Le parole di mister Inzaghi in conferenza stampa

Con quali presupposti si parte?

“Quello che è stato in questi tre anni è passato. Abbiamo fatto grandi cose, con vittorie e piazzamenti, dobbiamo cercare di migliorare la classifica finale arrivando in Champions. Non dobbiamo guardarci indietro, i ragazzi sanno che siamo la squadra che ha vinto di più dopo la Juve. Tutti i campionati sono diversi uno dall’altro. Vogliamo migliorarci, sappiamo che anche le squadre medie si sono rinforzate.”

Sei soddisfatto dalla squadra?

“Sono molto soddisfatto per la squadra e di come si è allenata. Ho avuto grande disponibilità dai nuovi. Lazzari è stato avvantaggiato perché conosce la lingua e il campionato, gli altri venendo da altri campionati ci metteranno un po’ di più. Però sono molto soddisfatto dai miei ragazzi.”

Le ultime…

“Non ci saranno Wallace, Jony e Lukaku. Jordan l’ho visto bene, tra un po’ tornerà in gruppo. Caicedo e Leiva stamattina hanno fatto l’intera seduta, ho avuto riscontri positivi. Ho ancora qualche dubbio in regia, ho tre calciatori in quel ruolo: Leiva, Cataldi e Parolo. Marusic è da martedì che si allena bene, ma ha un mese in meno di preparazione. Lazzari ha dato grande disponibilità.”

La griglia di partenza…

“Questo è il quarto anno, in questo mese e mezzo si parla poco della Lazio. Sappiamo che ci mettono dietro in griglia, ma per quello che ho visto saremo lì a giocarci i posti che contano. In coppa le semifinali e le finali sperando di vincere i trofei. Per gli altri partiamo dietro, ma ce la giocheremo fino in fondo con le altre.”

Rosa completa?

“C’è un grandissimo rapporto con la società, parliamo tutti i giorni. Se ci sarà l’occasione faremo qualcosa in avanti, anche se nei prossimi giorni Caicedo dovrebbe rinnovare il contratto. Poi ho due calciatori giovani come André Anderson e Adekanye. Purtroppo il mercato è ancora aperto, avrei preferito che si chiudesse in anticipo come l’anno scorso.”

Sul calendario…

“L’inizio di campionato non è proprio uguale all’anno scorso, ma poco ci manca. Sappiamo che avremo un inizio molto impegnativo. Di Francesco è un allenatore che rispetto molto, ci conosciamo da tanto tempo, è molto preparato. La Samp è una squadra allenata molto bene, esordire a Marassi sarà dura.”

Su Milinkovic…

“È un nostro top player, che ha fatto 35 giorni straordinari. In Germania ha avuto questo problema all’anca, da martedì è tornato in gruppo molto bene. Se domani mi darà garanzie partirà dal primo minuto.”

A che punto è Vavro?

“Domani sceglierò tra lui e Luiz Felipe. Denis è un calciatore molto intelligente, ma a differenza di Lazzari non conosce la lingua e non giocava con questo modulo. Mentre Luiz Felipe è rientrato nel migliore dei modi.”

Sul mercato…

“Quello che mi premeva più di tutto è che si sistemasse la vicenda Caicedo. Non è il massimo giocare con il contratto in scadenza. Stiamo monitorando assieme al direttore e alla società. Se ci sarà l’occasione per migliorare la faremo, altrimenti rimarremo così.”

Su Correa…

“Ha fatto un ottimo pre-campionato, l’augurio è che possa continuare a migliorarsi. Sono convinto che con la preparazione fatta interamente con noi possa crescere maggiormente. Al Siviglia giocava largo, è un calciatore di grande estro, deve giocare vicino al compagno di reparto.”

Recupero di palla e aggressività.

“Si è lavorato su determinate cose, questa compresa. Non ci potrà essere sempre un pressing in avanti. Domenica troveremo una squadra molto organizzata, che corre, ma noi vorremo esordire nel migliore dei modi.”