Connect with us

News

Curva nord chiusa per cori razziali

Published

on

LAZIALI CURVA NORDLazio Genoa sarà ricordata come la partita più “gialla” di questo campionato. Ben 10 i gialli ed un cartellino rosso nei 90 minuti tra i vari falli e proteste. Il cartellino di Gervasoni però non finisce di squalificare entro i 90 minuti ma va ben oltre. La curva nord dovrà restare chiusa il prossimo match casalingo per cori razziali verso il giocatore genovese Niang ed Ednilson nel corso del primo tempo e per cori “ingiuriosi” contro il direttore di gara.
Di seguito, il comunicato integrale relativo al provvedimento diretto nei confronti della Curva Nord biancoceleste:

Il Giudice sportivo,

letta la relazione dei collaboratori della Procura federale relativa alla gara in oggetto nella quale, tra l’altro, si attesta che circa il 50% dei 7.700 sostenitori della squadra laziale, collocati nel settore denominato “Curva Nord”, indirizzavano ripetutamente (al 2°, 13°, 23°, 32°, 35°, 39°, 42° e 45°) ai calciatori nn. 11 e 21 della squadra avversaria grida e cori inequivocabilmente espressivi di “ discriminazione per motivi di razza” ex art. 11, n. 1 CGS;

valutata l’evidente rilevanza disciplinare di tale comportamento ex art. 11, n. 3 CGS per la sua “dimensione” e per la sua “reale percettibilità”, come precisato dai collaboratori della Procura federale, opportunamente posizionati nella zona centrale e in corrispondenza di entrambe le curve dello stadio;

rilevato che per la Società bianco-celeste la precedente violazione di comportamenti discriminatori dei propri sostenitori (C.U. n. 94 del 17 dicembre 2013) non è ostativa alla concessione del beneficio di cui all’art. 16, n. 2bis e 3 CGS per la decorrenza dell’annuale “periodo di prova”

P.Q.M.

delibera di sanzionare la Soc. Lazio con l’obbligo di disputare una gara con il settore denominato “Curva Nord” privo di spettatori, disponendo che l’esecuzione di tale sanzione sia sospesa per un periodo di un anno con l’avvertenza che, se durante tale periodo sarà commessa analoga violazione, la sospensione sarà revocata e la sanzione sarà aggiunta a quella comminata per la nuova violazione.

Ci sarà dunque l’ obbligo di disputare una gara con la Nord priva di spettatori, con esecuzione della sanzione sospesa per un anno. Nel caso di ulteriore episodio analogo, la sanzione entrerebbe automaticamente in vigore (in aggiunta a un nuovo, eventuale provvedimento). La Lazio è stata inoltre multata per 15 mila euro “per avere suoi sostenitori, al 20° del primo tempo, intonato un coro insultante per motivi di origine territoriale; e per aver inoltre, nel corso della gara, intonato cori ingiuriosi nei confronti del Direttore di gara”.

Continua la Lettura
Advertisement

Since1900, Affiliato ufficiale di Binance

Advertisement

Ultime notizie

Classifica

Advertisement

Copyright © 2023 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design | Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.