Connect with us

News

Cremonese-Lazio, Alvini in conferenza stampa: ” La Lazio è costruita per andare in Champions”

Published

on

Vigilia di Serie A in casa Cremonese. Gli uomini di mister Alvini, domani pomeriggio ospiteranno la Lazio di Sarri in cerca di riscatto dopo la debacle europea. A parlare nella consueta conferenza stampa è stato proprio Alvini. Queste le sue parole:

Dopo due pareggi che hanno dato fiducia, che settimana è stata?
“È stata una settimana di lavoro estremamente positiva, stiamo entrando a regime. Abbiamo fatto due mesi e mezzo di lavoro importante e lo spirito di squadra sta nascendo, stiamo lavorando per costruire qualcosa di bello. Siamo contenti di questa settimana di lavoro”

Chi saranno gli assenti?
“Castagnetti non si è mai allenato in gruppo e non ci sarà. Nemmeno Carnesecchi verrà con noi”

Lei e Sarri avete una storia simile, ma stili di gioco diversi.
“È piacevole affrontare la Lazio per tutti, ma personalmente giocare contro Maurizio è un piacere. Lo considero un grande allenatore, un amico perché andavo spesso a vedere i suoi allenamenti e giocare una partita di Serie A è sicuramente piacevole. Giocargli contro mi fa piacere, sia perché la Cremo può affrontare la Lazio e personalmente perché potrò stringergli la mano. Per me lui è stata fonte di apprendimento, ho passato tanti pomeriggi a studiarlo negli anni”

La Lazio è reduce da una sconfitta pesante in Europa League
“Quando in rosa hai grandissimi campioni, una grande squadra abituata a giocare due competizioni non credo possano esserci ripercussioni. Certi giocatori sono abituati, come ho letto da diverse parti so che reagiranno. I grandi giocatori che hanno in rosa possono invertire la tendenza. Prima di giovedì si parlava molto bene della Lazio, la sconfitta in Danimarca è stata difficile, ma va ricordato che l’anno scorso sono arrivati quinti e hanno fatto grandi acquisti per raggiungere la Champions”

L’ultima vittoria della Cremonese in casa in Serie A fu proprio contro la Lazio, 26 anni fa
“Abbiamo fatto due mesi e mezzo di lavoro importanti, costruendo qualcosa e partendo per un viaggio. In questo periodo siamo passati in Coppa, ci sono state sconfitte particolari e risultati importanti come i pareggi. Dopo due mesi e mezzo di lavoro importante è bello che la Cremonese abbia una sua identità e sarebbe bellissimo chiudere il ciclo con una vittoria. Lavoreremo per fare il massimo”

Sette grigiorossi sono stati convocati dalle rispettive nazionali. È soddisfatto?

“Non mi è mai successo, quindi per me è una situazione nuova. Sicuramente è affascinante poter rappresentare il proprio paese ed è un orgoglio per la Cremonese. Da allenatore poi mi piacerebbe lavorare su Hendry, Dessers e Felix che faranno trasferte molto lunghe. Comunque sono felice che la Cremo abbia giocatori in Nazionale, sicuramente torneranno motivati”

A destra potrebbe esserci ancora Sernicola dopo l’ottima prestazione di Bergamo?
“Abbiamo le idee chiare in difesa, mi piacerebbe anche lavorare con Hendry. Sernicola ha fatto una buona partita a Bergamo e potremmo proseguire su quella strada, l’ho scelto perché Ghiglione non era disponibile”

Ha qualche dubbio sulla trequarti di domani?
“In queste partite abbiamo giocato sia con il vertice basso che con quello alto, o con la difesa a tre o a quattro. Sicuramente la Cremo si può adattare a situazioni dinamiche della partita. Domani vediamo se giocare con un vertice basso a protezione o con uno più alto a rompere la loro fonte di gioco. Devo valutare e deciderò domattina. Ho la possibilità di scegliere e sono convinto che chiunque scenderà in campo darà il massimo”

Leggi anche:   Sky go all’estero: come godersi dirette sport e TV in maniera facile e sicura

