fbpx

La conferenza stampa di Andreazzoli

Nella conferenza stampa pre gara, a parlare in casa Genoa è il tecnico Andreazzoli. Queste le sue parole :

“Le gare sono tutte importanti. Sia per la classifica, per il morale e poi perché il nostro lavoro è dare importanza a tutto quello che facciamo. La Lazio ha una fisionomia spiccatissima ed è guidata da un allenatore che di volta in volta dimostra le sue capacità facendo risultare la squadra redditizia”. Il tecnico poi si è soffermato anche sulla possibilità di un turnover :

“Faremo qualcosa come abbiamo fatto anche in passato. Abbiamo avuto la necessità di ‘tirare il collo’ a qualcuno dei nostri e sappiamo quanto le gare sono dure e in certi ruoli abbiamo fatto fare gli straordinari. E di questo ce ne dobbiamo fare carico e fare attenzione. Cercheremo, nel caso di Zapata o Schone, di andare incontro a chi ha tirato la carretta con voglia di fare. I ragionamenti li facciamo, forse anche troppi. Vogliamo dare la possibilità a tutti quanti che siamo pronti a prendere il treno che passa. Poi dipenderà anche ai calciatori dare le risposte esaurienti. Ma, come detto dopo Cagliari, abbiamo 13, 14, 15 titolari”.

Infine una parola anche sulla Lazio:. “L’avversario è forte come quelli che abbiamo incontrato, perchè a parer mio ad inizio stagione abbiamo avuto un calendario terribile. Quello che dobbiamo fare nel nostro processo di crescita è non interrompere la base delle prime partite senza farci disturbare troppo dal risultato. Noi dobbiamo sapere che quando affrontiamo la Lazio o qualsiasi squadra dobbiamo dare il massimo di quello che abbiamo. Un’identità si può dare velocemente. Poi, affronti l’Atalanta che gioca da tanto insieme ed è chiaro che ci siano vantaggi. Come con la Lazio. Sono i dettagli che fanno la differenza, come avevamo già detto. E i dettagli li raggiungi quando hai conoscenza del gruppo e delle qualità dei giocatori. Noi siamo ancora alla scoperta dell’identità dei calciatori”.