Connect with us

News

Vittoria importantissima ma quanti errori: le pagelle di Spezia Lazio

Published

on

Una vittoria fondamentale per la Lazio e per le sue ambizioni europee ma partita piena di gioie ma anche tanti dolori.

Questa partita è lo specchio fedele della situazione attuale in casa Lazio: giocatori imbarazzanti che oggi hanno fatto vedere quanto non siano all’altezza di questi livelli, ma anche la conferma che senza Milinkovic questa squadra lotterebbe per il decimo posto.

Una partita che la Lazio ha sempre controllato e gestito, ma regalando letteralmente 3 gol ad uno Spezia incredulo per così tanti regali.

Strakosha disastroso sul primo gol e salvato da un’altra papera solo per un fuorigioco di Verde. Per non parlare di Patric e di Cataldi che hanno impreziosito di horror la partita della Lazio.

Ma la cosa fondamentale era vincere, e la Lazio agguanta la vittoria al 92esimo con Acerbi, che salva con questo gol l’ennesima partita incolore.

Appuntamento sabato all’Olimpico dove la Lazio incontrerà la Sampdoria dell’ex Candreva.

Vediamo insieme i voti dei giocatori laziali:

STRAKOSHA 3,5: un incubo la sua prestazione che regala un gol valido e un’altro gol che per sua fortuna l’arbitro annulla per un fuorigioco precedente. E lui dovrebbe firmare un nuovo contratto con noi?

MARUSIC 5: il suo gioco è identico dal 1 al 90′: gli arriva la palla, la stoppa e la scarica indietro. Sopravvalutato.

ACERBI 6,5: un punto in più per il gol della vittoria anche se prima di questo episodio la sua partita non era stata impeccabile.

PATRIC 4,5: oggi abbiamo rivisto il Patric dei primi anni: un errore imperdonabile sul secondo gol dello Spezia, anche se la colpa non è tutta sua. Regala punizioni allo Spezia che neanche in scuola calcio.

LAZZARI 5,5: prova qualche sgroppata ma tecnicamente sappiamo quanto questo giocatore sia carente.

CATALDI 4: dobbiamo capire che questo giocatore non è da Lazio. Gli vogliamo bene ma dobbiamo essere sinceri. Il passaggio per Patric che poi regala il gol ad Agudelo e da matita rossa.

BASIC 5: altro acquistone di Tare che in una anno si è visto 1 volta.

MILINKOVIC 7,5: se non ci fosse lui la Lazio veramente lotterebbe per il decimo posto. Un giocatore superiore, che erge la squadra forse oltre le sue reali forze.

Leggi anche:   Carnesecchi, la trattativa dipende anche su una possibile operazione alla Spalla

ZACCAGNI 7: oggi si è rivisto il giocatore di qualche mese fa. Frizzante e determinante anche in zona gol. Sfortunato e fortunato sul tiro che poi Provedel devia in rete, sfortunatissimo sul palo che poteva portare al 3-4.

ANDERSON 5: invece lui e tornato quello che vediamo molto spesso: ossia un sonnacchioso giocatore senza verve.

IMMOBILE 6,5: sempre presente in zona gol anche se oggi non molto preciso. Ma segna il suo rigore e porta a casa la sua prestazione positiva.

LUIS ALBERTO 6,5: anche se è lontano parente del giocatore degli anni passati, sicuramente è un’altro mondo in confronto a Basic. Entra lui e la Lazio vince.

LUIS FELIPE SV

ROMERO SV

LEIVA SV

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Calciomercato Lazio

Luis Suarez proposto alla Lazio, ma non si può fare!

Published

on

Bomba di calciomercato da parte di TMW dove parlano di un Luis Suarez proposto alla Lazio. Come riporta la testata giornalistica, Maurizio Sarri è ancora a caccia di un vice Ciro Immobile e non sarebbe soddisfatto se restasse solo Jovane Cabral. Il pistolero però, ex Liverpool e Barcellona, è un nome caldo a parametro zero, classe 1987 avrebbe detto addio all’Atletico Madrid in cerca di una sistemazione italiana. In passato era stato molto vicino alla Juventus ma non ha superato l’esame per acquistare il passaporto creando un’indagine sull’esame dato nella scorsa estate. Resta dunque un extracomunitario ed è proprio per questo non potrà giocare con la Lazio visto che l’ultimo posto l’ha preso Marcos Antonio.

