosco. Mi dispiace per Liverani, è un amico e un ottimo tecnico. Sappiamo che il calcio è spietato. La condizione generale è buona, certo qualche giocatore, per colpa delle assenze, ha dovuto giocare più di altri. Valuterò tutti nell’allenamento che manca”. 

Come sta Luiz Felipe? Chiarimento con Pereira?

“Luiz ha una problematica alla caviglia da Frosinone, ha ricevuto un intervento durissimo che gli ha fatto perdere tempo. Lui è generosissimo, ha voluto anticipare il recupero, domenica ha preso un giallo evitabile. Sto cercando di alternarlo il più possibile, non vorrei che dovesse rifermarsi. Con Pereira abbiamo già parlato dopo la Fiorentina, tutti vorrebbero dare il proprio contributo, anche Cataldi, Parolo, tutti gli altri. È un ragazzo di cui sono molto contento, sta cercando di ambientarsi velocemente, siamo soddisfatti di lui. Quando ho gli attaccanti cerco di metterlo in un’altra posizione, con Milinkovic e Luis Alberto però è difficile trovare spazio. Lui comunque dà segnali positivi. Domenica eravamo insieme dopo la gara, non ci sono problemi”. 

Settimana del possibile rilancio?

“Settimana importante, non guardo troppo in là, dobbiamo essere bravi a vedere la gara successiva. Focus solo sul Parma, ha ottimi giocatori, è la classica partita trappola. Dovremo farci trovare pronti”. 

Leggi anche:   Tatuaggi ss Lazio, idee e significati

Lulic come sta? Condiziona il mercato?

“Lo sanno tutti quanto sia importante, è il nostro capitano, un giocatore che con me in 4 anni sarà mancato due volte. Ha avuto una problematica importante, adesso siamo soddisfatti di come sta lavorando, secondo me siamo a buon punto, lo aspettiamo a braccia aperte, un giocatore che dentro e fuori si fa sentire sempre con le giuste maniere. Un giocatore che io, staff e tifosi aspettiamo, sono convinto che tornerà ad aiutarci. Sul mercato c’è un confronto continuo, normale che molto dipenda dal nostro capitano, ma in questi ultimi 3 giorni l’ho visto sulla via del recupero”.

Desiderio per il 121esimo compleanno della Lazio?

“In questo momento mi viene da dire la vittoria di domani, è la più importante per noi ora. Compie gli anni la Lazio, insieme alla squadra vorremmo regalare alla società e ai nostri tifosi una vittoria importante. I tifosi ci mancano, sappiamo cosa sono per noi, mi viene in mente la partita dell’anno scorso a Parma, una bella giornata tutti insieme, spero tornino al più presto”. 

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Calciomercato Lazio

Conferenza Stampa Danilo Cataldi: “Mi sento titolare, lavoriamo per qualcosa di importante…”

Published

on

Seconda conferenza stampa stagionale per la Lazio con Danilo Cataldi che risponde ai microfoni dei cronisti presenti ad Auronzo di Cadore

Tu sei abituato ad avere la valigia, spesso precario, lo scorso anno ti sei preso la titolarità, cosa è cambiato in te?

Fa parte del mestiere stare con la valigia di anno in anno. Il mio obiettivo è restare qui ed impormi. L’anno scorso grazie al mister ho cercato di sfruttare le mie occasioni. Mi sono diviso i compiti con Leiva e spero quest’anno andranno Meglio

Lazio più Italiana

Sicuramente è una cosa positiva ma mi piace una Lazio a prescindere da chi viene. Posso fare qualcosa di importate. L’anno scorso era l’anno zero, all’inizio abbiamo fatto tanta fatica ma negli ultimi 2 mesi dominavamo la partita a prescindere dal risultato. Spero che quest’anno faremo un grande campionato

Concorrenza nel reparto in passato( Biglia, Leiva…)

Diciamo questa cosa del ruolo, penso che è un ruolo preciso. Con Inzaghi anche ho giocato spesso davanti la difesa a prescindere dal mister. Una squadra come la Lazio deve avere concorrenza in tutti i ruoli. Con Leiva ci miglioravamo a vicenda, lui ha cercato di imparare da me e io rubavo da lui. Ben vengano giocatori nuovi che quest’anno dobbiamo fare qualcosa di importante.

Ti senti titolare?

Si, mi sento titolare ma ripeto, non è importante. Ho vissuto tanti anni di difficoltà. Ho giocato poco e degli spezzoni che difficilmente giocavi bene non avendo dialogo e ritmo con i compagni. Il mio obiettivo è di fare qualcosa di grande, si stanno mettendo le basi. Con Marcos Antonio gli darò una grande mano e proverò a parlarci per farlo integrare anche se non parlo brasiliano.

