Connect with us

News

Il mondo del calcio piange, è morto Pelé

Published

on

Era da diversi giorni in gravi condizioni e oggi, 29 dicembre 2022, ci ha lasciati. Edson Arantes do Nascimento, per tutti Pelé, è morto ad 82 anni. Ad annunciare la sua scomparsa è stata la figlia tramite un post su Instagram.

“Tutto ciò che siamo è grazie a te. Ti amiamo infinitamente Riposa in pace”.

Con i suoi piedi ha illuminato gli occhi di tutto il mondo. Danzava con la palla come nessun altro portando magia sul terreno di gioco. Tre le coppe del mondo vinte con il Brasile, un record assoluto. 757 reti in 816 incontri contando solo le gare ufficiali. Non contando solo quelle, in totale la FIFA gli riconosce la cifra impressionante di ben 1281 goal in 1363 partite. Una media realizzativa altissima che lo ha portato ad essere uno dei calciatori più forti della storia, se non il più grande di sempre.

Il mondo del calcio piange la sua scomparsa. C’è chi lo ha visto calcare i campi da gioco e chi invece è cresciuto ascoltando i ricordi dei propri padri o dei propri nonni. Oppure c’è chi ha visto le sue prodezze grazie ai video caricati nel corso degli anni sul web. Una leggenda assoluta che ha unito popoli e che ha formato generazioni di calciatori.

Quello che ha fatto verrà ricordato in eterno da chi il calcio lo vive giorno per giorno. Da chi tramanderà la sua leggenda raccontando ai propri figli e alle generazioni future la storia del più grande calciatore brasiliano di sempre.

Questa cartello, affisso in Messico a Guadalajara nel 1970 durante i mondiali, fa capire l’amore della gente verso O Rei do Futebol.

“Hoy no trabajamos porque vamos a ver a Pelé”

“Oggi non lavoriamo perché andiamo a vedere Pelé”

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement