Connect with us

Primavera

Oggi verrà presentata l’Academy

Published

on

PRIMAVERA
Un anno fa la storia, oggi il futuro. Il 26 maggio 2013, alle 19.27, Senad Lulic spingeva in rete il pallone più pesante della sua carriera e tra i più importanti della storia laziale. E’ del bosniaco il volto del trionfo, quello che stasera sarà di nuovo festeggiato allo Chalet del Bosco in occasione del “Giuliano Fiorini Day” per il saluto degli idoli d’un tempo (tra gli invitati anche Beppe Signori) al bomber che salvò la Lazio del meno nove, con tanto di cocktail creato ad hoc – come anticipa Il Corriere della Sera, non poteva che essere ribattezzato il Lulic 71 – e videomessaggio dal ritiro mondiale della Bosnia. Forse il suo ultimo regalo alla causa biancoceleste, visto che Juve e Inter (con i bianconeri in pole position) se lo contendono e in estate potrebbero portarselo via da Formello, ma non l’unico. Occhio infatti, proprio alle 19.27, al suo profilo ufficiale Facebook: si attendono sorprese, potrebbe essere postata la foto di quella casacca speciale. Ma la festa non sarà circoscritta solo alla Capitale: il Lazio Club Milano ha organizzato la tradizionale festa di fine stagione, con la presenza di tantissimi ex laziali di epoche diverse, proprio in concomitanza del 26 maggio. Una data non casuale, appunto, scelta per la presentazione ufficiale dell’Academy biancoceleste che andrà in scena alle 16 a Formello. Fino alle 13 si potrà continuare a votare per darle un nome – la volata è tra Maestrelli e Lovati, salvo sorprese dell’ultima ora – quindi scatterà la festa con circa 500 invitati, compresi esponenti del mondo istituzionale e sportivo. Come riporta stamattina l’edizione romana de La Gazzetta dello Sport, oggi Claudio Lotito illustrerà i dettagli dell’operazione, che riunirà nella casa biancoceleste di Formello l’intero settore giovanile, dai Pulcini fino alla Primavera. Saranno creati altri quattro campi, in aggiunta ai tre già esistenti, e un’altra foresteria per ospitare i ragazzi delle giovanili che arrivano dall’estero e da altre zone d’Italia. Una sorte di college, modello Ajax e Barcellona, in cui i ragazzi potranno anche studiare e saranno seguiti da alcuni insegnanti. L’allargamento del centro sportivo biancoceleste, peraltro, favorirà altre iniziative collaterali, come quella di agevolare le visite dei tifosi per un itinerario non solo sportivo ma anche archeologico (all’interno di Formello ci sono resti di epoca etrusca). Il lancio dell’Academy accompagna una speranza per il futuro della Lazio, garantito dai talenti cresciuti nella Primavera di Bollini e oggi di Inzaghi. Nel giro di un paio d’anni, Lotito e Tare si augurano di veder diventare titolari in prima squadra almeno un paio di ragazzi. Sarebbe il modo migliore per dare continuità di risultati e di tenuta a un impianto collaudato: questa la riflessione odierna de Il Corriere dello Sport, che come esempio recente più importante a livello di club nel calcio italiano cita l’invincibile Milan di Sacchi e la sua linea difensiva tutta italiana: Tassotti, Costacurta, Baresi e Maldini. Con gli italiani, in assoluto, ci sono maggiori possibilità di instaurare rapporti di lunga durata: si pensi in primis a Inzaghi e Siviglia, rimasti dopo aver appeso gli scarpini al chiodo come allenatori del settore giovanile, ma anche a Mauri, Rocchi, Brocchi e l’oriundo Ledesma. Con più di un occhio al domani dei vari Crecco, Filippini, Lombardi, Rozzi e Cataldi.

LALAZIOSIAMONOI

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

News

Marco Bertini, dalla Primavera ad Auronzo con Maurizio Sarri

Published

on

bertini

Marco Bertini dopo una stagione deludente della Primavera può tornare a sorridere con una piccola soddisfazione. Il centrocampista, prodotto del vivaio biancoceleste, sta vivendo un sogno: quello di allenarsi con la Prima Squadra della Capitale agli ordini di Maurizio Sarri.

