Connect with us

News

La proposta di Lotito :” Datemi l’Arechi, lo rifaccio da capo “

Published

on

LOTITO

La Salernitana si riscopre bella e vincente nella domenica in cui l’Arechi offre il peggio di sè con un campo impossibile. Claudio Lotito affronta sia l’argomento tecnico che quello logistico, all’indomani del successo sul Frosinone e lo fa dalle colonne del quotidiano “La Città” dove lancia la sua proposta per l’Arechi e riavvolge il nastro della domenica passata a telefono con Carlo Susini. In questi giorni sono arrivate anche critiche per la lunga assenza dagli spalti sia in casa che in trasferta:Ma l’interesse non si misura con la presenza ma con la conoscenza di cose e situazioni, con l’attaccamento. La squadra la seguo passo-passo: 4 volte al telefono con Susini per farmi raccontare tutto, poi con Guazzo e Montervino prima della partita per dare la carica. Domenica ho lasciato la Salernitana in ottime mani: altamente e degnamente rappresentata da mio cognato Mezzaroma nella importante iniziativa col Ministero dell’Interno”.

Decisivo un uomo fortemente voluto da Lotito, che lo inseriva nei top-player anche quando a Salerno era diventato un caso, per via dello stop dei medici: Mendicino è completo, attaccante diverso dagli altri perché può giocare prima, seconda punta e pure a sostegno. Ha integrato e arricchito la base forte che già avevamo, di cecchini. Suoi gli ultimi due gol con punti pesanti a corredo: sono contento perché vi avevo detto che stava facendo “il tagliando” e dopo l’attesa estiva e il rodaggio sono venute fuori le sue qualità. Lo conosco da quand’era piccolo: con noi alla Lazio da bambino, ha sposato la causa, incarna valori importanti, è serio, determinato, con grande spirito di sacrificio”.

A Montervino Lotito disse: “ Sei a scadenza; se andiamo in B ok, altrimenti a giugno t’attacchi”: “Lui ha giocato una partita di grande temperamento, abnegazione, da trascinatore  risponde Lotito – La Salernitana è una grande famiglia e ognuno deve dare il proprio contributo: vogliamo il 100% perché noi lo diamo, in termini di serietà e impegni mantenuti. I giocatori lo sanno e si adeguano“. Eppure un gruppetto di tifosi lo ha contestato anche dopo l’ottima prova di domenica: “I tifosi devono capire le condizioni nelle quali ogni calciatore si trova: sono uomini, non automi. I tifosi siano coerenti con il comportamento della società. Questo spesso non accade perché a Salerno si vuole tutto e subito: sembra tutto scontato ma non è così perché abbiamo ripreso Mancini, abbiamo vinto contro la prima, mica l’ultima. E chi lo fa? Tutti i club? Niente è dovuto, niente è scontato: noi proprietà lo stiamo facendo, con passione e spirito di servizio”.

Leggi anche:   Pallotta potrebbe tornare in Serie A: ecco dove

Sono rimasti fuori tre uomini della scuderia Zavaglia, Ginestra, Mounard e Zampa: Non facciamo confusione, non ci sono appartenenze ma solo scelta tecnica che fa l’allenatore in piena autonomia, in base alle necessità, agli equilibri tattici e di forze in campo. Ha scelto bene, mette in condizione la squadra di esprimersi bene: nulla da dire. Arriverà il momento per tutti: per Ginestra che è il cecchino, per Mounard al quale mi lega un rapporto di stima e di affetto. Però decide il mister, lo fa sulla scorta dei parametri di autonomia che gli abbiamo sempre riconosciuto. Ora c’è la Coppa e siccome rientra pure questa tra gli obiettivi, ci sarà spazio per tutti. Tutti sono validi”.

Sulle condizioni dell’Arechi: “Abbiamo fatto la nostra proposta al Comune: prendiamo in carico la gestione, spendiamo per la manutenzione quello che spende l’Ente ora ed entro tre anni rifacciamo tutto il campo. Perché va rifatto tutto, sia chiaro: raso al suolo, bisogna ripartire da sotto, dalle fondamenta, dai drenaggi. Aspettiamo la risposta ma siamo fiduciosi”.

Fonte: La Città

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement

News

Maneskin vs Lazio: la società risponde a Damiano dopo lo sfottò della fan con la maglia della Lazio

Published

on

maneskin lazio

Nell’ultimo concerto dei Maneskin avvenuto a Philandelphia, c’è stata una rissa. Damiano per stemperare gli animi ha attaccato la Lazio ed una sua fan che indossava la maglia biancoceleste tra le prime file degli spettatori. Tramite il suo profilo Twitter ha sottolineato come la cosa peggiore della Rissa fosse stata la maglia della Lazio indossata proprio dalla sua fan, scatenando uno sfottò sull’ultimo derby della Capitale.

Non poteva mancare la risposta della Lazio tramite il profilo Twitter citando proprio una loro canzone Zitti e Buoni:  «Sai com’è… – Cit.».

 

Leggi anche:   Maneskin vs Lazio: la società risponde a Damiano dopo lo sfottò della fan con la maglia della Lazio
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

News

Il regalo della Lazio a chi ha sottoscritto l’abbonamento Tribuna Tevere Top

Published

on

lazio tribuna tevere top

La S. S. Lazio ha organizzato due giornate dedicate ai tifosi biancocelesti che hanno sottoscritto per questa stagione l’abbonamento in Tribuna Tevere Top.

Domani venerdì 2 dicembre e sabato 3 dicembre, questi abbonati potranno farsi fotografare insieme al nostro simbolo vivente, l’aquila Olympia, con il suo falconiere Juan Bernabé.

Queste indimenticabili foto potranno essere effettuate:

– venerdì 2 dicembre dalle ore 10:00 alle ore 21:00 presso il Centro Commerciale Roma Est all’interno dello spazio antistante il Lazio Style 1900 Official Store;

– sabato 3 dicembre dalle ore 10:00 alle ore 19:00 nella piazzetta di via della Mercede, accanto al Lazio Style 1900 Official Store di via di Propaganda 8A.

Sarà sufficiente esibire il proprio abbonamento di Tribuna Tevere Top per poter usufruire gratuitamente del servizio e scattare la foto con Olympia.

Vi aspettiamo!

Leggi anche:   Pallotta potrebbe tornare in Serie A: ecco dove
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

News

2 anni senza Arturo Diaconale: il ricordo della Lazio

Published

on

diaconale lazio

Arturo Diaconale ci ha lasciato esattamente 2 anni fa. La Lazio tramite i suoi profili ufficiali ha voluto ricordarlo così:

Il 1º dicembre 2020 ci lasciava Arturo Diaconale, un grande giornalista, uno straordinario laziale: ha sempre difeso le sue idee e i nostri colori con fermezza, passione e convinzione. La S.S. Lazio lo ricorda nel secondo anniversario della scomparsa con affetto e commozione.

https://twitter.com/OfficialSSLazio/status/1598254950219665408

Leggi anche:   1 Dicembre 1948: Nasce Re Cecconi
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor


Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza