Connect with us
test2

Conferenza Stampa

Lazio-Bayern, Immobile in sala stampa :”Domani giocheremo senza paura”

Published

on

Ciro Immobile Vs Robert Lewandowski. Due bomber di razza a confronto in un martedì da leoni. L’ attaccante laziale ha parlato del match di domani in sala stampa.

LE PAROLE DI IMMOBILE

Che consiglio dà ad Acerbi per marcare Lewandowski? Quando ti consegneranno la Scarpa d’Oro?

Sto aspettando ancora di saperlo, non vedo l’ora. È stata tanto sudata, non smetterò mai di ringraziare il mister, lo staff e i compagni. Una cavalcata incredibile, con tutti i problemi dell’anno scorso, che rimarrà nella storia. Al Leone non devo dare consigli, l’ha marcato in Polonia-Italia, è uno dei migliori difensori in circolazione, darà il massimo come sempre da quando è qui.

Come state vivendo l’avvicinamento?

Io come i compagni non sentiamo più la stanchezza per la Samp. Parlando con gli altri non vediamo l’ora di giocarla, siamo stati bravi a non farci condizionare dalle emozioni con la Samp, l’abbiamo portata a casa. Come ha detto il mister da ieri siamo concentrati al 100% sul Bayern, questa gara è un premio, abbiamo sudato per arrivare fino a qui, nessuno ce l’ha regalata, abbiamo passato il girone complicato, spesso in emergenza, siamo partiti con 12 giocatori per Bruges, gli altri erano tutti Primavera. Potevamo anche chiudere primi nel gruppo, siamo orgogliosi del cammino e di affrontare il Bayern.

A Dortmund non ce l’hai fatta a essere il successore di Lewandowski. Domani vuoi dimostrare qualcosa ai tedeschi?

No, è stata detta la stessa cosa prima del Borussia. Mi interessa solo fare il bene della mia squadra e della mia gente. Sono emozionato e allo stesso tempo triste, so quanto avrebbero voluto vedere la Lazio allo stadio. Dispiace a tutti noi, alla squadra e alla dirigenza. Quando giochiamo senza i tifosi ci manca qualcosa sempre. Contro i tedeschi non ho niente, lo ripeto, voglio solo fare il bene della Lazio e basta. 

Leggi anche:   Lazio Primavera, l'esordio amaro di Calori con l'ennesima goleada subita
Seguici su Facebook!
Continue Reading
Advertisement

Conferenza Stampa

Lazio-Benevento, Farris: ” Non ci sono partite facili, dobbiamo continuare…”

Published

on

Lazio – Benevento termina con un 5-3 finale sullo scadere dei 96 minuti di gioco e sotto il diluvio capitolino. Una rosa che per l’ennesima partita perde lucidità nel secondo tempo con gli ospiti vicini al colpaccio nell’Olimpico Di Roma ma con Ciro Immobile che chiude all’ultimo la speranza della rimonta.

Farris al termine del match è intervenuto in conferenza stampa commentando la partita.

Partite difficile? In Serie a non ci sono partite facili, il Benevento è un avversario di valore. Dopo un tempo perfetto, con il gol del 4-1 potevamo chiuderla, ma il rigore sbagliato ha cambiato un po’ la partita. Ci prendiamo i punti, bravi i ragazzi a soffrire e a portare la vittoria a casa. Non era facile fare 5 vittorie di fila. Inzaghi ci ha fatto i complimenti, ha sofferto da casa, sappiamo quanto è difficile soffrire e gestire tutto a distanza. Analizzeremo tutti gli errori e le cose che non hanno funzionato oggi. Corsa Champions? Dobbiamo continuare a vincere, continuando a lottare così fino alla fine. Da stasera penseremo solo al Napoli. Luis Alberto dopo il cambio? i 5 cambi introdotti dal Covid hanno stravolto le gerarchie per tutti, e bisogna che i calciatori abbiano rispetto dei compagni che entrano al loro posto. L’episodio della maglia buttata da Luis però è già acqua passata e non ci sono problemi per lui “.

Leggi anche:   Calciomercato Lazio: Federico Bernardeschi in orbita, occhio ai napoletani
Seguici su Facebook!
Continue Reading

Conferenza Stampa

Lazio-Spezia : Farris in sala stampa : ” La gara è andata come previsto.Tre punti importanti”

Published

on

Vittoria sofferta ma importante quella della Lazio contro lo Spezia. Decide il match il solito goal di Caicedo ( su rigore) al 90 esimo. A fine gara non c’è Inzaghi ma il suo vice Farris a parlare in sala stampa.

LE PAROLE DI FARRIS

LA GARA – “La difficoltà è stata che lo Spezia è una squadra aggressiva che può giocare con tranquillità vista la classifica e quindi può esprimere tutto il suo potenziale tecnico. La partita è andata come pensavamo, sapevamo che sarebbero stati aggressivi nel primo tempo e nel primo quarto d’ora del secondo, abbiamo retto. Siamo riusciti a creare qualche occasione ma alcune le hanno avute anche loro. Nel secondo tempo siamo stati bravi a sfruttare gli spazi, poi è iniziata un’altra partita di cuore e carattere. Il pareggio con un gol così può segarti le gambe ma la squadra non si è disunita, si è messa con tigna e cattiveria. Ha creato i presupposti per avere delle occasioni, poi l’episodio del rigore ci ha consentito di portare a casa una vittoria importantissima”.