Il giocatore racconta ai microfoni di Lazio Style Channel le sue emozioni dopo il suo primo allenamento con la S.S Lazio.

Primavera Lazio

“Ho una maggiore consapevolezza nei mie mezzi rispetto a dodici mesi fa, poi devo dimostrarlo in campo. Purtroppo la scorsa stagione in Primavera non è stata positiva, non siamo riusciti a raggiungere la promozione. Dal punto di vista personale posso essere soddisfatto, ma non abbiamo ottenuto il traguardo collettivo.

Cancellieri e Marco Bertini

Cancellieri è cresciuto molto dalla semifinale di Coppa Italia in cui ci sfidammo. Sono felice che sia qui. Il mio obiettivo è allenarmi bene e dare tutto, poi tireremo le somme più avanti.”

Compagni in ritiro

Rispetto allo scorso anno ho un po’ più di esperienza e consapevolezza nei miei mezzi. Sono pronto quest’anno a dare tutto. Avere molti compagni della Primavera in ritiro forse mi permette di vivere più facilmente vivere il ritiro. Se dovessero avere bisogno di una mano sono pronto ad aiutarli.

Responsabilità

È un’emozione incredibile partecipare al ritiro della prima squadra da giovane del vivaio. C’è comunque anche un po’ di responsabilità, bisogna lavorare molto.

Il Ruolo di Marco Bertini

“Lo scorso anno ho ricoperto più posizioni in mediana, cerco di adattarmi al meglio ad ogni richiesta del mister”.

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Tommaso Rocchi e Fabiani per il rilancio della Lazio Primavera

Published

on

La Lazio Primavera potrebbe cambiare faccia con Tommaso Rocchi e Fabiani. Sembra ormai scontato che Calori lascerà la Capitale dopo non aver centrato l’obiettivo.

Come riporta anche Lalaziosiamonoi, l’ex capitano biancoceleste sogna una carriera come quella di Simone Inzaghi. Tommasino dovrebbe incontrare Lotito la prossima settimana per fare il salto dall’Under18 alla Lazio Primavera. Ma con lui dovrebbe entrare nella società anche Fabiani, un ds che affiancherà Igli Tare sul settore giovanile.

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Lazio Primavera | Raul Moro non basta, si ripartirà dalla Primavera 2 un’altra volta…

Published

on

Brescia-Lazio ( primavera ) termina con la vittoria dei capitolini per 2 reti ad 1. Non basta però la rete di Raul Moro visto che nell’andata i bresciani si sono imposti per 3 reti ad 1.

Apre le danze Crespi dopo 21 minuti di gioco, 4 minuti dopo Raul Moro raddoppia per lo 0-2 ma i padroni di casa firmano il gol decisivo finale con Bianchetti, Lo spagnolo biancoceleste nel secondo tempo prova più volte a pareggiare il risultato dell’andata ma per ben due volte il pallone si ferma sui legni della porta.

Calori dovrà ricominciare da dove ha ripreso la Lazio Primavera: in Primavera 2 e addio sogno promozione.

Campionato Primavera 2 | Play-off, ritorno quarti di finale

Sabato 7 maggio 2022, ore 15:00

Centro Sportivo San Filippo (BS)

BRESCIA (4-3-3) – Prandini; Boafo, Maccherini, Castellini, Danesi (79′ Cappadonna); Bertoni (64′ Manu), Tomella, Fogliata; Bertazzoli (70′ Ferro), Del Barba (79′ Del Barba), Bianchetti. A disp.: Recaldini, Ferro, Vasta, Mainardi, Scalmana, Mor. All.: Gustavo Aragolaza

LAZIO (4-3-3) – Moretti; Floriani Mussolini (90′ Quaresima), Ruggeri, Santovito, Pollini (60′ Bedini); Troise (60′ Coulibaly), Ferro (90′ Tare), Bertini; Shehu (72′ Mancino), Crespi, Moro.  A disp.: Morsa, Furlanetto, Kane, Cantiani, Ferrante, Schuan, Adjaoudi. All.: Alessandro Calori 

Arbitro: Andrea Calzavara (sez. Varese)

Assistenti: Simone Biffi – Nicolò Moroni

Ammoniti: Ruggeri, Pollini, Troise, Crespi (L) Danesi, Tomella (B)

Espulsi: ///

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design