Connect with us

News

Fermati anche dall’Apollon

Published

on

floccari
 
La Lazio pareggia per 0-0 contro l’Apollon Limassol nella terza sfida valida per i gironi di Europa League. Un pari insoddisfacente per gli uomini di Petkovic che nel primo tempo meriterebbero almeno due gol di vantaggio e che nella ripresa, proprio nel finale, rischiano addirittura la beffa con i ciprioti vicinissimi alla vittoria con un contropiede fulminante. La prestazione c’è, ma il punteggio leva il primato del giorne J alla Lazio considerando il 2-0 del Trabzonspor in casa contro il Legia Varsavia (polacchi ancora fermi a 0 e fuori dal discorso qualificazione). Ai romani ora serviranno assolutamente tre punti all’Olimpico proprio contro l’Apollon per chiudere il discorso qualificazione e poi giocarsi tutto per il primo posto nel girone contro i turchi. L’aspetto forse più deludente è il mancato appuntamento con la vittoria. Un’astinenza che ormai manca da quasi un mese: ultimo successo dei biancocelesti è datato 25 settembre quando a Roma contro il Catania finì 3-1. Troppo per la Lazio che ora si rituffa nel campionato. E contro il Cagliari non si potrà sbagliare più.
NOVITÀ PETKOVIC – Petkovic all’inizio sceglie il 4-1-4-1 con Ledesma davanti alla difesa con Hernanes ed Ederson al centro del campo e Gonzalez e Keita sugli esterni. In attacco Floccari unica punta. In difesa spazio a Novaretti che ritrova il campo dopo il lungo stop per infortunio. La Lazio parte subito a grandi ritmi e con Keita cerca sempre di creare la superiorità numerica. Al 7′ è Floccari a liberarsi bene per una conclusione di destro ma la sfera finisce di poco alla destra della porta difesa da Bruno Vale. Al 12′ ingenuità difensiva di Cavanda che perde il pallone in fase di disimpegno. Il pallone finisce a Papoulis che dopo essersi liberato dalla pressione di Radu prova il tiro in porta ma la palla si spegne sul fondo. È il solito problema dei biancocelesti che improvvisamente durante la partita hanno cali di tensione imprevedibili che aprono varchi agli avversari. È solo un momento però perché i capitolini si riversano in attacco sfiorando in due occasioni il vantaggio con Novaretti (sugli sviluppi di una punizione di Ledesma) e Hernanes (palla fuori di un soffio dopo una deviazione). Al 28′ nuova grande occasione per la Lazio: Keità batte sul primo palo, Radu allunga sul secondo dove Ederson impatta di testa a botta sicura ma la palla finisce fuori di poco. Al 36′ poi la Lazio va vicina al vantaggio con Hernanes: Ederson si invola sulla destra, cross al centro per il brasiliano che, dopo una doppia sterzata che manda fuori causa i difensori ciprioti, scaglia il sinistro verso la porta avversaria mancando il bersaglio grosso per una questione di centimetri. Al 38′ nuova opportunità per Cana, ma il suo colpo di testa sugli sviluppi di un corner finisce alto sopra la traversa. Al 44′ c’è anche spazio per l’arrembante discesa di Keita che appoggia per Floccari sulla sinistra il cui tiro però viene deviato ancora in calcio d’angolo (7-0 il conteggio al 45′). È l’ultima fiammata del primo tempo che si chiude sullo 0-0 ma quanta delusione per la Lazio e soprattutto per Petkovic: i primi 45′ finiscono senza reti anche se c’è da dire la squadra romana meritava di essere avanti almeno di due gol per la quantità di gioco espresso e in particolar modo per le tante palle gol create.

Leggi anche:   Milinkovic Savic pronto a ritornare a Formello, pausa e recupero fino a Lunedì

LAZIO SENZA GOL – Alla ripresa del gioco la Lazio si presenta in campo senza cambiamenti: stesso modulo, stessi giocatori e stessa voglia di proporre calcio. Dall’altra parte anche l’Apollon non propone modifiche al suo schieramento e il piano tattico per gli uomini di Christoforou resta quello di sorprendere i romani in contropiede. Al 52′ prima occasione del secondo tempo per i biancocelesti che con Hernanes-Ederson-Gonzalez si presentano in area di rigore, il tiro dell’uruguaino però è troppo largo e la palla finisce sul fondo. Al 57′, dopo un altro svarione difensivo di Cavanda, Papoulis si libera al limite dell’area di rigore e prova il tiro a giro ma la sfera termina di pochissimo sopra la traversa. In questa fase la Lazio fatica ad alzare i ritmi, anzi si abbassa troppo sotto la linea della palla permettendo ai ciprioti di prendere le misure e ripartire in velocità. Al 62′ però è Ederson a liberarsi dai 20 metri al tiro, ma la sua conclusione è troppo centrale e l’azione sfuma. Al 70′ Petkovic realizza il suo primo cambio: fuori Floccari e dentro Perea autore contro l’Atalanta del primo gol in maglia Lazio. L’inserimento del colombiano però non dà lo sprint immediato che si aspettava l’allenatore bosniaco e quindi il tecnico si gioca la carta Felipe Anderson all’81’ per Keita. All’86’ bell’azione della Lazio in velocità ma Hernanes, liberato solo in area di rigore, svirgola in maniera inguardabile sprecando malamente l’occasione. Due minuti dopo grave disattenzione della Lazio: ancora Cavanda perde la sfera a centrocampo e poi è Roberto a concludere dai 20 metri sfiorando il vantaggio. Brivido per Marchetti e per tutti i tifosi. Petkovic vede la squadra soffrire e allora mette Onazi al posto di Gonzalez. Dall’altra parte Christoforou esegue il suo primo cambio inserendo Konstantinou. Al 91′ è proprio Onazi a provare la conclusione dai 30 metri ma la palla è troppo centrale e Bruno Vale non ha problemi. Il tecnico dell’Appolon fa i suoi ultimi due cambi per guadagnare tempo e dopo 4′ di recupero l’arbitro De Sousa fischia la fine del match. È un pareggio senza reti ed incolore per la Lazio, non tanto per la prestazione, che comunque c’è stata, quanto per il risultato che comunque leva il primato dal girone J ai romani. Ora è il Trabzonspor a guidare il gruppo a quota 7 mentre la Lazio si attesta a quota 5 con una sola lunghezza di vantaggio proprio sull’Apollon Limassol. Lo scontro dell’Olimpico del prossimo 7 novembre sarà decisivo per la qualificazione ai sedicesimi di Europa League.


