Connect with us
test2

News

Parma-Lazio: Luis Alberto e Caicedo sfidano la Roma ( Pagelle e tabellino)

Avatar

Published

on

La Lazio ritrova i 3 punti per la seconda volta consecutiva al Tardini contro un Parma ridisegnata da D’Aversa dopo l’esonero di Fabio Liverani.

Un primo tempo che non ha fatto impazzire il pubblico da casa con un match giocato per lo più al centro campo con poche occasioni da rete ed uno studio approfondito. La Lazio viene bloccata spesso dai crociati nelle verticalizzazioni, un punto di forza che ha caratterizzato la rosa di Simone Inzaghi in questa stagione. Il brivido arriva nei minuti iniziali con Reina che salva la squadra su una conclusione di Cornelius e pochi minuti più tardi Sepe salva i padroni di casa sulla conclusione di Caicedo.

Nel secondo tempo cambia la musica con la Lazio che cambia il passo con Ciro Immobile. Da Bomber a assistman prima lanciando Luis Alberto per lo 0-1 poi lanciando Milinkovic che a sua volta serve Caicedo per lo 0-2 finale. Spazio a Pereira nei minuti finali che mette paura alla difesa di casa con una conclusione di poco fuori.

Una vittoria che porta buon umore in casa biancoceleste e che suona la carica per una settimana super difficile in vista del Derby della Capitale.

Le Pagelle

REINA 7: Paratone contro il colpo di testa di Cornelius.Il resto della gara imposta solo e viene poco impegnato dagli avversari.

LUIZ FELIPE 6,5: Alternanza di buoni interventi e qualche sbavatura. La caviglia duole ancora un pochino ma per essere la prima gara giocata 90 minuti non potevamo aspettarci di più.

ACERBI 6,5: Testa, cuore e ottimi interventi. Rischia di uscire al primo tempo per un pizzicore all’inguine ma nulla di grave. Nel secondo tempo sbaglia a porta vuota e mezzo punto in meno in una prova da 7.

RADU 6,5: Non pesano le gare disputate con la Lazio dandogli il record assoluto. Legge bene le situazioni difensive per una gara con una sola sbavatura nel primo tempo su un passaggio sbagliato.

LAZZARI 6.5: Un trattore con il motore di una Ferrari sulla fascia. Testa cuore che poi lo costringono ad uscire per il troppo sforzo ad una schiena dolorante dal match della Fiorentina.

Dall’84 PATRIC sv

MILINKOVIC 7,5: Il Sergente crea poco, ovvero quest’oggi poche giocate con trick ma con una concentrazione a mandare i compagni verso la porta e bravo a difendere i palloni. Assist delizioso per Felipe Caicedo.

LEIVA 6: Una partita senza se e senza ma….forse un po’ piatta per il centrocampista biancoceleste. Sufficienza piena per la sua prestazione dove ha dosato le forze per il derby.

Leggi anche:   Voci di Mercato: Ribery l'ultima da avversario della Lazio?

Dal 71’ CATALDI 6,5: Un rientro in campo dopo tantissimo tempo. Interventi giusti e impostazione da Lucas Leiva.

LUIS ALBERTO 7: Partita iniziata sottotono ma con evidenti energie dosate con intelligenza. Nel secondo tempo un bel colpo all’angolo della porta di Sepe apre le danze per la vittoria biancoceleste. Ma già sapeva che veniva sostituito in vista del derby.

Dal 64’ AKPA AKPRO 6: Entra e si fa subito notare con le sue giocate. Peccato che però trova l’ennesimo cartellino giallo su un fallo che poteva evitare con intelligenza.

MARUSIC 6,5: Anche lui come Lazzari corre e mette in difficoltà il Parma sull’esterno. Quando serve si impersona come difensore centrale aiutando Radu. Sostituito poi per rifiata visto il suo grande minutaggio sulle gambe ed un derby da giocare con l’emergenza esterni.

