Connect with us

News

L’appello di Lotito :”State vicino alla squadra e al Mister”

Published

on

lotito-tare-de-martino

Ecco la lettera scritta dal presidente Lotito ai tifosi biancocelesti, lettera che sarà pubblicata sul prossimo numero diLazio Style Magazine. Il patron della Lazio, dopo aver sottolineato le criticità del momento, chiede appoggio ai sostenitori della sua squadra: si è rivolto alla gente laziale affinché non manchi mai il supporto ai giocatori e al mister. Il momento non è certo dei più brillanti ma non bisogna cavalcare la strada del disfattismo, l’unico modo per risollevarsi è quello di ritrovare quell’energia positiva – di un’intera comunità – e quella determinazione che per il momento sembrano mancare. Il Corriere dello Sport pubblica questo ‘appello’ in anteprima.

di Claudio Lotito
Molti, in questo periodo, hanno un atteggiamento che può sembrare, sì giustificato, ma non avulso da certe considerazioni. Certo, il momento non è tra i più brillanti, specialmente se paragonato a quello vissuto non troppo tempo fa. I grandi e indiscutibili successi mietuti, prima dell’inizio del campionato, avevano creato enormi aspettative. Proprio perché le aspettative erano enormi, i risultati (non nego, per certi versi deludenti!) lasciano un po’ di amaro in bocca. Non bisogna però lasciarsi sopraffare dal pessimismo, e cavalcare la strada del disfattismo. Proprio in questi frangenti, non si devono ascoltare le sirene di omerica memoria. La cosa che tutti noi dobbiamo fare è continuare a sostenere la nostra squadra, che apparentemente, solo apparentemente, sembra essersi persa. I ragazzi sembrano non avere motivazioni, sembrano non vedere al di là della singola prestazione domenica dopo domenica. Proprio perché, ancora ragazzi, e non ancora sapienti nel gestire quello che la vita ci mette dinanzi, pensano di non poter più ripetere le prestazioni. E proprio perché ragazzi, dobbiamo fargli capire, che sono sempre gli stessi, che hanno dimostrato di poter fare. Sembrano mancare di quel cinismo che se convogliato nella giusta maniera, porta ai risultati. Non è certamente un atto d’accusa, verso la squadra che tutti abbiamo voluto, sostenuto e acclamato. E’ la stessa squadra, sono gli stessi giocatori, ma con qualcosa in più, (che sembrano aver dimenticato): la consapevolezza di avere nelle gambe e nella psiche, delle armi micidiali, che li portano a grandi risultati, come tutti abbiamo visto. Questo momento non è così brillante, lascia interdetti e pieni di interrogativi anche alla luce dei notevoli investimenti che la Società ha effettuato, per rafforzare un organico già di per sé altamente competitivo. Molti sostengono che non c’è più tempo. Ma prendere decisioni affrettate, il più delle volte porta a risultati catastrofici. Diamoci ancora qualche chance, per far emergere tutte le potenzialità dei singoli, che amalgamate e miscelate, porteranno a risultati positivissimi. La domanda è allora: cosa possiamo fare noi, come popolo biancoceleste, per rafforzare psicologicamente i nostri ragazzi? Quello che può fare l’energia positiva, di un’intera comunità, convogliata a sostenere, incitare, capire, sospingere, apprezzare, spronare la parte in difficoltà, può fare cose grandiose. Ecco quello che possiamo fare: stargli vicino, e fargli pervenire tutto il nostro affetto, considerazione e voglia di credere ancora in loro e in chi ogni domenica soffre, gioisce in piedi o a bordo campo, con loro e con noi: il Mister.

LALAZIOSIAMONOI

Leggi anche:   Maximiano salta un turno, torna Casale mentre Pedro...

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

News

La pirateria uccide il calcio, Dazn rianima la pirateria

Published

on

dazn

Con la prima giornata di Serie A tutta l’Italia ha testato con mano la problematica di Dazn e del calcio moderno. Mi ricordo da piccolo con poco più di 5000 lire ti ritrovavi in un bar con dei tifosi laziali a guardare la partita quando non riuscivi ad andare allo stadio. Pian piano questa pay tv si sono accaparrate tutto il calcio e sei costretto ad attivare un abbonamento che prima costa 10, poi 15, poi 20, poi 40. Costi che aumenta ma con qualità che scarseggia da quando la Lega Serie A, ha avuto la fantastica idea di dare i diritti tv ad una piattaforma che si basa solo ed esclusivamente ad Internet. Una rete che in Italia non è abbastanza potenziata e non pronta a certi carichi ma soprattutto con degli utenti di una certa età e cultura che non possono o permettersi la piattaforma o non ha i mezzi idonei.

La prima giornata si è conclusa con il vero odio verso l’azienda Dazn che era già finita sotto le critiche degli utenti per l’aumento esponenziale del loro abbonamento base. Un aumento che sfiora i 40 euro mensili dove l’utente non vuole più le interruzioni, non vuole più vedere quel codice che vaga sullo schermo ( è un codice che dovrebbe fixare bug pre esistenti ). Invece no, account che si disconnettevano e le solite scuse da parte della piattaforma. Scuse che non sono state accettate da nessuno, anzi, sono intervenuti anche alcuni politici, la Codacons e altri enti pronti a denunciare la piattaforma.

Solo pochi giorni fa la Lega Serie A sul loro profilo ufficiale, lanciava la campagna sulla pirateria con “La pirateria uccide il Calcio “ .

In molti sui social hanno deriso questa iniziativa con ” Dazn uccide il calcio “, ” La pirateria salva il calcio ” etc etc.

Il comunicato di Dazn

“Dazn è consapevole di quanto sia importante il proprio servizio per gli appassionati di sport, prendiamo questa responsabilità seriamente e ci scusiamo profondamente con tutti gli utenti che non sono riusciti ad accedere al proprio account durante il weekend. Si è verificato un evento di natura eccezionale che ha impattato alcuni utenti in diversi mercati in cui Dazn è presente. Come soluzione temporanea, abbiamo predisposto un’alternativa per seguire le partite tramite un link che abbiamo trasmesso ai clienti. Abbiamo tecnici che stanno lavorando ininterrottamente per risolvere la situazione. Forniremo nuovamente un’alternativa per seguire gli eventi in diretta, ove necessario. In Italia, nel rispetto delle regole esistenti, provvederemo ad erogare un indennizzo a ciascun cliente interessato, che verrà corrisposto secondo modalità rese note nei prossimi giorni. È nostra responsabilità far sì che tutto funzioni. Questo l’impegno che ci prendiamo”. 

Oltre al comunicato possiamo notare come la piattaforma delega poi alla visione tramite dei link. Link che per gli utenti che usufruiscono delle app sulle smart tv, Play Station e dispositivi che non siano pc, tablet o smartphone, non sono raggiungibili. Una toppa di qua, una toppa di la, ma la situazione non cambia.

Leggi anche:   Lazio-Bologna | Ciro Immobile: " Gol che pesava tantissimo..."

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Tribune senza restrizioni, Laziali secondi in classifica nella nuova normalità

Published

on

biglietti venduti lazio bologna

Riparte finalmente il calcio dove gli spettatori possono finalmente riabbracciare le loro tribune. Dopo un periodo di restrizioni con la normalità che si è riattivata con il campionato in corso della scorsa stagione, i tifosi hanno riempito nuovamente i loro posti per ammirare i loro beniamini.

Nelle ultime ore è arrivata l’ufficialità sulle presenze degli spalti tra Serie A e Serie B con i tifosi biancocelesti che conquistano una classifica particolare sulle presenze della prima di campionato.

Milan-Udinese 70.197 (Serie A)
Lazio-Bologna 44.664 (Serie A)
Juventus-Sassuolo 38.725 (Serie A)
Fiorentina-Cremonese 34.461 (Serie A)
Salernitana-Roma 26.006 (Serie A)
Lecce-Inter 25.353 (Serie A)
Palermo-Perugia 21.835 (Serie B)
Sampdoria-Atalanta 20.047 (Serie A)
Verona-Napoli 16.967 (Serie A)
Parma-Bari 11.459 (Serie B)
Monza-Torino 10.739 (Serie A)
Benevento-Cosenza 9.109 (Serie B)
Ascoli-Ternana 8.456 (Serie B)
Spezia-Empoli 8.360 (Serie A)
Modena-Frosinone 8.109 (Serie B)
SPAL-Reggina 7.489 (Serie B)
Venezia-Genoa 5.263 (Serie B)
Brescia-Sudtirol 4.771 (Serie B)
Como-Cagliari 4.570 (Serie B)
Cittadella-Pisa 2.905 (Serie B)

Leggi anche:   La pirateria uccide il calcio, Dazn rianima la pirateria
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Infermeria

Maximiano salta un turno, torna Casale mentre Pedro…

Published

on

infortunio pedro

Manca ancora qualche giorno per la rifinitura in vista di Torino-Lazio e Maurizio Sarri deve fare i conti con gli assenti. Assente ancora Pedro dopo l’intervento duro ricevuto nell’amichevole contro il Valladolid. Lo spagnolo potrebbe tornare in campo a breve con i compagni ma è ancora da valutare la sua condizione fisica.

Per quanto riguarda invece gli squalificati, torna Casale che ha scontato la prima giornata di Serie A per un a squalifica rimediata nell’ultima partita della scorsa stagione in Lazio-Hellas Verona. Per quanto riguarda il reparto tra i pali, Maximiano dovrà scontare un turno di squalifica per la sua espulsione lampo di Lazio-Bologna. Strada spianata per Provedel tra i pali biancocelesti.

Leggi anche:   Abbonamento ss Lazio 2022-2023, dati alla mano
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design