Il Var va incontro ai Tifosi: ecco cosa cambia da quest’anno!

Il Var sui maxi schermi. I tifosi possono dormire tranquilli?

Dopo le polemiche arrivano forse i risultati. Il Var aggiorna la sua regola e cambia schermo. Oltre al minuscolo 22 pollici dell’arbitro dietro le panchine, le azioni da Var verranno trasmesse sui maxi schermi come in alcuni sport indoor. Ecco il comunicato ufficiale dal sito della Lega Serie A.

  •  nel pre-gara, possono essere trasmesse le immagini del segnale multilaterale della gara messo a disposizione dal produttore dell’evento e/o le immagini dei magazine televisivi settimanali realizzati dalla Lega Serie A;
  •  durante l’intervallo e nella fase post-gara, può essere trasmessa esclusivamente la cosiddetta “goal collection”, ovvero una selezione di brevi estratti delle immagini della gara e/o delle altre gare della stessa giornata di Serie A , limitata alle immagini delle reti realizzate, senza possibilità di mostrare replay e/o immagini rallentate e a condizione che in essa non siano contenuti episodi dubbi, controversi o contestati dal punto di vista regolamentare;
  •  durante la gara la trasmissione di immagini è consentita con le seguenti prescrizioni e, in ogni caso, a seguito di un’autorizzazione della Lega Serie A, che non potrà essere irragionevolmente rifiutata:
    è consentita esclusivamente la trasmissione di immagini della gara che si sta disputando nello stadio;
  •  le immagini possono essere trasmesse a condizione che il club ospitante abbia ottenuto tutti i permessi necessari a trasmettere tali filmati dalle terze parti (in primis autorità pubbliche ed eventuali titolari di diritti);
  • –in ogni caso, i filmati non devono includere alcuna immagine che: possa avere un impatto sullo svolgimento del gioco; possa essere ragionevolmente considerata come controversa nella misura in cui è probabile che incoraggi o inciti qualsiasi forma di disordine pubblico; possa mostrare un qualsiasi disordine pubblico, disobbedienza civile e/o materiale offensivo (ad esempio striscioni o cartelli) presente sugli spalti o sul terreno di gioco; possa criticare, compromettere o danneggiare la reputazione, la posizione o l’autorità dell’arbitro, dei calciatori e/o di qualsiasi altra figura presente allo stadio (includendo ogni immagine il cui scopo sia di evidenziare, direttamente o indirettamente, qualsiasi azione di fuorigioco, falli commessi da calciatori, potenziali errori di un ufficiale di gara e/o qualsiasi comportamento che sia contrario ai principi del fair play).
  • A titolo di ulteriore chiarimento, ferme restando le prescrizioni sopra riportate, potranno essere trasmesse sui maxi schermi dello stadio esclusivamente immagini relative a: live della gara gol convalidato dall’ufficiale di gara chiara occasione da gol (ad esempio parata, palo o tiro fuori); azione spettacolare; in caso di episodio di “gol/non gol” per il quale sia stato utilizzato il sistema di GLT, immagini e relativa virtualizzazione delle stesse così come trasmesse dalla produzione televisiva, solo dopo che l’arbitro avrà assunto le decisioni del caso e sempre a gioco fermo; mentre non potranno essere trasmesse: azioni controverse per fuorigioco e/o falli. Le immagini potranno essere trasmesse una sola volta e mai in fase rallentata».