Dall’84’ D. ANDERSON sv

CAICEDO 7,5: Copre, tiene palla e segna! Nel primo tempo prova il tapin dello 0-1 grazie ad un’ottima parata di Sepe, ma che poi ritrova al secondo tempo.

Dal 71’ PEREIRA 6,5: pochi minuti a disposizione. I malintesi ed il malumore contro la Fiorentina è messo da parte. Entra, crea e quasi trova il gol.

IMMOBILE 7: un po’ sottotono sotto porta ma per un motivo diverso. Da che prima i compagni giocavano per lui, al Tardini lui gioca per i compagni. Assist man, testa, cuore fino ad arrivare a difendere nella trequarti di Reina.

PARMA-LAZIO 0-2 

Marcatore: 55′ Luis Alberto (L), 67′ Caicedo (L)

PARMA (4-3-3): Sepe; Busi, Alves, Osorio (46′ Ricci), Valenti (34′ Balogh); Sohm (75′ Mihaila), Brugman (63′ Inglese), Hernani; Kurtic, Cornelius, Gervinho.

A disp.: Colombi, Rinaldi, Pezzella, Dezi, Cyprien, Brunetta, Camara, Sprocati. 

All.: Roberto D’Aversa.

LAZIO (3-5-2): Reina; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari (84′ Patric), Milinkovic, Leiva (70′ Cataldi), Luis Alberto (64′ Akpa Akpro), Marusic (84′ Anderson); Caicedo (70′ Pereira), Immobile.

A disp.: Alia, Furlanetto, Armini, Hoedt, Escalante, Parolo, Muriqi.  

All.: Simone Inzaghi.

Arbitro: Luca Pairetto (sez. di Nichelino)

Assistenti: Del Giovane – Rossi C.

IV uomo: Sozza

V.A.R.: Di Paolo

A.V.A.R.: Di Vuolo

NOTE. Ammoniti: 23′ Busi (P), 26′ Brugman (P), 63′ Hernani (P), 66′ Balogh (P), 68′ Akpa Akpro (L).

Recupero: 3′ st

Serie A TIM 2020-2021 | 17ª giornata

Domenica 10 gennaio 2021, ore 15:00

Stadio Ennio Tardini di Parma

Seguici su Facebook!
Continue Reading
Advertisement

News

Fiorentina-Lazio,Inzaghi in conferenza stampa: “Corsa Champions compromessa”

Alessio Battisti

Published

on

La Lazio perde al Franchi contro la Fiorentina per 2 a 0. A questo punto la Champions si allontana in maniera quasi definitiva. Al termine della gara mister Inzaghi, in conferenza stampa ha analizzato la gara.

LE PAROLE DI INZAGHI

Che partita è stata?
Nel primo tempo la squadra ha tenuto molto bene il campo, e ha fatto la partita. Di solito facciamo girare gli episodi dalla nostra parte, stavolta non ci siamo riusciti. Il secondo tempo è stato troppo nervoso, non si è quasi mai giocato e c’è poco da dire. 

Una Lazio poco cinica e stanca?
No, stanca no. Nel primo tempo alla squadra posso rimproverare solo il gol subito, dove dovevamo difendere meglio. Abbiamo creato, contro un’ottima squadra che si stava giocando la salvezza. Quindi il nostro rammarico è non aver concretizzato nel primo tempo. Nel secondo dovevamo essere più lucidi, una grande squadra probabilmente dovrebbe esserlo, nonostante i cambi e le barelle.  

Quanto si complica la corsa Champions?
Si complica di parecchio. Venivamo da un grande filotto che dovevamo continuare. Da Fiorentina a Fiorentina abbiamo fatto un percorso straordinario ottenendo 14 vittorie su 19. Abbiamo perso qualche punto all’inizio a causa degli impegni in Champions e delle problematiche per Covid. Comunque non dobbiamo rammaricarci, per il quinto anno consecutivo saremo ancora nelle coppe, quindi andiamo avanti a testa alta. La partita di oggi per noi aveva grandissima importanza. 

