Connect with us

News

Neto:” Conosco il valore del mio cartellino. Voglio essere il migliore”

Published

on

Petro Neto è carico dopo l’esordio con la casacca biancoceleste in campionato. Il giovane portoghese è intervenuto ai microfoni biancocelesti.

“Il mio esordio è stato bellissimo, ricordo il pubblico e tutti i tifosi presenti, è stata una sensazione bellissima. Fin da quando sono arrivato ho aspettato quel momento e quell’opportunità. È stata una bella soddisfazione, ho lavorato sodo per essere qui, essere il quinto più giovane calciatore straniero ad aver esordito con la maglia della Lazio nella sua storia è motivo di orgoglio per me. Dedico tutto questo a mia madre e mio padre, i quali mi seguono sempre e dei quali ascolto sempre consigli e suggerimenti.

Non ho avvertito la pressione per il prezzo che la Lazio ha pagato per me, conosco il mio valore e quanto ho lavorato per avere questo. Sapevo che la Serie A sarebbe stata così difficile, difensivamente si lavora di più rispetto al Portogallo, tatticamente è proprio un’altra storia.

Ho esordito in Serie A lo stesso giorno in cui c’era Cristiano Ronaldo all’Olimpico, è stato bello. Lui e Cancelo sono per me dei punti di riferimento ed esempi da seguire.

I tifosi biancocelesti sono incredibili, quando sento il pubblico esplodere in un boato nei miei confronti significa che ho fatto qualcosa di bello, è un’emozione indescrivibile. Devo migliorare nella fase di non possesso, questa è stata la cosa più complicata che ho dovuto imparare da quando sono alla Lazio. In Italia se sei giovane è difficile giocare dato che è si pratica un calcio “maturo”. Pensavo di esordire prima, ma l’ho fatto al momento giusto, quando il mister pensava che fosse arrivata l’ora e l’ha ritenuto giusto. Ho un bellissimo rapporto con Inzaghi, mi ha aiutato tantissimo, mi stimola sempre a fare meglio.

Roma è una bellissima città, il tempo qui è stupendo, non come in Portogallo che in questo periodo dell’anno il clima non è proprio il massimo. Quando non mi alleno sto a casa, altrimenti visito il centro di Roma. Ho visto Fontana di Trevi ed il Vaticano ad esempio.

Con la Lazio mi sono trovato subito bene, ci sono tanti giocatori di qualità che mi hanno aiutato molto. Leiva è stato fondamentale nel mio inserimento, ma anche persone come Bastos, Luiz Felipe e tanti altri. Devo prendere esempio da quelli più forti, ho lavorato sodo per esordire, mi sono messo a disposizione con molta umiltà: è un valore che ho imparato dalla mia famiglia, la quale mi ha sempre insegnato che per arrivare lontano ed a grandi obbiettivi bisogna essere così.

È un momento difficile per la Lazio in quanto abbiamo numerose partite ravvicinate, stiamo lavorando per esprimerci al meglio. Il campionato italiano è difficile, ci sono molte squadre che lottano per la Champions. Contro il Siviglia sarà una gara tosta, un match contro una grande squadra, speriamo di passare. Sarà una partita difficile perché gli andalusi hanno tante qualità, ma anche noi siamo forti e possiamo trovare il gol in varie maniere.

Devo continuare a lavorare sodo per realizzare il mio primo gol in Serie A, devo migliorare in tutti gli aspetti, ma soprattutto nella fase di non possesso. Voglio essere bravo in tutto quello che faccio. Ho messo a segno un gol bellissimo con la Nazionale e punto ad avere più momenti possibile come quelli.

Potevo accettare le proposte del Barcellona o del Manchester, ma ho deciso di venire alla Lazio perché era il progetto più giusto per me, è una squadra di grande qualità. Quando sono arrivato Nani mi ha aiutato tantissimo nel mio inserimento nella squadra.

Trascorro spesso tempo ai videogiochi, non ho mai affrontato con Immobile, Bruno Jordao è scarso con il joystick! Mi sono confrontato anche con Bastos e Wallace, ma ho sconfitto anche loro.

I giovani non devono mai abbattersi perché non giocano, bisogna sempre lavorare a testa bassa e farsi trovare pronti al momento giusto. Non aver raggiunto la Champions l’anno scorso è stato doloroso, un vero peccato non aver centrato questo obiettivo. Siamo maturati ed abbiamo imparato tanto dalla scorsa stagione. Il mio ruolo è principalmente quello di esterno, qui devo agire da seconda punta, ascolto al 100% quello che mi dice il mister. Voglio imparare il più possibile e mettermi a disposizione nel migliore dei modi per la squadra”.


Leggi anche:   Biglietti Roma-Lazio 2022: info e costi
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

News

Sturm Graz-Lazio, Sarri in conferenza stampa: ” Noi possiamo crescere per poter diventare competitivi, non vincenti “.

Published

on

Vigilia di Europa League in casa Lazio. La squadra di mister Sarri sarà ospite in terra austriaca per affrontare lo Sturm Graz. Nella consueta conferenza stampa, mister Sarri ha presentato la gara. Queste le sue parole:

Ha trovato l’antidoto anti-distrazione? Il tecnico dello Sturm Graz ha elogiato la sua squadra, le fa piacere?

“Mi danno soddisfazione le prestazioni dei miei calciatori, quello che si dice fuori mi fa piacere, ma mi interessa poco. La Lazio sta bene, sta giocando bene dall’inizio, ha fallito una partita per un pizzico di superficialità e presunzione. Dopo la vittoria con il Feyenoord abbiamo pensato che forse sarebbe stato facile, in Europa non è così. Qui se non giochi al massimo ne paghi le conseguenze. Non abbiamo giocato al 100%, domani dobbiamo rimediare, dobbiamo venire qui e rimediare con l’umiltà come primo aspetto vista la presunzione dell’ultima gara. La Lazio comunque sta bene, su 10 partite ha fallito solo quella in Danimarca. Le altre, al di là del risultato, le ha tutte giocate”.

Quanto è cresciuta la squadra nell’ultimo periodo? Una considerazione sulle condizioni di Romagnoli?

“Decidiamo intanto per domani, poi vediamo per Firenze, ora non ci interessa. Romagnoli viene da una stagione complicata, ha avuto tanti problemi, adduttori, inizio di pubalgia, calo dal punto di vista muscolare, ha fatto un percorso per tornare alle condizioni attuali. Prima non mi sembrava il caso di metterlo a rischio con le lesioni con le tre partite settimanali. Ora mi sembra aver raggiunto un momento ottimo, ma vediamo, decido domani mattina chi far giocare. Poi nei giorni seguenti, a seconda di come sono usciti dal match i ragazzi, scelgo a chi far giocare la gara seguente”. 

Dopo la partita con lo Spezia qualcuno ha inserito la Lazio tra quelle che possono vincere lo Scudetto. A che punto è il suo lavoro?

“Siamo all’inizio. Un po’ più avanti dell’inizio dal punto di vista tattico, 7-8 ragazzi giocavano con noi l’anno scorso, 7-8 sono nuovi. Sul percorso della mentalità abbiamo ripreso da zero, stiamo cercando di crescere da questo punto di vista. La cazzata più grossa che possono fare i miei calciatori è quella di sentire e ascoltare queste cose sullo Scudetto, Roma purtroppo è un po’ specializzata in questa cosa, parlo dell’esaltazione e poi del ritorno alla polvere. Noi possiamo crescere per poter diventare competitivi, non vincenti. Pensiamo domani sera, sarà tosta, loro hanno tanta intensità. E stop, poi pensiamo alla prossima senza andare dietro a certi discorsi”. 

Leggi anche:   Serie B Femminile | Ternana-Lazio: terzo risultato positivo su 3!

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Sturm Graz-Lazio, Ilzer in conferenza stampa: ” Entrambe le gare contro la Lazio saranno decisive”

Published

on

Vigilia di Europa League in casa dello Sturm Graz. La squadra austriaca domani sera alle ore 18.45 ospiterà la Lazio di Sarri. Nella consueta conferenza stampa, ha parlare è il tecnico Christian Ilzer . Queste le sue parole:

“Domani giocheremo contro una squadra molto forte, una squadra storica. La Lazio è la squadra da battere ma noi abbiamo un grandissimo obiettivo: giocare come sappiamo. La Lazio ha grandissimi giocatori, molto forti”.

MIDTJYLLAND – LAZIO: Ho guardato la gara contro il Midtjylland e il risultato non gioca a nostro favore. La Lazio non si risparmierà dal punto di vista delle energie e anche nei giocatori, potrebbero entrare tutti. Il Midtjylland ha giocato molto bene la sua gara, con molta fiducia. La Lazio sarà sicuramente pronta alla gara di domani”.

GIRONE – “Al momento la classifica è equilibrata. Entrambe le gare contro la Lazio saranno decisive. Domani giocheremo in casa davanti ai nostri tifosi. Se vincessimo sarebbe un grande successo per noi. Proveremo a giocare al meglio. Cosa mi spaventa di più della Lazio? Il possesso palla, dovremo cercare di arginarlo”.

ASSENZE – “Assenti? I miei giocatori stanno bene, abbiamo recuperato al meglio. La Lazio ha molti giocatori forti. Personalmente apprezzo molto Lazzari come terzino perché riesce a prevedere molto bene le azioni, sono rimasto piacevolmente sorpreso dal suo gioco”.

IL MATCH – “La Lazio è la squadra favorita ma nonostante questo noi daremo del nostro meglio. Ci affideremo ai nostri punti di forza. Il nostro obiettivo è dare il nostro meglio, siamo fiduciosi, vogliamo dire la nostra anche a livello europeo. La Lazio è una squadra forte, la gara contro il Midtjylland è stata una svista”.

Leggi anche:   Sturm Graz-Lazio, Ilzer in conferenza stampa: " Entrambe le gare contro la Lazio saranno decisive"
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Adani alla Bobo TV : ” La Lazio non è favorita per il quarto posto ma…”

Published

on

Lele Adani ex calciatore della Lazio e ora opinionista Rai, nel corso della trasmissione Bobo TV, ha rilasciato parole di apprezzamento per la squadra di Sarri, queste le sue parole:

Per la prima volta con Sarri ha vinto tre partite di fila in campionato. Non accadeva dal 2015 senza subire gol. Lo abbiamo sempre detto. Gioca bene ma dietro soffre. In difesa non ha Couto e Mihajlovic questo va detto. Da quando Milinkovic è arrivato nel 2015/16 ha fatto 51 gol. Solo un centrocampista da quel momento ne ha fatti di più, in pratica un trequartista: è Ilicic. Con questi due gol è il centrocampista che ha preso parte a più gol in questa stagione nei maggiori campionati europei. Tre reti e cinque assist. Si sta rivelando quello che dicevamo. È una squadra che continua a evolversi. Continua a crescere facendo cose difficili da pronosticare. Sta trovando equilibro e le idee dell’allenatore. Sta facendo qualcosa di superiore. Per me la Lazio farà fatica a giocarsi il quarto posto. Sapete la stima che ho nel tecnico. Lavorando sta prendendo quella direzione. In questo equilibrio tra possesso e non possesso è diventata davvero competitiva. Difficile che ci arrivi, ma attenzione… Partita con lo Spezia? Nel primo tempo ho visto giocate clamorose”.

Leggi anche:   Sturm Graz-Lazio, Sarri in conferenza stampa: " Noi possiamo crescere per poter diventare competitivi, non vincenti ".
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor

Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design | Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.