Francesco Tanilli

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement

Biglietteria

Lazio Christmas Box: info e prezzi

Published

on

La Lazio ha annunciato oggi una nuova promozione natalizia. Un box di cinque partite ad un prezzo speciale. Ecco a voi tutte le info:

“A Natale non sbagliare regalo! Scegli lo speciale Lazio Christmas Box: un pacchetto di 5 partite di campionato in casa, in programma nei mesi di gennaio e febbraio, contro Empoli (domenica 8 gennaio alle ore 15:00), Milan (martedì 24 gennaio alle ore 20:45), Fiorentina (domenica 29 gennaio alle ore 18:00), Atalanta (sabato 11 febbraio alle ore 20:45) e Sampdoria (lunedì 27 febbraio alle ore 20:45).

Potrai acquistare il Lazio Christmas Box dalle ore 15:00 di oggi venerdì 9 dicembre alle 18:00 di sabato 24 dicembre in modalità online e presso i Lazio Style 1900 abilitati.”

Di seguito i prezzi:

SETTORIINTERODONNEUNDER 16 & INVALIDI 100%OVER 65
Curva Maestrelli€99€60€60
Distinti sud est€99€60€60
Tevere Parterre Centrale€150€90€90
Tevere Laterale€154€125€125€125
Tevere Top€225€150€150€150
Tevere Gold€270€165€165€165
Montemario€270€165€165€165

Leggi anche:   Intercettazioni Juventus: ecco quella su Locatelli!
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

Maurizio Sarri e la Promessa di Lotito: il tecnico farà mercato al posto dei ds

Published

on

sarri calciomercato lazio

C’è un accordo tra Maurizio Sarri e Claudio Lotito sul calciomercato. Sembrerebbe che il tecnico biancoceleste potrebbe seguire le orme di Sir Alex Ferguson con un progetto allenatore-manager.

L’allenatore toscano ha delle doti innate e lo stesso presidente biancoceleste dichiarò che lui vive di calcio h24 e la prova è che ha portato la Lazio al quarto posto.

Quello che si vocifera sui prossimi calciomercato, è che Sarri avrà carta bianca e sarà lui a decidere a prescindere se ci sarà Tare, Fabiani o eventuali altri ds in caso di partenza dell’albanese.

L’intuito che ha il tecnico toscano è davanti gli occhi di tutti, un allenatore che non chiede nomi eclatanti ma che riesce a scovare delle occasioni gratis o lowcost valorizzando la rosa. Basti vedere anche come ha fin da subito bocciato Fares e Kamenovic con Muriqi e Vavro.

L’obiettivo attuale è ancora quello di lavorare su Matteo Cancellieri e Marcos Antonio fino a rivalutare Maximiano come portiere anche se non è attualmente idoneo allo stile di gioco della sua Lazio.

Leggi anche:   Ritiro Lazio: ecco le due amichevoli in Turchia
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

Tra Tare e la Lazio spunta la Juventus? Tuttosport lancia la bomba

Published

on

tare juventus

Igli Tare ha un contratto con la Lazio in scadenza. Il ds biancoceleste, secondo tuttosport sarebbe entrato nel taccuino della Juventus con Federico Cherubini che dovrebbe dire addio alla vecchia signora a fine stagione.

Come riporta la testata giornalistica, non sarebbe un profilo idoneo per la società che vorrebbe un DS che sappia scovare dei giovani talenti e non giocatori da strapagare. I nomi citati per sostituirlo infatti sarebbero: Igli Tare, Giuntoli e Petrachi.

Ma per ora sono solamente delle voci in quanto l’operazione Prisma sta prendendo sempre più forma e la Juventus ha già avvisato ai suoi azionisti che non è esclusa una retrocessione dalla Serie A. Bisognerà vedere anche se il ds biancoceleste rinnoverà il suo rapporto con Claudio Lotito dopo alcuni attriti nell’ultimo calciomercato.

Leggi anche:   Lotito sul caso Juventus e rinnovo Milinkovic Savic
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor


Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza