Se ti piace il nostro Format, aiutaci a rimanere online con una semplice donazione di 0,80 €
conferenza stampa simone Inzaghi Lazio Sassuolo

Juventus-Lazio: le parole di Inzaghi

Dopo la sconfitta con il Napoli arriva anche quella con la Juventus. Certo era previsto ma un po’ di rammarico c’è.

Queste le parole di Inzaghi dopo la gara:

Stai pensando di cambiare modulo?

“Il primo anno si è fatto bene alternando il modulo, il secondo anno abbiamo fatto due punti in più. Vanno bene entrambi. Si deve fare ancora meglio. Ci saranno delle valutazioni, ma la squadra deve credere di più in quello che fa. La partita è stata decisa da un eurogol di Pjanic. Indipendentemente da questo dobbiamo fare di più, altrimenti in queste partite non basta il compitino.”

I giocatori fanno la differenza: Milinkovic e Luis Alberto?

“Devono salire di condizione, non dimenticandoci che abbiamo incontrato le prime due squadre del campionato. Nulla toglie che siamo stati bene in campo, ma giocando così contro Juve e Napoli perdi. L’episodio in queste partite potrebbe fare la differenza.”

In estate hai visto segnali negativi?

“Bisogna alzare l’asticella, in determinate partite non basta. Non dobbiamo guardare quello che è stato, dobbiamo muovere la classifica prima della sosta. La squadra non è dispiaciuta, ma sappiamo che non può bastare quello che è stato fatto.”

Meno cattiveria rispetto all’anno scorso?

“Napoli e Juventus non hanno fatto più di noi, ma hanno avuto più determinazione. Sono squadre che come noi lottano per la Champions e per questo dobbiamo fare molto di più.”

Sul calendario e la condizione fisica cosa ci dice? 

“Guardando il calendario non sarebbe cambiato nulla. Sapevamo che altri avrebbero iniziato preparazione in ritardo. In più di 100 anni di storia non sono mai capitate Juventus e Napoli. Hanno grandissimi campioni e ci può stare di perdere gol dopo aver giocato 70 minuti alla pari.”