Leggi anche:   PROBABILI FORMAZIONI 35^ GIORNATA
Seguici su Facebook!
Continue Reading

News

Lazio irriconoscibile, addio champions: le pagelle di Fiorentina Lazio

Felice Sorrentino

Published

on


Nel momento topico la Lazio non scende in campo a Firenze e perde malamente contro la squadra di Iachini, e con questo risultato da l'addio quasi sicuramente ad un posto champions.
Una Lazio che nel secondo tempo ha creato qualcosa, sopratutto con Correa che con la sua classica non cattiveria sotto porto sbaglia un gol facile.
Nel secondo tempo mai scesi in campo, regalando ad una squadra mediocre una vittoria arrivata facilmente.
Oggi tutti male, nessuno è stato all'altezza di una partita che per te era una finale per un posto champions.
Adesso la champions è un miraggio, unico obiettivo blindare il posto in Europa league.
Prossime partite mercoledi con il Parma e sabato il derby.

Vediamo insieme i voti della Lazio:

REINA 6: due tiri della Fiorentina e due gol dove lui è incolpevole

RADU 5: sbaglia il suo solito retropassaggio nel primo tempo che per poco non regala un contropiedi a Vlahovic, nel secondo tempo scompare.

ACERBI 5: possiamo dirlo senza problemi: quest’anno Acerbi non è stato il solito giocatore certezza. Anche oggi sbaglia una giocata e da il la al primo gol della Fiorentina. Nel secondo tempo non riesce a capire se è un difensore o meno.

MARUSIC 5,5: toglie un pallone a Vlahovic che senza il suo intervento andava in porta. Cala anche lui nel secondo tempo.

LEIVA 5,5: cerca di fare filtro ma la squadra non lo aiuta.

LUIS ALBERTO 5: un fantasma dal primo al novantesimo. Il problema è che deve giocare anche se non è al meglio perché in panchina non hai riserve all’altezza.

MILINKOVIC 5,5: è l’unico nel primo tempo che prova a fare qualcosa, si rompe il setto nasale a fine primo tempo e con coraggio rimane in campo tutta la partita. Ma nel secondo tempo anche lui scompare.

LAZZARI 5: aveva la febbre ma se sbaglia sempre i cross non è perché era febbricitante.

LULIC 5: in difficoltà fisica già nel primo tempo ma anche lui deve giocare per forza.

CORREA 4,5: due partite non fanno cambiare un anno che ha dimostrato che questo è un giocatore che non può essere titolare in una squadra da champions. Oggi sbaglia tutto.

IMMOBILE 5: primo tempo prende un palo forse in fuorigioco, nel secondo anche lui scompare.

Leggi anche:   Livorno fuori dal calcio professionistico, retrocessione in Serie D

LUIS FELIPE 4: questo è il nostro difensore titolare? ho le mani nei capelli.

PEREIRA 4: mezz’ora di niente, anzi l’unico picco il suo doppio giallo.

CATALDI 5: tenta di fare qualcosa ma non punge.

MURIQI SV

AKPA SV


Seguici su Facebook!
Continue Reading

News

La Lazio cade a Firenze, quarto posto (quasi) irraggiungibile

Avatar

Published

on

Allo stadio Artemio Franchi di Firenze va in scena Fiorentina-Lazio, uno scontro che può valere oro per entrambe le compagini. Per la Lazio lo scontro è fondamentale per quanto riguarda la corsa Champions mentre per la Fiorentina in ottica salvezza.

