Inzaghi ed il test sui nuovi arrivati. Come dovrebbe intervenire nel mercato invernale la Lazio?

I nuovi e la loro prova per rimanere alla Lazio sono al vaglio di mister Inzaghi. Contro il Cluj abbiamo visto una Lazio modello turnover con tutti gli acquisti di quest’estate.

Buona la prova di Vavro che mette qualche pezza difensiva macchiata però con un errore di attenzione che poteva regalare il pareggio ai romeni ( un’azione fotocopia di Berisha contro il Celtic). Proto esce bene e anche lui difende la porta a sufficienza nonostante i pochi tiri degli avversari. Lazzari ormai é un punto di riferimento per la fascia al contrario di Jony che, oltre a rimediare la sostituzione, non pesca mai i compagni nei cross e non riesce a saltare l’avversario nonostante la corsa sia un suo punto di riferimento.

Leggi anche:   Ibrahimovic e Gattuso al Napoli? Twitter si infiamma e divide i partenopei

Per concludere il test di Simone Inzaghi, troviamo Bobby Adekanye. Il giovane attaccante lotta sui palloni, fraseggia bene anche con Correa nell’azione del gol ma quell’errore sotto porta, in stile Caicedo contro il Crotone, dimostra come sia prematuro inserirlo nei match importanti.

Sul mercato dunque la Lazio dovrebbe puntare a prendere sicuramente un esterno che faccia rifiatare Lulic. Lukaku nonostante gli sia accesa la luce del ritorno é di nuovo fermo ai box. Un giocatore troppo fragile per questa Lazio e anche difficile da vendere per la sua condizione fisica. Un centrale di peso potrebbe fare scattare una sana competizione tra i vari Patric, Bastos, Radu e Luiz Felipe. Forse c’è bisogno di un portiere. Il belga ha fatto sì riposare Strakosha ma forse per una Lazio in formato Champions bisognerebbe puntare su un estremo difensore che sia più forte dell’albanese.

Leggi anche:   Capello elogia la Lazio: "Da Scudetto"

Poco meno di un mese all’inizio della sessione di mercato invernale, giorni che faranno riflettere Inzaghi su chi tenere e chi mandare in prestito. Perché non scordiamoci che anche se la rosa per giocare é corta, con gli esuberi del calibro di Minala e compagni si allunga sempre di più.