Connect with us

News

Montagne russe biancocelesti: le pagelle di Lazio Udinese.

Published

on

Una partita pazza che però ha confermato che la nostra squadra abbia dei seri problemi. Un primo tempo horror dove sei stato capace di far segnare all’Udinese, che è tra le squadre meno prolifiche della serie a, 3 gol.

Nel secondo tempo la squadra almeno ha risposto a livello nervoso ed è riuscita a portarsi persino sul 4-3. Sembrava fatta, ma siamo riusciti nell’impresa di far segnare ancora l’Udinese che segna con il solito Arslan, e chiude la partita sul 4-4.

Ci sono tanti discorsi da fare: in primis qualche giocatore non dovrebbe più rientrare a Formello e lasciare subito la Lazio.

Poi la difesa lascia dei buchi da film horror ed ha permesso anche alla scarsa Udinese di segnare 4 gol.

Non so che pensare davvero, ma sono preoccupato. Non vedo una Lazio in crescita, ma anzi sta regredendo, e non ci sono miglioramenti. E farti pareggiare al 98 con una punizione giocata all’indietro senza che nessuno contrasti non è accettabile.

Vediamo insieme i voti dei giocatori laziali:

REINA 5,5: miracoli mai, ogni tiro è un gol.

LAZZARI 5: i piedi non esistono per lui, è inaudito che non sappia ne passare un pallone ne sappia fare un cross.

ACERBI 5,5: segna il gol del 4-3 ma prima è osceno.

PATRIC 4: fare una pagella lucida senza insultarlo è veramente difficile. Mi limito nel dire che non vorrei più vederlo, perché oltre alla prestazione indecente, riesce a farsi espellere poco dopo il 3-3 della Lazio.

HYSAJ 6,5: oggi è stato il migliore in difesa sia da esterno e si da difensore centrale.

CATALDI 5: qualcuno per 3 partite fatte bene già faceva paragoni scomodi. Dopo Napoli anche oggi ha giocato con gli avversari.

MILINKOVIC 6,5: lui almeno ci mette la tigna e la voglia. Poi nel secondo tempo sale in cattedra e segna il 3-3 con un capolavoro.

LUIS ALBERTO 5: fuori dal gioco, lento, senza idee.

PEDRO 6,5: lui è sempre li a lottare ed è l’unico che esce sempre almeno con la sufficienza. Altro gol per lui.

IMMOBILE 6,5: altro gol per lui che ci mette sempre il cuore in ogni partita.

FELIPE ANDERSON 5: tolto il rimpallo che lo favorisce per la sgroppata che poi porta al gol Immobile, è il solito giocatore addormentato.

Leggi anche:   Davanti ai 50mila dell'Olimpico la Lazio conferma il 5° posto: le pagelle di Lazio Hellas Verona

RADU 6,5: non si riesce a capire perché fino a stasera abbia giocato UNA partita.

BASIC 6: regala, da calcio da fermo il pallone del momentaneo 4-3 di Acerbi.

ZACCAGNI 5: è entrato malissimo, regalando poi la punizione inutile al 98 che permette all’Udinese di pareggiare.

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Calciomercato Lazio

Lotito su Milinkovic: ” Il prezzo non c’è, non l’ho messo sul mercato”

Published

on

Tempo di cambiamenti in casa Lazio con un calciomercato alle porte e gli occhi puntati su Claudio Lotito e Maurizio Sarri che hanno un patto tra di loro. Sappiamo tutti che il tecnico toscano non è uno yesman e che nelle dichiarazioni post e pre gara ha sempre tirato in causa la necessità di avere più giocatori idonei al suo gioco tramite il calciomercato.

Un rinnovo arrivato tra i due dove c’è sicuramente un accordo che questa volta nel mercato arrivino rinforzi richiesti e non ripieghi.

Quest’estate la Lazio vedrà lasciare la Capitale diversi giocatori tra i quali anche gli esuberi ma soprattutto dei pezzi fondamentali come Strakosha, Leiva e Luiz Felipe con un Francesco Acerbi ancora più in dubbio. Ma nessuno nega che una fetta del popolo biancoceleste ha il terrore che possa partire anche Milinkovic-Savic e Luis Alberto. Il Sergente tramite i suoi social rassicura tutti con il suo senso di appartenenza biancoceleste ma le offerte dai top club sono sempre dietro l’angolo.

Proprio su di lui e su Acerbi torna a parlare Claudio Lotito ai microfoni di Sky.

Maurizio Sarri e Lotito

 “Il rapporto tra me e Sarri è sempre stato forte, di stima reciproca. Penso che sia un grande professionista, vive esclusivamente di calcio, da quello che mi ha detto si trova bene alla Lazio, dice che è un posto dove si può fare calcio. Il prossimo anno se sarà lui il nostro tecnico? Se valgono i contratti allora dovrebbe essere così”.

