L’ex Bacci: “Tengo molto alla Lazio, dispiace vederla in queste condizioni. Difesa da rivedere”

Alla vigilia del confronto di campionato tra Lazio e Torino, il doppio ex Roberto Bacci è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Radiosei per analizzare i temi caldi dell’incontro che si svolgerà all’Olimpico di Torino nell’anticipo delle 12,30.

L’ex difensore e centrocampista, classe 1967, ha parlato della situazione delicata che sta vivendo l’ambiente biancoceleste: “La Lazio è una squadra a cui tengo ancora molto, dispiace vederla in queste condizioni. Ad inizio stagione ero molto fiducioso circa le potenzialità della squadra, quanto meno per i primi sei posti. Dopo le ultime prestazioni l’impresa è impossibile, meno male che c’è l’Europa League, ma anche li bisogna stare attenti e valutare anche la qualità degli avversari che si sono incontrati fino ad oggi. Una cosa è certa, la Lazio il prossimo anno ha bisogno di giocare ancora in Europa“.

Leggi anche:   Massimo Cellino ed il biolarismo che gli fa cambiare idea: " Ricominciare è folle"

Il campionato degli uomini di Pioli sembra essere già finito a 3 mesi dalla chiusura ufficiale, con il derby che però può ancora dare un senso (seppur minimo) a questa stagione, proprio accanto all’Europa League. Infatti lo si sa, la stracittadina vale molto nella Capitale, e per questo un’eventuale vittoria dei biancocelesti potrebbe modificare le valutazioni finali della stagione. “E’ una partita a parte, non dipende dallo stato di forma o da questo difficile momento. Quando l’ho vissuto io c’erano molti pareggi e gare non belle esteticamente. Per questa la Lazio è comunque uno stimolo importante“.

Leggi anche:   Stefano De Martino a radio Kiss Kiss: " Scudetto? Non ci nascondiamo dietro un dito"

In chiusura, il calciatore cresciuto nelle giovanili del Torino ha provato a spiegare quali sono i fattori che hanno portato la Lazio in una situazione di classifica così deficitaria, consigliando alla società di intervenire sul mercato: “La Lazio è mancata in continuità, soprattutto a livello di singoli, le prestazioni sono state troppo altalenanti. Poi si sono registrati dei problemi oggettivi in difesa. Dopo l’infortunio di De Vrij forse era inevitabile, anche se la sensazione è che ultimamente abbia fatto peggio l’attacco che la difesa che comunque resta un reparto da rinforzare se si vuole ambire a qualcosa di importante“.

Leggi anche:   Le Iene "minacciano" Lotito: " Se non chiarisci il caso Zarate mandiamo in onda il servizio il 2 Giugno"