Connect with us

Calciomercato Lazio

Lotito attacca Candreva :”Farai la fine di Zarate” e Marchetti :”Non pari più”

Published

on

Lazio-Napoli serie A

Tutti contro tutti: Lotito contro Petkovic e i giocatori, i giocatori contro il presidente, i giocatori contro i giocatori. Questa Lazio è una polveriera, così non riemerge dalle ceneri. Il presidente è un vulcano, scioglieva tutto e tutti martedì mattina, salvava soltanto i giovani dalla lava incandescente: «Loro sono l”esempio». Sulla bocca nomi e cognomi altisonanti dei laziali processati e presi di petto. Stavolta non c”è più solo Hernanes fra gli imputati, persino Candreva s”è beccato la strigliata: «Rischi di diventare come Zarate, di sbattere sugli avversari, se continui ad essere così egoista».

Era rivolto a lui e Marchetti, pure il primo rimbrotto di fuoco: «Qualcuno si sente già arrivato, s”è montato».

Il portiere si beccava più di tutti la furia lotitiana: «Se vuoi essere ceduto a gennaio, basta dirlo. Cosa t”abbiamo fatto? Non pari più…». Come se i suoi guantoni si fossero persi fra le fiamme rossonere: il Milan lo vuole (spunta pure l”ipotesi di uno scambio con Matri), Lotito lo sa. Ma non ci sta: «La Lazio non è un punto di partenza». Tradotto: questa squadra non è un albergo.

TEDESCO E MUGUGNI
E nemmeno Klose – ancora ai box – può fare ciò che vuole: ormai si origliano sempre più forti i mugugni dei compagni dentro lo spogliatoio. Diviso ogni giorno che passa, come due braccia lontane di quell”unica ed eterna Coppa Italia. A proposito, la squadra non ha ancora ricevuto i premi (60mila euro ciascuno), Lotito li pagherà entro il 15 febbraio. E chissà che il giorno prima – a San Valentino – non possa risbocciare l”amore. Solo se la Lazio tornerà umile come il 26 maggio: “Da allora vi siete sentiti degli dei”.
EGOISMO E FUGA
Un gruppo allo sbando, troppo egoismo, il carattere è un optional. Ci sono tante gelosie (Ledesma-Biglia). Lotito c”ha ragione, i senatori devono trascinare la squadra. Pure con una spalla, è atteso Klose. Invece lui, Mito, non ha alcuna intenzione di pregiudicarsi il suo ultimo mondiale, i record, la nuova vita negli States. C”è chi già lo vede ai Los Angeles Galaxy a giugno, chi è in ansia per Lulic al Chelsea, chi trema per il giovane Onazi al Liverpool. Tutti vogliono fuggire dalla Lazio e lasciarla in avaria. Ora basta, il futuro è adesso e non si può mica affogare nello sconforto o nel caos. È vero, la confusione – anche tattica – di Petkovic disorienta la squadra, ma non può essere un alibi: «Col Napoli abbiamo pagato errori di supponenza», urlava Lotito martedì. Un disastro la coppia Cana-Ciani, chissà se domenica a Torino – oltre Biava – ricomparirà Dias, in esilio da mesi a Formello. André ha litigato con Petkovic, aveva chiesto d”essere ceduto, probabilmente verrà accontentato a gennaio. Ma ora s”allena e serve come il pane provare a reinserirlo in una difesa a pezzi (21 reti subite). Sospiro di sollievo almeno per Radu: niente stiramento, esclusa la lesione negli esami di ieri, oggi sarà nel gruppo. Al quale Lotito – oltre a Vlado, nell”attesa dell”annuncio svizzero – ha dato un ultimatum: tre partite, il numero perfetto.
Il Messaggero.it
Dario Cadeddu

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement

Calciomercato Lazio

Lotito a Il Messaggero: ” Nessun patto per il mercato di gennaio, Formello? Primo nel mondo…”

Published

on

lotito calciomercato

Claudio Lotito rilascia un’intervista a Il Messaggero riguardante il mercato di gennaio e il ritiro del 12-22 dicembre 2022.

RITIRO – «Formello ormai è diventato uno dei primi 4-5 centri sportivi nel mondo, parola del presidente Fifa Infantino, dopo averlo visitato. È chiaro che Sarri non voglia più muoversi da qui, nemmeno per il ritiro. Mica ha torto. Vedremo di conciliare il tutto nella fase finale di dicembre con le amichevoli all’estero».

MERCATO – «Non c’è alcun patto per comprare a gennaio un giovane terzino sinistro, anche perché, lo ripeto ancora, deve uscire prima eventualmente qualcuno da un organico ampio. Kamenovic e Fares? Loro già non giocano...».

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

Mattia Zaccagni: ecco le cifre per blindarlo alla Lazio

Published

on

rinnovo zaccagni lazio

Lotito sta preparando un rinnovo di contratto per Mattia Zaccagni. Secondo la rassegna stampa di Radiosei, il presidente della Lazio vuole blindare il suo arciere. Arrivato nell’agosto del 2021 ha firmato un contratto con la Lazio fino al 2025 per 1,5 milioni di euro.

Diventato quasi subito una pedina fondamentale nello scacchiere di Sarri, l’esterno biancoceleste potrebbe firmare a breve un contratto che lo legherà alla Lazio fino al 2027 passando da 1,5 milioni di euro più bonus a stagione a 2,5 milioni di euro a stagione.

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

Difficile l’addio di Muriqi al Mallorca a gennaio

Published

on

muriqi mallorca

Dopo una brutta esperienza in maglia biancoceleste, con quasi 50 presenze ed un solo goal in una stagione e mezzo, Vedat Muriqi è rinato in Spagna con il Mallorca dove sta dando prova di grandi prestazioni.

Nelle ultime ore si è parlato del possibile addio del kosovaro a gennaio verso squadre come l’Aston Villa ed il Siviglia. Il suo contratto scade nel 2027 e contiene una clausola rescissoria di circa 40 milioni di euro. La Lazio ha il diritto al 45% su una futura rivendita, per questo la società starebbe monitorando la situazione.

Nonostante i rumors, l’attaccante non sembrerebbe essere totalmente interessato a lasciare la sua squadra dopo le ottime prestazioni. Sono 8 i goal dopo solo 12 presenze in Liga quest’anno, dietro solamente ad un certo Lewandoski. Il Mallorca si trova attualmente all’undicesimo posto, lontano dalla zona retrocessione.

Vedremo durante il mercato invernale come si evolverà la situazione.

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor


Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza