fbpx

Lazio-Eintracht: la conferenza stampa di Inzaghi

Lazio-Eintracht: la conferenza stampa di Inzaghi

“La squadra ha disputato un’ottima gara. C’è rammarico per aver perso, soprattutto dopo aver subito due gol così. Nella prime rete Gacinovic ha realizzato una grande giocata, nella seconda c’era sia un fuorigioco sia un tocco di mano. Il guardalinee non ha visto, è un peccato. Rispetto a Cipro i miei giocatori hanno offerto un’altra prestazione. Dobbiamo continuare nel nostro percorso. Da secondi avremo un accoppiamento importante ai sedicesimi di finale. Ci saranno 32 squadre agguerrite, vedremo chi ci capiterà lunedì nel sorteggio.

Sentivamo confusione sugli spalti, mi hanno riferito di un cancello sfondato. La concentrazione della mia squadra però non è cambiata. Leiva? Mi aveva detto che se avesse superato bene la rifinitura avrebbe provato a giocare qualche minuto ma non è andata al 100%; il brasiliano è reduce da un infortunio con successiva ricaduta. Di comune accordo con lo staff ed il ragazzo abbiamo deciso di non rischiarlo. C’è ottimismo per la trasferta di Bergamo ma, se non dovesse recuperare, sarà certamente pronto per il match successivo. A dire la verità, Lucas avrebbe voluto giocare già stasera ma non è ancora al massimo.

La coppia composta da Luis Alberto e Correa ha fatto bene, ma tutta la squadra si è comportata egregiamente. Ai due davanti avevo chiesto di mantenere corta la squadra. Lo spagnolo ha agito bene anche da mezz’ala, ho ricevuto le risposte che volevo. Questa sera, rispetto a Cipro, ho visto un’altra Lazio.

Questa sera non ci sono stati blackout: la prima rete incassata è stata un eurogol, la seconda invece era irregolare. Contro l’Atalanta sarà una difficile, la classifica è ancora corta. A Bergamo sarà necessario disputare una partita gagliarda.

La concentrazione va sempre tenuta alta, concordo con quello che ha detto Acerbi. Il girone è stato duro, siamo stati bravi a indirizzarlo subito dopo quattro incontri. Le ultime partite sono state diverse: a Cipro un po’ deludenti, stasera non meritavamo di perdere”.