Connect with us

News

Male la prima, un film già visto.

Published

on

Lazio-Napoli serie AIl percorso della s.s Lazio è cominciato ufficialmente nella giornata di ieri proseguendo la fase negativa estiva delle partite (tabellini alla mano anche con le amichevoli). Si sà che il calcio estivo è solamente per unire un gruppo facendo inserire i tasselli nuovi rimpiazzando quelli ormai vecchi che sono andati via ma il tifoso biancoceleste non ne può più. Se contro le squadrette che hanno portato il risultato a casa durante i match che non prevedevano punti in palio, la Juventus ieri ha alzato il primo trofeo. Partiamo dal presupposto che quella di ieri è stata una partita noiosa sia da una parte che dall’altra e che le due squadre hanno giocato controvoglia senza azioni degne della serie A. Ma questo non vuol dire che quando c’è un trofeo in palio la mente ed il cervello devono stare al livello del fisioco del giocatore in campo. Nei 90 minuti di ieri la Lazio non sembrava essere quella della stagione passata, solamente i nuovi acquisti in quel poco che hanno giocato volevano farsi notare con le loro giocate. Con questo non vogliamo far ricadere la colpa solamente sui giocatori ma basti vedere anche il mister che è stato elogiato da tutti nel corso del campionato, ha sbagliato completamente la visione di gioco ed i cambi nel corso della partita.
Tutto questo viene condito con il solito mercato della società biancoceleste. Acquisti tardivi e il più delle volte avvengono agli sgoccioli del calciomercato. Fra pochi giorni si gioca una partita importante che può essere utile anche alle casse societarie ma i tasselli per ambire all’Europa, specie vedendo la prestazione di quest’ultima Lazio sembrano mancare. Si parla di un Balotelli o di un Borini che approderanno a Roma solo se si supera il turno ma non possiamo aspettare che la fortuna ci assista per comprare. Arrivare contro la squadra tedesca e rinforzarci solamente se la si batte è un controsenso che in nessun club mondiale si è mai visto.
Troppa tensione nello spogliatoio e troppe chiacchiere. Una fascia di capitano data ad un Biglia che tentenna se rimanere o no, una fascia che sembra un contentino per un capriccio o come se si da un compenso per far rimanere una persona che vuole crescere calcisticamente, una fascia che a questo punto la meriterebbe qualcuno che possa tenere in piedi un gruppo senza far tremare lo spogliatoio per un suo possibile addio.
La tensione si fa sempre più alta ed il conto alla rovescia è terminato è ora che la Lazio torni a giocare a pallone come solo lei sa fare ma è anche ora che la società faccia qualcosa! Oramai sono 11 anni che la Lazio è in mano a Lotito oramai sono 11 anni che il film è sempre lo stesso!

Leggi anche:   1 Dicembre 1948: Nasce Re Cecconi

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement

Infermeria

Infermeria Lazio: Sarri ha un solo assente oltre a Milinkovic e Vecino

Published

on

infermeria lazio

La Lazio prosegue la sua preparazione invernale in questo stop per il mondiale del Qatar 2022. Nella sessione di oggi a Formello, solamente Marcos Antonio non si è presentato per un attacco influenzale. Dall’altra parte si attendono Milinkovic SavicMattias Vecino che sono stati eliminati entrambi dalla campionato mondiale ma che godranno ancora di qualche giorno di ferie.

Tutto il gruppo ha l’allenamento con Maurizio Sarri che vede l’infermeria vuota. Luis Alberto anche è tornato in gruppo dopo aver fatto una giornata di palestra nella giornata di ieri. Felipe Anderson provato ancora da Falso Nueve, in attesa di capire se quest’inverno arriverà un vice Immobile oppure no.

