Italia, Immobile: “Voglio dare di più. Ringrazio la Curva Nord!”

Lui sa bene cosa voglia dire esultare all’Olimpico. Ciro Immobile ha giocato 80 minuti nella gara di stasera contro la Grecia: un paio di pericoli creati alla porta avversaria, ma pochi palloni giocabili come piace a lui. L’importante però è il risultato raggiunto: “Siamo contenti e davvero soddisfatti di quello che abbiamo fatto – le parole a RaiSport – Siamo orgogliosi di avere raggiunto l’Europeo con tre gare di anticipo e da primi in classifica, stiamo facendo un bel lavoro col mister. Ringraziamo anche la gente che ci sta vicino, vogliamo lo stadio pieno anche per la prima gara dell’Europeo“.

Leggi anche:   Simone Inzaghi a Dazn: " Conosco Pandev, ci ho giocato insieme, le partite qui non sono facili"

Gara bloccata.
Non era facile, loro erano chiusi. Ci pressavano e ci mettevano in difficoltà, era difficile trovare spazi. Abbiamo fato una bella azione in occasione del rigore e poi è stato tutto in discesa“.

Non eri ancora nato quando c’erano le Notti Magiche.
Era il Mondiale italiano, sarebbe stato bello vederlo da vicino. Ho visto qualche immagine, ho letto l’intervista di Schillaci prima della partita. Voglio dare di più, questa sera non era facile ma ci saranno altre occasioni“.

Leggi anche:   Comunicato Milan: predisposto il rimborso del biglietto

L’attaccante della Lazio ha parlato anche in zona mista: “Domani sarà bellissimo andare dal Papa. Non è una cosa che succede tutti i giorni. Se c’è un problema di attaccanti in Nazionale? No, non credo. Abbiamo fatto tanti gol. Stasera non era facile, erano tutti bloccati, tutti chiusi. Ringrazio la Curva Nord per il coro, anche stasera. Sono contento soprattutto per la gente che è arrivata, ha potuto vedere una bella vittoria e una bella Italia“.

Leggi anche:   Lazio-Bologna i dati dalla biglietteria ed il rischio trasferta vietata