Calciomercato

L’estate scorsa abbiamo acquistato 7 giocatori complessivamente, compreso il tanto vituperato Kamenovic, che si sta rivelando uno che può stare nella Lazio. Dobbiamo affrontare il secondo passaggio con alcune figure, interpreti e ruoli che sono fondamentali per far sì che venga rinforzata squadra”. 

Milinkovic Savic

“L’oggetto del desiderio di tutti. Il prezzo c’è quando viene uno viene messo sul mercato. Io non ce l’ho messo, quindi non c’è il prezzo. Nel momento in cui dovesse venire a chiederci, o meglio esserci un’offerta che lo soddisfi dal punto di vista professionale, parlando delle 5 squadre top al mondo, e anche economico e che allo stesso tempo contempli le esigenze della Lazio, di certo non mi metto a fare le crociate contro Milinkovic perché non lo meriterebbe”.

Acerbi

“Lui ha un contratto con la Lazio, è un grande giocatore nel suo ruolo. Tutto quello che verrà più avanti in termine di mercato, esigenze, aspettative o richieste del giocatore e di altre società, lo valuteremo”. 

Leggi anche:   Lazio Hellas Verona 3-3| cronaca e tabellino del match
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Immobile: ” Premio difficile ma è bello arrivare sopra a loro…”

Published

on

Ciro Immobile è stato premiato come il Miglior Attaccante della Serie A 2021/22 vincendo per la quarta volta la classifica cannonieri. Mai nessuno come lui nella storia dei calciatori italiani spegnendo qualsiasi polemica con i fatti e non con le parole.

Il capitano biancoceleste ha rilasciato un’intervista ai canali ufficiali della Lega Serie A spiegando le sue emozioni e sensazioni per il titolo vinto:

Sono davvero felice, questo premio lo dedico a mia moglie ai miei figli e alla mia famiglia. Ovviamente devo dar merito al mister, allo staff e ovviamente ai miei compagni di squadra. Questo premio va assolutamente condiviso con loro che mi hanno in condizione di poter realizzare tutto questo. Ogni anno c’è sempre qualcuno che è lì e lotta con me per poter vincere la classifica marcatori. E’ complicato, è un premio difficile e, come ho detto prima se non c’è lavoro di squadra dietro è difficile da ottenere. Sono davvero soddisfatto del lavoro fatto. Complimenti a Lautaro, Vlahovic e gli altri attaccanti che hanno fatto una stagione davvero importante ed è bello arrivare davanti a calciatori come loro”.

Leggi anche:   Pedro da scarto della Roma a uomo chiave della Lazio per l'Europa!
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

Mertens alla Lazio? Le parole di Pedullà

Published

on

La Lazio vuole un vice Immobile ed il nome entrato in orbita biancoceleste, anche se non di ruolo effettivo, è quello di Mertens. Il Belga è alle prese con il rinnovo di contratto con il Napoli e sappiamo tutti come sia legato alla città partenopea.

Maurizio Sarri però vorrebbe il folletto azzurro nella Capitale e come riporta la rassegna stampa, sembrerebbe che ci sia già stato un contatto tra l’allenatore ed il giocatore. Fu proprio lui a lanciarlo come falso nueve quando era al Napoli portandolo al centro del progetto di De Laurentiis. Un rinnovo che comunque potrebbe arrivare quasi certamente vista la partenza anche di Lorenzo Insigne ed il Napoli non può permettersi di perdere due pupilli.

A parlare della situazione ci pensa anche Alfredo Pedullà che è molto amico di Maurizio Sarri :

C’è stato un contatto tra Maurizio Sarri e Dries Mertens. Il loro rapporto resta speciale a prescindere, non a caso con Sarri in panchina “Ciro” ha battuto tutto i record trasformandosi da attaccante esterno a prima punta con risultati straordinari. La Lazio può essere interessata, ma sa che in questi giorni la priorità dell’attaccante belga è quella di rinnovare il contatto. Mertens resterebbe a Napoli per tutta la sua vita calcistica, questo è bene ribadirlo. Sa anche che non potrebbero esserci condizioni per un rinnovo alle cifre attuali, circa 4,5 milioni, ma è normale che non potrebbe esserci un ridimensionamento tale da andare sotto la metà. E anche su questo tavolo si giocherà la partita, con un prevedibile incontro nei prossimi giorni. Ripetiamo: la priorità di Mertens è il rinnovo per il Napoli. Le altre eventuali candidate (Lazio compresa) per ora possono soltanto restare alla finestra.

Leggi anche:   Lotito su Milinkovic: " Il prezzo non c'è, non l'ho messo sul mercato"
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design