 

Leggi anche:   Serie B Femminile | Chievo Verona-Lazio 2-2, Chatzinikolaou sbaglia il raddoppio ma recupera il risultato
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

News

Terremoto Juventus: nelle intercettazioni coinvolta anche la Roma

Published

on

spinazzola juventus intercettazioni roma

Arrivano nuove intercettazioni nel caso Juventusplusvalenze. Dopo le intercettazioni che hanno menzionato qualche club della Serie A come l’Atalanta, Genoa, Milan, Udinese e Bologna, spunta anche una telefonata tra Cherubini e Stefano Bertola. Come riporta la Gazzetta dello Sport, nell’intercettazione si parla anche di uno scambio con la Roma:

Se Fabio si svegliava la mattina e aveva mal di testa o beveva un bicchiere poteva firmare 20 milioni senza dirlo a nessuno. Era pericoloso (…)“. Dice Cherubini che si sente rispondere così da Bertola: “Sì perché va in loop“. E replica Cherubini: “Lui a un certo punto non aveva più questo filtro (…) Non agiva per la Paratici srl, ma per la Juve eh (…) Ha fatto un fuori giri! E ti ha portato a fare delle operazioni che in un contesto di normalità non puoi fare…Spinazzola-Pellegrini non puoi farlo“.

Leggi anche:   Serie B Femminile | Chievo Verona-Lazio 2-2, Chatzinikolaou sbaglia il raddoppio ma recupera il risultato
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Lazio Women

Serie B Femminile | Chievo Verona-Lazio 2-2, Chatzinikolaou sbaglia il raddoppio ma recupera il risultato

Published

on

lazio women chievo

Nella giornata odierna di Serie B Femminile, Chievo Verona – Lazio termina con un pareggio. Ennesimo risultato positivo e consecutivo per le ragazze di Catini che recuperano il match nel secondo tempo. Apre le danze Proietti per il vantaggio biancoceleste dopo soli 7 minuti di gioco. Al 14esimo minuto di gioco la Chatzinikolaou calcia sopra la traversa il rigore che poteva portare le biancocelesti sul 2-0 e dopo solo 3 minuti, le padrone di casa ne approfittano pareggiando con la Ferrato. Il raddoppio gialloblù arriva a 3 minuti dalla fine del primo tempo con la Mascalzoni.

Nel secondo tempo Chatzinikolaou pareggia al nono minuto di gioco regalando un punto prezioso per la classifica. Con il pareggio odierno, le aquilotte mantengono il primo posto in classifica. Il Napoli vince 4-0 contro il Genoa e accorcia la distanza in classifica portandosi a 23 punti ( -3 dalla capolista biancoceleste ).

Tabellino Chievo Verona Women F.M. – Lazio Women 2 – 2

MARCATORI: 7′ pt E. Proietti (L), 23′ pt C. Ferrato (C), 42′ pt D. Mascanzoni (C), 9′ st D. Chatzinikolaou (L)

CHIEVO VERONA WOMEN F.M. (4-3-3): G. Bettineschi, C. Mele, H. Corrado, S. Zanoletti, D. Mascanzoni, V. Puglisi (↓ 17′ st), S. Kiem, S. Tardini (↓ 42′ st), A. Massa (↓ 27′ st), C. Ferrato, F. Alborghetti (↓)
A disposizione: A. Sargenti, P. Boglioni, I. Tunoaia, M. Scuratti (↑ 17′ st), K. Willis (↑ 27′ st), F. Salaorni (↑ 17′ st), Z. Caneo (↑ 42′ st), S. Ventura
All: Venturi Giacomo

LAZIO WOMEN (4-3-1-2): E. Guidi, F. Pittaccio, C. Groff, E. Kakampouki, A. Pezzotti, A. Castiello, L. Eriksen (↓ 36′ st), S. Colombo, E. Proietti (↓ 24′ st), N. Visentin (↓ 29′ st), D. Chatzinikolaou (↓ 36′ st)
A disposizione: S. Natalucci, F. Savini, A. Khellas, S. Vivirito (↑ 36′ st), C. Palombi, S. Fuhlendorff (↑ 24′ st), M. Toniolo (↑ 29′ st), S. Jansen (↑ 36′ st), L. Falloni
All: Catini Massimiliano

Leggi anche:   Serie B Femminile | Chievo Verona-Lazio 2-2, Chatzinikolaou sbaglia il raddoppio ma recupera il risultato
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor


Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza