E’ una Lazio diversa

Una vittoria importante ma diversa. Una vittoria da grande squadra. Che non si accontenta del pareggio come avrebbe fatto lo scorso anno ma nei minuti finali spinge per provare a portare a casa i 3 punti. La Lazio sta cambiando, non è più la bella promessa che nel momento cruciale si perde.

Vincere contro il Sassuolo non era facile, soprattutto in quelle condizioni, ma la Lazio ci è riuscita. Grazie ad una grande giocata di Felipe Caicedo fortemente voluto da Simone Inzaghi. Un giocatore tanto criticato 2 anni fa e adesso entrato nel cuore della gente.

Leggi anche:   Capello elogia la Lazio: "Da Scudetto"

Ma è cambiato anche Simone Inzaghi, che per la prima volta abbiamo visto sgridare il gruppo in allenamento, ha fermato l’esercizio per chiedere più impegno ai giocatori. Un segnale di cambiamento. Forse Inzaghi ha capito che questo gruppo può dargli la Champions e non vuole distrazioni. E non vuole errori, per questo Simone era arrabbiato nel post partita per quel goal concesso ancora una volta per distrazione, goal fotocopia concesso 14 giorni fa al Lecce.

Leggi anche:   Lotito: "Non facciamo collezione di figurine"

Ecco la prima volta che nel post partita Inzaghi si dichiara arrabbiato con i suoi giocatori. Probabilmente perchè sa che questa squadra può veramente dargli la Champions a patto di non commettere questi errori. Per questo Simone ha messo da parte la carata e sta usando di più il bastone.