LE SOSTITUZIONI– “Altra difficoltà di questa partita, che vale per tutti perché i Nazionali ce li aveva anche lo Spezia, è gestire le forze. I cambi ci danno una mano, sono stati molto bravi i ragazzi che sono entrati a continuare ad attaccare la profondità. Ripeto, quando ti pareggiano in quella maniera ci vuole carattere per portare a casa la vittoria”.

IL FINALE THRILLER – “Eravamo lontani, una mischia di quelle che succedono. L’unica cosa è che abbiamo perso due giocatori importantissimi per la prossima. Dall’altra parte ci prendiamo i 3 punti, rosicchiamo qualcosa a quelle davanti e scavalchiamo una diretta avversaria che è la Roma e abbiamo una partita da recuperare. Facciamo passare una serena Pasqua ai ragazzi. Era fondamentale dare continuità di risultati, abbiamo avuto qualche battuta d’arresto a cavallo della Champions che toglie tante energie. Ora questa vittoria deve darci lo slancio per le ultime battaglie considerando anche il vantaggio della partita da recuperare.”

Leggi anche:   Lazio Primavera: Esonerato Menichini, Calori a Formello, l'eroe del 2000
Seguici su Facebook!
Continue Reading

Conferenza Stampa

Lazio-Spezia: Inzaghi in conferenza stampa : “Il rinnovo? La Lazio è la mia prima scelta”

Published

on

La Lazio dopo la sosta per le nazionali ritorna a fare sul serio. Nel anticipo pasquale di domani La squadra capitolina affronterà lo Spezia in casa. In conferenza stampa mister Inzaghi ha parlato del match e non solo.

LE PAROLE DI INZAGHI

Un pensiero su Radu e sul record?

“Sono contento per lui, per il record che ha raggiunto. È un ragazzo che in tutti questi anni, prima da compagno, adesso sono il suo allenatore, se lo è meritato sul campo. Per la dedizione e l’impegno che mette nella sua professione. Sono contento che abbia raggiunto questo record importantissimo”.

Sul rinnovo?

“Con il presidente ci vedremo tra poco. Anche ieri eravamo uniti nel dolore, insieme alla famiglia di Daniel. Perché ieri è stata una giornata molto triste e dolorosa per il mondo Lazio. Questa cosa che è accaduta mi ha fatto tornare indietro nel tempo di nove anni con l’altra tragedia di Mirko Fersini. Queste cose non dovrebbero mai succedere. Sul mio futuro non penso ci siano problemi, con il presidente ci troveremo con molta tranquillità e vedremo il da farsi”.

Cambio di ritmo da qui alla fine del campionato?

“Senz’altro prima della sosta abbiamo lasciato con due vittorie importanti, non semplici, soprattutto quella di Udine, dopo aver giocato a Monaco. Abbiamo affrontato una squadra che nel girone di ritorno come media punti fosse al quinto posto, quindi abbiamo fatto una gara importante. Domani con lo Spezia dovremo dargli seguito. Faremo in modo di riattaccare la spina nel migliore dei modi. Sia per quelli che sono rimasti, sia per quelli che sono andati in Nazionale, motivo di grande orgoglio per tutti, spero di ritrovarli come li avevo lasciati”.

Per quanto starà fuori Luis Alberto?

“Ha avuto una distorsione importante, quindi sicuramente non lo avremo con lo Spezia. Ci sono speranze: dovrà lavorare di giorno in giorno con lo staff. Ha avuto un versamento importante che è già venuto fuori sulla caviglia, ha avuto un trauma importante”.

Come sta Ciro Immobile dal punto di vista mentale?

“Ci ho parlato ieri 10 minuti. Viene da una partita di 90 minuti su un campo sintetico, ci parlerò, valuterò le sue condizione. Mi sembra un pochettino prematuro dire se giocherà o meno perché ha fatto una partita dispendiosa. Ma ieri mi sembrava in discrete condizioni”.

Pensi che dopo cinque anni questa squadra sia alla fine di un ciclo? E cosa vedi guardando ai prossimi cinque?

Leggi anche:   Lazio Primavera: Esonerato Menichini, Calori a Formello, l'eroe del 2000

“Sono contento di quello che ho fatto in questi anni. Spero di andare avanti per tanti altri anni. Il presidente sa che per me la Lazio è sempre al primo posto. Poi è normale, come in tutte le famiglie, bisognerà sedersi a parlare. Ma secondo me per il presidente sono la sua prima scelta. E lui sa che per me la Lazio è la prima scelta. Quindi penso che questo matrimonio possa continuare nel migliore dei modi, senza se e senza ma”.

Pereira può diventare una mezzala?

“Ragazzo che lavora molto bene quotidianamente. Domani può essere un’opzione importante per noi. Sono contento per come si è inserito: può fare sia la mezzala che la seconda punta. Non è facile visto i calciatori che ha davanti a sé. Ho cercato di inserirlo nel momento giusto, probabilmente per quello che fa quotidianamente avrebbe meritato più spazio”.

Valutazione sul Sassuolo, con De Zerbi che terrà fuori alcuni suoi calciatori importanti contro la Roma nonostante siano negativi al tampone.

“Non mi piace giudicare quello che fanno gli altri, io devo cercare di guardare in casa mia e farlo nel migliore dei modi”.

Seguici su Facebook!
Continue Reading
Advertisement
Advertisement

Amazon Affiliation

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Lazio da aMare

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design