Lazio, progetto Champions: non si molla Kumbulla

La Lazio prepara la volata finale in campionato sperando nella ripresa, ma si attrezza anche per la prossima stagione. Come riporta l’odierna rassegna stampa a cura di Radiosei, nel futuro dei biancocelesti c’è la Champions League e sul mercato ci si muoverà di conseguenza. Alcuni sì sono già stati strappati, vedi Escalante e Kiyine, mentre si sta lavorando per portare alla corte di Inzaghi un rinforzo per reparto. Per la retroguardia piace SebastianCoates, esperto difensore ex Liverpool ora in forza allo Sporting Lisbona, può portare sostanza al reparto. A centrocampo si osserva Leander Dendoncker del Wolverhampton: 25 anni, nel giro della Nazionale belga e in grado di affermarsi alternandosi con Milinkovic, Leiva e Luis Alberto. In avanti piace LuisSuarez, 23enne del Real Saragozza che aumenterebbe la potenza di fuoco e le scelte a disposizione di mister Inzaghi.

Leggi anche:   Keita al Corriere della Sera: " Sono cresciuto grazie alla Lazio"


IPOTESI TESORETTO – 
Certo, se dovesse partire un giocatore importante come Milinkovic le carte in tavola potrebbero cambiare. Oltre ai tre acquisti citati sopra si potrebbe pensare ad un profilo di alto livello come Rakitic per il centrocampo o Marash Kumbulla per la difesa. Il giovane difensore dell’Hellas Verona non ha mai smesso di essere un pallino biancoceleste nonostante la forte concorrenza di Inter, Borussia Dortmund e Chelsea. Difficile competere a livello economico, ma l’ambiente biancoceleste potrebbe essere il più adatto per Kumbulla per giocare in una realtà di alto livello senza essere messo da parte. Altro fattore che potrebbe giocare a favore sono le origini albanesi del giocatore: Strakosha è suo amico, Tare è una bandiera del suo Paese. Strappare il consenso di Kumbulla porterebbe un prezioso alleato in una potenziale trattativa con il Verona.

Leggi anche:   Lulic lancia uno spiraglio di luce: " Potrei tornare prima della fine del campionato"