Quanta voglia ha Dessers di segnare il primo gol italiano?
“Ha la nostra totale fiducia, non deve essere in ansia. Il gol arriverà, alla Serie A bisogna adattarsi, ma noi abbiamo grande fiducia in lui e sono certo che farà gol importanti per la Cremo”

Come si argina Milinkovic-Savic?
“È un calciatore straordinario, come altri di qualità che ha la Lazio. Noi lì possiamo contrapporre la fisicità di Meité, Escalante e anche Ascacibar, che nello stretto è dinamico. Potrebbe essere Meité a contrapporlo, è un duello che vedremo domani”

Domani gli attaccanti dovranno giocare con le scarpe da calcio, non i mocassini…

“Domenica a fine primo tempo ho detto proprio ai ragazzi che giocavano con i mocassini. Gli ho detto che era una partita alla quale venire incontro forte, perché loro ti saltavano addosso e se non sei ben piantato a terra rischi di scivolare. L’ho ripetuto a fine partita perché era vero, sono contento di Dessers e Okereke, l’ho detto per stimolarli e aiutarli a fargli capire di cosa avevamo bisogno, l’ho detto a modo mio ma sono convinto che abbiano capito”

Meité è cresciuto in settimana?
“Può darci fisicità, esperienza e qualità di cui questa squadra ha bisogno in mezzo al campo. Porta caratteristiche tecniche di cui noi abbiamo bisogno, la sua fisicità può essere molto importante per noi e sicuramente ci dà una grande mano in tutte le caratteristiche, l’esperienza che ha in questo campionato”

Come valuta la reazione dopo il gol di Demiral a Bergamo?
“La squadra ha sofferto nel secondo tempo, ma l’Atalanta è prima e viene da un percorso importante in questi anni. I ragazzi hanno reagito, rischiato e fatto gol sotto il settore facendo impazzire i tifosi. È stato aggregante e una miscela importante, la squadra l’ho vista bene come l’ho vista sin dall’inizio, è logico che serva crescere. Meité è arrivato poco fa, ci sono tante dinamiche che servono per costruire qualcosa. La prima cosa che abbiamo fatto è stata costruire uno spirito, e l’abbiamo visto in campo”

La sua reazione durante il Var check con l’Atalanta è diventata famosa. Cosa ha provato in quei momenti?
“Ho chiesto scusa all’arbitro, ma in quel momento lì c’era tutta la passione e le idee che cerco di trasmettere ai calciatori. Chi l’ha interpretata in maniera diversa è veramente un mediocre, io da spettatore preferirei vedere più Alvini in quel modo piuttosto che le risse. Nel mio gesto c’è la passione, la voglia di trasmettere ai ragazzi la possibilità di giocarsela”

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

News

Sturm Graz-Lazio, Sarri in conferenza stampa: ” Noi possiamo crescere per poter diventare competitivi, non vincenti “.

Published

on

Vigilia di Europa League in casa Lazio. La squadra di mister Sarri sarà ospite in terra austriaca per affrontare lo Sturm Graz. Nella consueta conferenza stampa, mister Sarri ha presentato la gara. Queste le sue parole:

Ha trovato l’antidoto anti-distrazione? Il tecnico dello Sturm Graz ha elogiato la sua squadra, le fa piacere?

“Mi danno soddisfazione le prestazioni dei miei calciatori, quello che si dice fuori mi fa piacere, ma mi interessa poco. La Lazio sta bene, sta giocando bene dall’inizio, ha fallito una partita per un pizzico di superficialità e presunzione. Dopo la vittoria con il Feyenoord abbiamo pensato che forse sarebbe stato facile, in Europa non è così. Qui se non giochi al massimo ne paghi le conseguenze. Non abbiamo giocato al 100%, domani dobbiamo rimediare, dobbiamo venire qui e rimediare con l’umiltà come primo aspetto vista la presunzione dell’ultima gara. La Lazio comunque sta bene, su 10 partite ha fallito solo quella in Danimarca. Le altre, al di là del risultato, le ha tutte giocate”.

Quanto è cresciuta la squadra nell’ultimo periodo? Una considerazione sulle condizioni di Romagnoli?

“Decidiamo intanto per domani, poi vediamo per Firenze, ora non ci interessa. Romagnoli viene da una stagione complicata, ha avuto tanti problemi, adduttori, inizio di pubalgia, calo dal punto di vista muscolare, ha fatto un percorso per tornare alle condizioni attuali. Prima non mi sembrava il caso di metterlo a rischio con le lesioni con le tre partite settimanali. Ora mi sembra aver raggiunto un momento ottimo, ma vediamo, decido domani mattina chi far giocare. Poi nei giorni seguenti, a seconda di come sono usciti dal match i ragazzi, scelgo a chi far giocare la gara seguente”. 

Dopo la partita con lo Spezia qualcuno ha inserito la Lazio tra quelle che possono vincere lo Scudetto. A che punto è il suo lavoro?

“Siamo all’inizio. Un po’ più avanti dell’inizio dal punto di vista tattico, 7-8 ragazzi giocavano con noi l’anno scorso, 7-8 sono nuovi. Sul percorso della mentalità abbiamo ripreso da zero, stiamo cercando di crescere da questo punto di vista. La cazzata più grossa che possono fare i miei calciatori è quella di sentire e ascoltare queste cose sullo Scudetto, Roma purtroppo è un po’ specializzata in questa cosa, parlo dell’esaltazione e poi del ritorno alla polvere. Noi possiamo crescere per poter diventare competitivi, non vincenti. Pensiamo domani sera, sarà tosta, loro hanno tanta intensità. E stop, poi pensiamo alla prossima senza andare dietro a certi discorsi”. 

Leggi anche:   Adani alla Bobo TV : " La Lazio non è favorita per il quarto posto ma..."

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Sturm Graz-Lazio, Ilzer in conferenza stampa: ” Entrambe le gare contro la Lazio saranno decisive”

Published

on

Vigilia di Europa League in casa dello Sturm Graz. La squadra austriaca domani sera alle ore 18.45 ospiterà la Lazio di Sarri. Nella consueta conferenza stampa, ha parlare è il tecnico Christian Ilzer . Queste le sue parole:

“Domani giocheremo contro una squadra molto forte, una squadra storica. La Lazio è la squadra da battere ma noi abbiamo un grandissimo obiettivo: giocare come sappiamo. La Lazio ha grandissimi giocatori, molto forti”.

MIDTJYLLAND – LAZIO: Ho guardato la gara contro il Midtjylland e il risultato non gioca a nostro favore. La Lazio non si risparmierà dal punto di vista delle energie e anche nei giocatori, potrebbero entrare tutti. Il Midtjylland ha giocato molto bene la sua gara, con molta fiducia. La Lazio sarà sicuramente pronta alla gara di domani”.

GIRONE – “Al momento la classifica è equilibrata. Entrambe le gare contro la Lazio saranno decisive. Domani giocheremo in casa davanti ai nostri tifosi. Se vincessimo sarebbe un grande successo per noi. Proveremo a giocare al meglio. Cosa mi spaventa di più della Lazio? Il possesso palla, dovremo cercare di arginarlo”.

ASSENZE – “Assenti? I miei giocatori stanno bene, abbiamo recuperato al meglio. La Lazio ha molti giocatori forti. Personalmente apprezzo molto Lazzari come terzino perché riesce a prevedere molto bene le azioni, sono rimasto piacevolmente sorpreso dal suo gioco”.

IL MATCH – “La Lazio è la squadra favorita ma nonostante questo noi daremo del nostro meglio. Ci affideremo ai nostri punti di forza. Il nostro obiettivo è dare il nostro meglio, siamo fiduciosi, vogliamo dire la nostra anche a livello europeo. La Lazio è una squadra forte, la gara contro il Midtjylland è stata una svista”.

Leggi anche:   Rodia fa il punto della situazione in infermeria: Lazzari, Immobile, Patric e Casale..."
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Adani alla Bobo TV : ” La Lazio non è favorita per il quarto posto ma…”

Published

on

Lele Adani ex calciatore della Lazio e ora opinionista Rai, nel corso della trasmissione Bobo TV, ha rilasciato parole di apprezzamento per la squadra di Sarri, queste le sue parole:

Per la prima volta con Sarri ha vinto tre partite di fila in campionato. