Connect with us
test2

News

La Domenica della 24^ giornata

Published

on

protocollo serie a covid

Si parte con il lunch-match che vede un pareggio a reti bianche tra Udinese e Verona, partita un po’ noiosa, un gol annullato a De Paul per fuorigioco dopo un palo di Lasagna e Musso migliore in campo per le parate bellissime che hanno negato il vantaggio ai gialloblù.

La Juventus fatica ma la spunta sul Brescia, nei lombardi mancano Joronen, Tonali, Romulo e Torregrossa, i bianconeri senza Cristiano Ronaldo e con Pjanic in panchina che entra nella ripresa e subisce un infortunio muscolare; gli uomini di Sarri la sbloccano con una punizione di Dybala verso la fine del primo tempo, con espulsione dell’attaccante Ayè.

Nella ripresa uno scavetto di Cuadrado dà il raddoppio ai bianconeri, c’è spazio anche per un palo di Bentancur e un gol annullato ad Higuain, arriva così una vittoria meritata ma sofferta che fa mantenere la testa della classifica.

La Fiorentina disintegra la Sampdoria a Genova, apre un goffo autogol di Thorsby, arriva il raddoppio su rigore di Vlahovic, per un mani di Ramirez in area.

Prima dell’intervallo arriva un altro rigore, stavolta batte e insacca Chiesa con espulsione di Murru, ad un passo dal riposo espulso anche Badelj dei viola.

Nella ripresa il canovaccio della gara non cambia, e Vlahovic realizza il quarto gol e la propria doppietta personale, nel finale anche Chiesa lo segue con un gran gol e al 90’ minuto Gabbiadini in tuffo di testa realizza il gol della bandiera.

Il derby emiliano di Reggio Emilia vede il Parma vincere in casa del Sassuolo, un gol del redivivo Gervinho, dopo la pace con lo spogliatoio decide la gara, neroverdi che non riescono a trovare almeno il pari, D’Aversa vince ma perde Darmian e Gervinho per infortunio.

Il Napoli dopo la bella vittoria in Coppa Italia con l’Inter vince a Cagliari, sardi che sfoderano un’ottima prestazione ma non basta, a decidere la gara è un colpo da biliardo di Mertens che con un destro a giro dei suoi fa palo-gol e vale i tre punti ai partenopei.

La Lazio vince in rimonta contro l’Inter di Conte, nerazzurri in vantaggio con Young che raccoglie allo scadere del primo tempo una respinta di Strakosha e insacca sotto il sette, poco prima c’era stata una clamorosa traversa di Milinkovic-Savic.

Gli uomini di Simone Inzaghi continuano a macinare un ottimo gioco e non meriterebbero la sconfitta, infatti sugli sviluppi di un corner arriva il pareggio, l’ex De Vrij atterra in area Immobile che sta tirando in porta da due passi e provoca così il calcio di rigore che lo stesso bomber laziale realizza.

Leggi anche:   Sarri-Chiffi: querela per diffamazione in arrivo?

Passano circa 10 minuti, mischia in area con ribattuta sulla linea di Brozovic su un tiro di Marusic, la palla va a Milinkovic-Savic che suola con il destro e con l’interno sinistro batte Padelli.

Seguici su Facebook!
Continue Reading
Advertisement

Conferenza Stampa

Torino-Lazio: Juric preoccupato in conferenza stampa

Published

on

Alla vigilia di Torino-Lazio, Ivan Juric è intervenuto nella conferenza stampa esprimendo le sue preoccupazioni dall’infermeria granata.

“Ho visto bene la Lazio contro il Cagliari, anche se ha pareggiato ha svolto un’ottima gara. Noi l’abbiamo preparata come al solito. Il valore della Lazio è assoluto, noi cercheremo di fare una partita importante. A Reggio Emilia abbiamo giocato con cinque cambi, adesso dobbiamo decidere: è fuori Praet, rientrerà Verdi. Pjaca ha un piccolo fastidio, già lo aveva prima dell’ultima partita. Ha lavorato a parte, oggi è andata abbastanza bene. Per Izzo non dovete chiedere a me, Belotti non riesce a correre: non ci sono previsioni di rientro. Izzo ha preso una botta, ma è di tre settimane fa. Bisogna chiedere al medico. Ancora non sta bene, ma nessuna polemica. Anche per Belotti speravo in una progressione diversa, invece dopo tanto tempo ancora non riesce a correre. Quando è così, si è preoccupati.

Pobega e Mandragora insieme contro la Lazio? Tutti possono giocare insieme, abbiamo tanti giocatori in mezzo e forse addirittura troppi. Possiamo variare tanto lì in mezzo, possono giocare entrambi o non giocare nessuno dei due. Deciderò domani”.

Leggi anche:   Lazio Cagliari 2-2: cronaca e tabellino del match! (VIDEO)
Seguici su Facebook!
Continue Reading

Conferenza Stampa

Torino-Lazio: la conferenza stampa di Hysaj

Published

on

Alla vigilia di Torino-Lazio con Maurizio Sarri che non sarà sulla panchina biancoceleste per squalifica, ha parlato in conferenza stampa Hysaj.

“Io e Sarri siamo maturi sotto tutti punti di vista da quando siamo partiti insieme ad Empoli. La Lazio è sempre una squadra che ha dato fastidio a tutti, ci sono molti giocatori forti. Immobile è uno degli attaccanti più forti in circolazione. È bello averlo in squadra come anche Milinkovic, Felipe Anderson e Luis Alberto. Quando ho visto che alla Lazio c’era Sarri ed i biancocelesti mi volevano non ci ho pensato molto. La Lazio, poi, è una grande società. Stiamo crescendo ogni partita di più e velocemente miglioreremo il nostro modo di giocare.

Il Torino

“Il Torino è una squadra forte. Serve andare lì convinti, siamo la Lazio, siamo forti e quindi dobbiamo provare a fare la partita. Vedremo gli obiettivi stagionali giornata dopo giornata ed a fine anno capiremo dove saremo arrivati. Possiamo migliorare su molti aspetti, ma con la disponibilità di tutti e la presenza del mister stiamo già crescendo abbastanza.

Derby e Strakosha

Non pensiamo al derby, tutte le partite sono difficili. Pensiamo ad essere concentrati una gara alla volta. Sarri rispetto al passato è ancora più motivato rispetto al passato, sta trasmettendo alla Lazio la sua voglia di cambiare gioco. Prima o poi ci divertiremo. La Lazio ha un patrimonio di portieri, Reina e Strakosha sono fortissimi. Mi dispiace per Thomas, ma è un professionista e la tifoseria gli ha fatto vedere l’affetto. È stato un gesto importante da parte dei tifosi per lui e per la squadra in generale. Sono due portieri forti che se la devono giocare”.

Leggi anche:   Lazio Cagliari 2-2: cronaca e tabellino del match! (VIDEO)
Seguici su Facebook!
Continue Reading

News

Sarri-Chiffi: querela per diffamazione in arrivo?

Published

on

Milan-Lazio è terminata con 0 punti per i biancocelesti e non poche polemiche per il rosso rimediato da Maurizio Sarri con Chiffi che rincara la dose sotto al tunnel per presunte blasfemie da parte del tecnico.

Il verdetto di ieri ha confermato che il tecnico biancoceleste dovrà scontare anche la seconda e ultima giornata di squalifica ( Torino-Lazio ). Come riporta la consueta rassegna stampa di Radiosei, l’allenatore biancoceleste non ha intenzione di lasciare la decisione dell’arbitro senza controbattere e come anticipato dalle sue dichiarazioni nella conferenza stampa post Milan-Lazio, procederà per vie legali. Come riportato da Radiosei, l’intenzione è quello di querelare per diffamazione il direttore di gara Chiffi.

Per procede a questa mossa, il tecnico ha bisogno della deroga alla clausola compromissoria dalla FIGC che non l’ha mai concessa a nessuno fino ad oggi. Nella giornata di ieri, post-decisione al ricorso, i legali del tecnico hanno provato a smontare la tesi di Chiffi ma per la giustizia sportiva non c’è stato nulla da fare. Il tecnico sarà comunque a Torino in uno skybox come contro il Cagliari e darà indicazioni tramite auricolare al suo secondo Martusciello.

Leggi anche:   Lazio-Cagliari, Mazzari allenatore del Cagliari: "Troveremo una Lazio arrabbiata"
Seguici su Facebook!
Continue Reading
Advertisement
Advertisement

Amazon Affiliation

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Lazio da aMare

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design