La fiorentina parte meglio e sfrutta gli spazi lasciati dai biancocelesti. Al 3′ Ribery crossa per Bonaventura solo in area, il centrocampista viola riesce solo a sfiorare la sfera da buona posizione. All’ottavo minuto di gioco Vlahovic viene servito solo nella trequarti laziale ma Marusic salva la Lazio con un intervento in scivolata decisivo. La lazio sfiora il gol al minuto 11: cross per Milinkovic che fa sponda per Correa, l’argentino dal limite dell’area piccola calcia forse troppo debolmente e trova una super risposta da parte di Dragowski. Il portiere viola sarà poi ancora protagonista con due ottimi interventi su Immobile e Milimkovic che però si trovavano in posizione di off-side. I viola continuano a sfruttare gli spazi concessi dalla retroguardia laziale e al 33′ trovano la via del gol. Acerbi sbaglia il rinvio, la Fiorentina recupera il pallone e Ribery serve Biraghi sul fondo, l’esterno viola trova con un rasoterra Vlahovic che realizza a porta vuota il più facile dei tap-in. Al 40′ Pulgar si fa deviare dalla retroguardia laziale un tiro dal limite che sembrava destinato in porta. Al 45′ qualche attimo di paura per uno scontro tra Milinkovic e Pulgar, il sergente rimane a terra con copiose perdite di sangue dal naso, fortunatamente tornerà in campo all’inizio della seconda frazione.

La seconda frazione si apre senza occasioni fino al 62′, Pezzella colpisce di testa sul calcio di punizione di Biraghi e va vicino al gol. Al 65′ la Fiorentina ha una grande occasione per il raddoppio, Vlahovic entra in area, Acerbi gli concede il sinistro e l’attaccante viola calcia da pochi passi trovando un’ottima risposta da parte di Reina. La Lazio spinge per la maggior parte della seconda frazione, la Fiorentina si chiude bene e sembra essere più determinata rispetto alla Lazio. All’ 86′ Vlahovic regala il raddoppio ai viola: calcio d’angolo di Pulgar e l’attaccante batte il portiere laziale con un colpo di testa, complice l’errore in marcatura di Luiz felipe. La Lazio prova ad accorciare le distanze nel recupero ma senza successo. Al 95′ Pereira viene espulso per doppia ammonizione.

Leggi anche:   Pepe Reina a Lazio Style Channel, dal debutto al ruolo nella Lazio

Il tabellino di Fiorentina-Lazio

FIORENTINA-LAZIO 2-0

Marcatori: 33′, 89′ Vlahovic (F)

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Venuti, Castrovilli (90′ Martinez Quarta), Pulgar, Bonaventura (73′ Amrabat), Biraghi; Ribery (85′ Kouame), Vlahovic.

A disp.: Terracciano, Rosati, Martinez Quarta, Malcuit, Barreca, Maxi Oliveira, Eysseric, Callejon, Kokorin, Montiel.

All.: Giuseppe Iachini

LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu (75′ Akpa Akpro); Lazzari (63′ Luiz Felipe), Milinkovic, Leiva (63′ Cataldi), Luis Alberto (75′ Muriqi), Lulic (63′ Pereira); Correa, Immobile.

A disp.: Alia, Strakosha, Musacchio, Patric, Parolo.

All.: Simone Inzaghi

Arbitro: Fabio Maresca (sez. di Napoli)

Assistenti: Costanzo – Passeri

IV uomo: Ghersini

V.A.R.: Aureliano

A.V.A.R.: Di Vuolo

NOTE: Ammoniti: 5′ Venuti (F), 28′ Acerbi (L), 44′ Vlahovic (F), 58′ Pezzella (F), 60′ Leiva (L), 66′ Marusic (L), 74′ Luiz Felipe (L), 88′ Iachini (F), 90′ Cataldi (L), 90’+1 Caceres (F), 90’+6 Akpa Akpro (L)

Espulso: 90’+5 Pereira (L)

Recupero: 0′ pt, 6′ st

Serie A TIM 2020-2021 | 35ª giornata

Sabato 8 maggio 2021, ore 20:45

Stadio Artemio Franchi di Firenze

Seguici su Facebook!
Continue Reading
Advertisement
Advertisement

Amazon Affiliation

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Lazio da aMare

Post In Tendenza