Connect with us
test2

Pagelle

Lazio Zenit: le pagelle

Published

on

La Lazio vince nettamente contro lo Zenit e mette un bel passo verso la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League.

Una partita che ha visto la superiorità netta della Lazio che ha controllato sempre la partita e, se era piu’ cinica, avrebbe segnato altri gol.

Lo Zenit si è reso pericoloso solo sul gol di Dzyuba e sul tiro dopo pochi munuti di Erokhin.

Grande, come al solito, il nostro Ciro autore di una doppietta, con il primo gol da cineteca.

Gol anche per Marco Parolo che si meritava un premio vista la sua perenne presenza in questa squadra da anni, ogni qual volta si renda necessario, in ogni ruolo.

Adesso in classifica la Lazio è seconda ad un punto dal Dortmund primo, ma a quattro punti dal Brugge terzo. Insomma questa vittoria è stata determinante.

Appuntamento domenica in campionato con la Lazio impegnata all’Olimpico contro l’Udinese.

Vediamo i voti della Lazio:

REINA 6: inoperoso o quasi stasera. Incolpevole sul gol.

HOEDT 6,5: sempre in crescita Wesley, arrivato tra lo scetticismo generale, sta rispondendo sul campo a suon di ottime prestazioni.

PATRIC 6: si porta a casa la pagnotta, anche se deve lottare contro i colossi russi.

ACERBI 7: difende, imposta, si propone in avanti e crossa. Un leone!

LEIVA 6: buona diga nel primo tempo, nel secondo tempo cala vistosamente.

LUIS ALBERTO 6,5: in mezzo al campo è il solito maestro d’orchestra. Anche nelle notti di gala da Champions.

PAROLO 7: quando smetterà dovremmo alzarci in piedi e applaudire questo ragazzo che ha messo sempre tutto quello che aveva per questa maglia. E il gol è solo il regalo che si merita. Bravo Marco.

MARUSIC 6: controlla bene la sua fascia di competenza senza subire troppo. Si propone anche qualche volta in avanti ma con risultati non ottimali.

LAZZARI 5,5: oggi non benissimo il laterale ex Spal: molto timido e quando riesce a proporsi in avanti non è lucido.

CORREA 7: oggi è sveglio e si vede. Fa ammattire la difesa dello Zenit in piu’ di un’occasione. Peccato non aver segnato.

IMMOBILE 7,5: noi laziali lo conosciamo e lo sosteniamo da anni. Mi immedesimo in chi, dopo una scarpa d’oro e caterve di gol in Italia e nelle coppe, ancora lo contesta. Non lo meritate.

Leggi anche:   Basta l'Atalanta C per pareggiare all'Olimpico: le pagelle di Lazio Atalanta

AKPA AKPRO 6,5: sempre positivo ogni volta che viene preso in considerazione.

LUIS FELIPE 6: buon ingresso quello del brasiliano che difende molto bene nella mezz’ora finale.

CATALDI SV: controlla abbastanza bene davanti la difesa.

FARES SV

MURIQI SV

Seguici su Facebook!
Continue Reading
Advertisement

News

Basta l’Atalanta C per pareggiare all’Olimpico: le pagelle di Lazio Atalanta

Published

on

La Lazio non va oltre il pareggio contro un’Atalanta senza 9 titolari e riesce a tirare in porta 1 sola volta verso la porta atalantina.

Poco da dire: una bruttissima figura vedere una prestazione del genere contro una squadra che era in netta difficoltà.

Qualche giocatore oggi dovrebbe essere bacchettato pubblicamente per la prestazione indecente proposta oggi.

Un Anderson inesistente che, per 5 partite fatte bene, per qualcuno campa di rendita anche dopo i mesi e mesi di nulla totale.

Luis Alberto un vecchissimo parente del giocatore ammirato negli anni scorsi.

Oggi l’umore del tifoso laziale e pessimo, come se avessimo perso la partita. Soprattutto nel vedere Gasperini al fischio finale ridersela ampiamente.

Spero di vedere dopo la sosta giocatori che indossano la nostra casacca che almeno ci mettano l’anima, e non dei bambocci che meriterebbero solo la tribuna.