Ci sarebbe poi il problema dell’ingaggio visto che l’Uruguagio prendeva 6 milioni di euro a stagione e Claudio Lotito non ha mai superato i 4,5 milioni di euro per i pilastri della Lazio. Su di lui ci sarebbero ora anche Atalanta e Fiorentina.

Leggi anche:   Calciomercato Lazio: Ilic, trovato l'accordo, Raul Moro come chiave?
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Alfredo Pedullà contro Tare: ” L’indice di liquidità diventa una cosa logorroica…”

Published

on

Pedulla lazio

Alfredo Pedullà è tornato a parlare della Lazio su Sportitalia bacchettando ancora una volta l’operato di Igli Tare con l’indice di liquidità che non da mai tregua al club di Claudio Lotito:

«L’indice di liquidità diventa una cosa logorroica, la Lazio è un diesel e alle ultime sessioni di mercato non va bene, il direttore sportivo Tare non è bravo a cedere, se non in prestito con diritto di riscatto. Sarri ha pazienza, ma ne ha già avuta tanta. Romagnoli magari lo chiuderanno, ma non può stare in bilico tra 2,5 e 3 quando a 3 lui firma, questo per il problema Acerbi (che ha un contratto fino al 2025 quando compirà 37 anni ad oltre 2 milioni a stagione). Bisogna snellire, andare oltre l’indice, la pazienza non è infinita, abbiamo parlato della possibilità dell’ingresso di un’altra figura, Angelo Fabiani. I tifosi vanno coccolati non allontanati, perché all’ultima giornata sono andati in 52mila a guardare Lazio-Verona. Lotito deve pensare ai suoi tifosi non a quelli della Roma. Soprattutto concludere questo rapporto con Tare, che è un rapporto di incompatibilità tra Tare e Sarri, parlano due lingue diverse. Io non ho nulla contro Tare che ha fatto grandi colpi nella sua carriera, ma adesso se non ci metti il punto comprometti il rapporto con l’allenatore».

lazionews24

Leggi anche:   Bruno Giordano su Lotito: " Sconvolgente nei confronti della storia della Lazio"
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Comunicato ufficiale

Lotito risponde con un Comunicato ufficiale alle critiche delle parole rilasciate a Viterbo

Published

on

Claudio Lotito corre ai ripari e rilascia un comunicato ufficiale tramite il sito della Lazio. Il presidente biancoceleste accusa i quotidiani per alcuni titoli con virgolettati inesistenti e minaccia di rispondere nelle sedi opportune….

Il Comunicato

I titoli di alcuni quotidiani, uno in particolare che usa un virgolettato inesistente, sull’interpretazione delle parole del Presidente Lotito faranno forse vendere qualche copia in più sotto l’ombrellone e animeranno il dibattito sulle radio e sui social, ma fanno anche venire più di un dubbio sulla qualità e sull’obiettività dell’approfondimento giornalistico sportivo.
Giovedì sera, nel corso di un dibattito pubblico sullo sport a Viterbo, il Presidente Lotito ha ribadito un’opinione già più volte espressa: che vorrebbe più tifosi allo stadio, essendo la loro spinta decisiva per quelle vittorie e quei traguardi che negli anni alla Lazio non sono mancati. Non ha espresso graduatorie di merito, ci mancherebbe altro! Piuttosto ha sottolineato che il calcio si anima solo con la passione della gente. Per farla più semplice alla stampa, evitando forse così altri titoli e commenti maldestri: i tifosi laziali non hanno nulla da imparare da quelli della Roma. Per loro parla la storia e la loro passione.
È ovvio che chi ha adoperato strumentalmente parole mai pronunciate ne risponderà nelle sedi opportune.

Infine, tra i numerosi commenti letti in queste ore sui social, ci sentiamo di condividerne uno che probabilmente ha compreso meglio di altri lo spirito e le parole del Presidente Lotito. Per ovvie ragioni non possiamo riportarlo integralmente, ma il senso finale è questo:
Pungolare e criticare anche aspramente la Società può essere costruttivo se fatto con serietà e obiettività. Attaccarsi ad ogni frase e ad ogni termine, interpretandoli in modo personale e non veritiero, invece, apre solo la strada ai tanti avversari sportivi (e non solo) della Lazio.

Leggi anche:   Bruno Giordano su Lotito: " Sconvolgente nei confronti della storia della Lazio"
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design