Cosa ti ha dato Sarri per questo ruolo?

Penso che nonostante non è che trovavo continuità, penso di essere stato un ragazzo umile mettendomi in discussione. Non riuscivo ad essere scelto perchè quello che serviva al momento alla Lazio non era nelle mie caratteristiche. Con Sarri, la richiesta è diversa e io in quello mi ci ritrovo di più. Grazie al mister e allo staff che mi aiutano a capire i posizionamenti con o senza palla. Ci riguardiamo anche per migliorare partita dopo partita che può dare qualche spunto in più.

Leggi anche:   Tatuaggi ss Lazio, idee e significati

Nazionale e obiettivi personali

Obiettivo personale è normale che chiunque giocatore voglia giocare tutte le partite, ma è molto relativo. Quando inizio il ritiro o la stagione penso a quello che dobbiamo fare e quello da raggiungere insieme. Ho tanti obiettivi che penso con la Lazio ma me li tengo per me. C’è una bella atmosfera in rosa che spero che possa continuare.

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Conferenza Stampa SS.Lazio

Conferenza stampa Felipe Anderso: ” Quest’anno possiamo fare tante cose belle…”

Published

on

Felipe Anderson è intervenuto in conferenza stampa ad Auronzo di Cadore. Il brasiliano apre la stagione 2022 della Lazio con la prima intervista ufficiale.

Come stai e come sta la Lazio fisicamente e psicologicamente?

Sto molto bene, motivato e i compagni sono carichi e contenti. Giorni difficili ma lavoriamo con serenità per la prossima stagione”.

Gli addi di Leiva, Luiz Felipe e Strakosha

Tanti amici sono andati via, ma questo è il calcio. Auguro tutto il meglio e dobbiamo pensare ai nuovi arrivi. Ho parlato con Marcos Antonio e non vede l’ora di arrivare

Il secondo anno con Maurizio Sarri, cosa migliorare?

L’anno scorso c’erano tante cose nuove da imparare ma alla fine si vedeva la sua mano nel gioco. Ripartiamo da li, ci sarà qualcosa da aggiungere ma adesso siamo molto motivati. Se leviamo gli errori possiamo fare tante cose belle.

Obiettivi

Non abbiamo parlato di obiettivi ma con il mister abbiamo parlato che possiamo giocare con chiunque, stare in alto e cercare più partite possibili.”

Critiche per discontinuità

Ci saranno sempre le critiche, sono abituato. Mi riguardo sempre, quello che faccio per la squadra. Puoi crescere in tutti i sensi ma ci saranno sempre le critiche”.

Sarri vs Pioli

“Difficile paragonarli perchè con Pioli avevo una mentalità diversa. Anche lo stile di gioco, perchè Sarri vuole tanto pressing alto. Con Pioli invece aspettavamo un po’ di più gli avversari”.

Messaggio ai tifosi

Sicuramente vi voglio ringraziare per l’affetto e per averci sostenuto anche quando le cose sono andate male. Io e tutti i giocatori vi invitiamo allo stadio, abbiamo bisogno del vostro sostegno”.

Leggi anche:   Maximiano è ufficialmente un giocatore della Lazio: il comunicato
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Conferenza Stampa SS.Lazio

Lazio-Sampdoria: la conferenza stampa di Maurizio Sarri : ” Sensazione di crescita sotto tutti i livelli “

Published

on

Al termine di Lazio-Sampdoria, Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa

“Romero per l’età che ha lascia intravedere un potenziale importante, ha una mentalità che mi lascia ben sperare. Non ho bisogno degli scampoli di partita per giudicarlo, lo vedo tutti i giorni in allenamento. Sono felice per Luis Alberto, che ha realizzato un gol di rara bellezza.

La partita di questa sera è stata simile a quella contro lo Spezia, concedendo poco: a differenza di sabato scorso, non abbiamo commesso gravi errori. La squadra ha giocato con qualità, facendo una partita seria. Pedro? Avrò un controllo lunedì, speriamo di riaverlo in gruppo. Spero di averlo a disposizione, vedremo lunedì.

La sensazione è che la squadra stia crescendo sotto tutti i livelli. Ringrazio il pubblico, trascinando i tifosi ed avere un Olimpico così pieno ogni partita sarebbe un vantaggio importante. Le partite europee non sono una difficoltà per noi, chi gioca il giovedì perde più spesso la domenica, nonostante si parli di squadre di livello. Servirebbe quindi andare in Champions e giocare di martedì (ride, ndr).

Lazzari sta crescendo tantissimo, è in un percorso positivo per quanto riguarda la tattica di reparto ed inviduale. Inoltre, in questo percorso non sta perdendo le proprie qualità offensive”.

Leggi anche:   Abbonamento ss Lazio 2022-2023, dati alla mano
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design