Adesso la sosta, alla ripresa la partita di Firenze contro la squadra di Italiano.

Vediamo i voti della nostra squadra:

STRAKOSHA SV: mai impegnato.

MARUSIC 5: deve giocare a sinistra ma gioca solo con il piede destro. Quasi inesistente.

PATRIC 6: non crea danni ed è l’unico in difesa che tenta di cominciare l’azione.

LUIZ FELIPE 5,5: in difesa sarebbe anche da 6 ma in fase di costruzione è nullo.

HYSAJ 6: non ho capito la sostituzione con Lazzari. Non aveva demeritato, soprattutto vedendo la prestazione del suo compagno di fascia.

LEIVA 6,5: oggi ci ha messo il cuore: non sarà più un giocatore adatto alla serie a, ma il cuore lo mette, ed oggi qualcuno dovrebbe prendere esempio dal brasiliano.

MILINKOVIC 6,5: è l’unico che prova sempre a spronare una squadra che oggi, per la grande maggioranza, ha offerto un pessimo spettacolo.

LUIS ALBERTO 4,5: io amo questo giocatore, lo reputo un giocatore pazzesco e lo ha dimostrato. Ma questo giocatore che stiamo vedendo quest’anno è un giocatore pessimo.

ANDERSON 4: vedere un giocatore che indossa la nostra maglia, offrire una prestazione del genere, fa incavolare il tifoso. E non è ammissibile. E quest’anno non è la prima volta che “ammiriamo” questo eterno addormentato.

ZACCAGNI 6,5: ampiamente uno dei migliori della Lazio. Tenta di creare qualche difficoltà con la sua velocità.

IMMOBILE 5: viene letteralmente annullato da Demiral. Anche lui oggi offre una brutta prestazione.

Leggi anche:   Basta l'Atalanta C per pareggiare all'Olimpico: le pagelle di Lazio Atalanta

LAZZARI 6: con la sua freschezza mette in difficoltà i giocatori dell’Atalanta che erano in difficoltà fisica.

BASIC SV

SARRI 4,5: non metto mai l’allenatore nelle pagelle, ma oggi si merita il voto anche lui. Tenere in campo un giocatore inesistente per 93 minuti non è accettabile, anche se hai 18 enni in panchina

Seguici su Facebook!
Continue Reading

News

Partita dominata: le pagelle di Salernitana Lazio

Published

on

La Lazio espugna l’Arechi di Salerno con un rotondo 3 a 0, specchio di un dominio totale, anche grazie alle diverse assenze della squadra avversaria.

Poco da dire: il solito bomber Immobile autore di una doppietta, e il solito Milinkovic che incanta con le sue giocate.

Adesso ci aspettano due partite molto difficili contro l’Atalanta, e dopo la sosta contro la Fiorentina, aspettando anche novità di mercato per migliorare la squadra.

Vediamo i voti dei nostri giocatori:

STRAKOSHA SV: spettatore

HYSAJ 6: si porta la pagnotta a casa questa sera

PATRIC 6: riesce a farsi ripetutamente anticipare anche da GONDO. Prende la sufficienza perché non crea danni.

LUIZ FELIPE 6: idem con patate. Anche in un partita ormai chiusa riesce a prendere un giallo evitabile.

MARUSIC 6: si porta a casa la stessa pagnotta data a Hysaj.

CATALDI 6,5: gira bene la palla nel primo tempo; peccato solo per l’ammonizione inventata che lo renderà squalificato per l’Atalanta.

MILINKOVIC 7: giocate di grande classe per Sergio che regala con il tacco un assist al bacio per Ciro, e serve Pedro che successivamente regala un cioccolatino al bacio per la doppietta di Ciro.

LUIS ALBERTO 6: mi aspettavo di più sinceramente; vedo un giocatore ormai rassegnato, che sa che verrà ceduto a Giugno. Peccato perché lo reputo ancora il giocatore più tecnico che abbiamo.

ZACCAGNI 6,5: tra lui e Anderson attualmente non esiste paragone: l’ex Verona merita il posto da titolare.

PEDRO 6: esco a metà primo tempo per un risentimento al polpaccio.

