Connect with us

News

Roma è biancoceleste: le pagelle di Lazio Roma.

Published

on

La Lazio conquista il derby capitolino dopo una partita intensa giocata da entrambe le squadre e rovinata da un arbitraggio in stile dilettantistico.

Prima vittoria nel derby anche per mister Sarri che, alla fine della partita, ha sfoggiato sotto la curva nord l’aquila olimpia.

Primi 25 minuti dominati dalla Lazio, che va avanti di 2 gol grazie ai gol del sergente e dell’ex Pedro. Poi pian piano la Lazio cala e, grazie anche ad errori difensivi, riesce a far rientrare la Roma in partita con il gol di Ibanez.

Nella fine del primo tempo la Lazio subisce la reazione nervose della Roma dopo il gol del 2 a 1 sfiorando il gol con Zaniolo.

Il secondo tempo la partite è aperta a tutti i risultati, con le due squadre che pensano solo ad attaccare, senza pensare troppo alla fase difensiva.

Immobile regala il secondo assist gol per il 3 a 1 di Anderson, mentre, poco dopo l’arbitro si inventa un rigore stile Strootman alla Roma per tuffo di Zaniolo.

Reina salva la Lazio dal pareggio con un grande intervento su Zaniolo mentre Ciro non è lucidissimo sotto porta per chiudere la partita.

Finisce cosi un derby che per noi è fondamentale, piu’ per il morale e la convinzione che per i 3 punti.

Stasera godiamo ma da domani già testa a giovedi per la partita fondamentale che ci vedrà giocare contro la Lokomotiv.

Adesso vediamo i voti dei giocatori con l’aquila sul petto

REINA 7: salva la Lazio in almeno 3 occasioni con 3 parate fondamentali.

HYSAJ 5: forse il peggiore della Lazio oggi: sempre in affanno su Zaniolo e spesso in confusione sulle giocate.

ACERBI 5,5: io lo vedo in netta discesa da un anno a questa parte. Sembra appannato e in confusione nelle giocate.

LUIS FELIPE 6: la solita prestazione tra buone giocate e errori abbastanza senza senso.

MARUSIC 6: subisce meno di Hysaj e sembra piu’ sicuro dell’albanese.

LEIVA 6: le sue prestazioni in questa Lazio sono al limite della tenerezza vedendolo arrancare per andare a prendere i giocatori che passano senza problemi nel centrocampo laziale.

LUIS ALBERTO 6,5: sopraffino quando ha lo spazio e il ritmo per proporre le sue giocate. Forse oggi non lo avrei sostituito.

MILINKOVIC 7: un grande gol di potenza prendendo anche grande botta in testa dal citofono portoghese in porta. Corre fino allo sfinimento per tutta la partita.

Leggi anche:   Guido Guerrieri - giocatori Lazio

ANDERSON 7,5: Vina non lo prende mai e Felipetto è sempre nelle occasioni della Lazio. Segna anche il 3 a 1 dopo cioccolatino servito da Immobile.

PEDRO 7: sono due giorni che dico che avrebbe segnato e non mi delude. Segna alla sua ex squadra il gol del 2 a 0 davanti all’allenatore che gli ha preferito Carles perez. Porta Zaniolo a scuola facendo capire la differenza attuale di prestigio.

IMMOBILE 7,5: con questo voto vi aspettate sicuramente una doppietta per il nostro bomber. Ma questa volta la doppietta e per gli assist che regala a Pedro e Felipe per i gol laziali.

CATALDI 6,5: forse attualmente meriterebbe il posto da titolare al posto di Leiva sia per le prestazioni sia per la freschezza fisica.

AKPA 5,5: corre si, ma ragazzi tecnicamente siamo ai livelli del calcio fiorentino. Se stoppa un pallone e pura fortuna.

MURIQI SV

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Focus

Tommaso Rocchi

Published

on

Tommaso Rocchi è entrato nei cuori dei tifosi biancocelesti seguendo un percorso simile a quello di Simone Inzaghi. Il suo ruolo è tutt’ora nella Lazio come allenatore dell’under 18.

La sua carriera da calciatore iniziò nel 1986 nelle giovanili del Venezia fino ad approdare a quelle della Juventus. Tanta gavetta per Tommasino con il primo ruolo da professionista con la Pro Patria nel 1997 passando poi per Fermana, Saronno, Como, Treviso ed Empoli. Nel 2004 viene acquistato dalla Lazio collezionando 244 presenze e 82 reti siglate fino al 2013. Parentesi neroazzurra, con Rocchi all’Inter nell’annata dopo con 13 presenze e 3 reti siglare per poi partire verso Padova, Haladas e Tatabanya.

Chi è la Moglie Tommaso Rocchi?

Sembrerebe che Tommaso Rocchi non ha una moglie, anzi l’aveva ma si è separato tempo fa con Martina. Ha una compagna, Valentina che nel lontano 2012 ha rilasciato qualche intervista.

Con la prima moglie, con la quale si è sposato nel 2006, hanno avuto una figlia di nome Camilla. Con la nuova compagna Valentina invece, hanno avuto un maschietto di nome Filippo.

Leggi anche:   La Lazio vola in Germania, Akpa Akpro e Acerbi lasciati a Formello?
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Focus

Auronzo di Cadore | Lazio: orgoglio auronzano

Published

on

lazio ritiro

Ormai è la prassi che il ritiro Lazio si svolge sempre ad Auronzo di Cadore. Una cittadina veneta in provincia di Belluno con 3083 abitanti e situata tra le cime ad 866 metri circa di altezza.

Un paese che grazie alla società biancoceleste, ospita un turismo romano in piena estate dove i turisti possono godersi la Lazio in ritiro e prendere delle boccate di aria fresca.

Lazio ritiro sul lago e fiume

Un ritiro ed una preparazione estiva del tutto al naturale per la rosa biancoceleste che oltre a palestra e amichevoli, godono di una vista naturale ed esercizi atletici immersi nella natura specie nelle acque gelide del fiume e del lago. Una vasta area circondata da uno splendido paesaggio tra alberi e cime con il Lago artificiale di Santa Caterina, conosciuto proprio come il Lago di Auronzo. 3 km è la sua misura con il torrente Ansiei dove spesso, i giocatori della Lazio fanno tappa per gli esercizi in acqua fredda.

Auronzo di Cadore Lazio

La Lazio ormai è di casa ed organizza ormai i suoi ritiri estivi dal 30 Luglio 2008. L’accordo tra l’ente locale e la società biancoceleste è inizialmente durata due anni per poi essere rinnovata ogni anno. Una sicurezza della località che ha portato Auronzo di Cadore a migliorare proprio per la Lazio e per il turismo che porta, le strutture d’accoglienza. Hanno anche costruito un Palazzetto dello Sport con palestra ed anno ampliato le tribune con la costruzione di un secondo campo da calcio.

Lo stadio Rodolfo Zandegiacomo

Lo stadio Rodolfo Zandegiacomo ha visto giocare oltre 65 partite della Lazio da quando ha iniziato la collaborazione con Auronzo di Cadore e la società biancoceleste. Una struttura che permette ai tifosi biancocelesti di stare a pochi metri dai propri beniamini con una capienza che si aggira ad oltre i 2000 posti a sedere.

Leggi anche:   La nuova biglietteria NFT della Lazio è attiva: l'annuncio con Binance
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Guido Guerrieri – giocatori Lazio

Published

on

guerrieri lazio

Guido Guerrieri Lazio | Quest’oggi parliamo di un portiere che nasce in casa Lazio. Classe 1996, nato il 25 Febbraio a Roma.

Nella stagione 2013 il portiere entra nell’under 19 dopo la stagione con gli under 17. Il suo primo valore di mercato arriva a 100mila euro quando nel luglio del 2014 entra a far parte della Prima squadra. Passa con la Lazio 2 stagioni come terzo portiere andando poi nella stagione 2016/2017 in prestito al Trapani.

Dopo essere tornato alla base non avendo fortuna con i biancocelesti, il portiere viene ceduto gratuitamente in prestito alla Salernitana rimanendo con i granata fino al Febbraio 2022.

Nel mercato invernale del 2022, apre una piccola parentesi in Bulgaria al Tsarsko Selo Sofia.

Guerrieri Lazio? Svincolato

Nessun ritorno alla Lazio per questa stagione per Guido Guerrieri. Vedendo anche online, il portiere risulta svincolato e senza un procuratore. Chissà se non abbia appeso già gli scarpini al chiodo o lo rivedremo in campo con qualche squadra e che ci auguriamo sia così. Non ha avuto il destino di Strakosha, con l’albanese nato nel vivaio biancoceleste per trasferirsi in questa stagione in Premier dopo diversi anni con la Lazio, Salernitana e prestiti vari.

Guido Guerrieri divisa Lazio

Guido Guerrieri Lazio 2017 18

Dopo aver rinnovato il suo contratto, il portiere biancoceleste nella stagione 2017/2018 viene confermato come il terzo portiere della Lazio. Nel 2018 19 esordisce in Serie con la prima squadra in occasione di Lazio-Bologna (3-3) del 20 maggio 2019. Nella stagione successiva viene dato in prestito alla Salernitana che all’epoca era sempre di Claudio Lotito.

Un peccato che il giocatore non venga menzionato sulla grande enciclopedia in italiano con la parola Guido Guerrieri Lazio Wikipedia.

Il portiere del vivaio biancoceleste, però porta a casa un palmares di tutto rispetto a confronto di altri portieri che non sono riusciti a decollare. Il suo palmares infatti vede in bacheca 1 Coppa Italia vinta nella stagione 2018/19 con la Lazio, 2 Supercoppe Italiane nel 2020 e nel 2018 von la Lazio, 2 Coppe Italia con la Lazio primavera nel 2015 e 2014. 2 Supercoppe Primavera nelle medesime date della vittoria delle due coppe Italia.

Leggi anche:   La guerra fredda tra la Lazio e Sky
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design