IMMOBILE 7,5: ennesima doppietta che lo rende attualmente il miglior marcatore del campionato con 17 gol.

ANDERSON 6: un semplice passaggio che permette a Lazzari di segnare il 3 a 0. Per il resto niente di che.

LEIVA 6: si porta a casa la sufficienza senza acuti.

LAZZARI 6,5: entra e segna, anche se rimane ai margini del progetto.

MORENO SV

VAVRO SV

Leggi anche:   Basta l'Atalanta C per pareggiare all'Olimpico: le pagelle di Lazio Atalanta
Seguici su Facebook!
Continue Reading

News

Buon Natale da Venezia: le pagelle di Venezia Lazio

Published

on

La Lazio espugna il “Penzo” di Venezia per 3 a 1 e chiude l’anno con due vittorie consecutive. La partita è stata molto fisica ed è stata decisa dalla maggiore qualità tecnica dei nostri giocatori, Pedro su tutti.

Un Pedro che oggi ha segnato il suo settimo gol in campionato, dimostrando anche stasera la sua immensa classe. In gol anche Luis Alberto, che forse meriterebbe più considerazione da parte del mister.

Lazio che chiude il girone di andata con 31 punti con due vittorie nelle ultime due partite. Si riprende il 6 gennaio del 2022 con la Lazio che ospiterà l’Empoli.

In queste ultime pagelle del 2021 auguro a tutti voi e alle vostre famiglie un Buon natale e un felice anno nuovo.

Vediamo insieme i voti dei nostri giocatori:

STRAKOSHA 6: il Venezia lo impegna pochissime volte, incolpevole sul gol di Forte.

MARUSIC 5,5: non lo vedo al 100% in queste ultime partite. Non è lucido nelle scelte e anche lento.

ACERBI 6,5: la sua migliore prestazioni da 2 mesi a questa parte, forse la tirata di orecchie dei tifosi per il gestaccio di venerdi ha fatto effetto. Chiude la partita in avanti per un problema muscolare.

LUIS FELIPE 5,5: continuo a pensare che questo giocatore non potrà mai diventare un leader difensivo per il futuro della Lazio. In ormai tanti anni abbiamo visto sempre i soliti errori, e stasera perde in maniera inspiegabile Forte che segna il gol del momentaneo pareggio.

RADU 6,5: rigioca titolare dopo la disfatta di Verona e il recordman di presenze nella storia della Lazio risponde presente. Prestazione solida e attenta.

CATALDI 5,5: due suoi errori procurano due cartellini gialli per Ramos e Basic. Non riesce mai a guardare in avanti e la sua partita e stop e scarico all’indietro. Un po troppo poco.

MILINKOVIC 5,5: non è tranquillo e le sue prestazione ne risentono. Si incaponisce in giocate troppo leziose e puntualmente perde la palla. E da un capitano ci si aspetta altro. Sveglia Sergio!

BASIC 6,5: concretezza pura e qualche buon spunto tecnico. Toma fa intravedere il suo potenziale anche se personalmente darei più spazio a Luis Alberto.

ZACCAGNI 6,5: frizzante e sempre pericoloso quando punta l’uomo, regalando quasi sempre la superiorità numerica alla Lazio. Tira poco verso la porta però, e questo e la sua unica pecca.

Leggi anche:   Basta l'Atalanta C per pareggiare all'Olimpico: le pagelle di Lazio Atalanta

PEDRO 7,5: un giocatore di un’altra categoria, anche oggi fa la differenza con la sua velocità e la sua qualità. Un acquisto super.

ANDERSON 5,5: oggi è tornato in modalità semi dormiente; ovviamente giocava da punta e non è il suo ruolo, ma le pecche di personalità sono sempre presenti.

LEIVA 6: più concreto di Cataldi dando solidità e sicurezza nei minuti finali.

LUIS ALBERTO 7: 20 minuti in campo facendo intravedere tutto il suo grande potenziale. Chiude la partita con un grande gol che chiude la partita. E il giocatore più tecnico che abbiamo, non può restare in panchina.

LAZZARI SV

A.ANDERSON.

Seguici su Facebook!
Continue Reading

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design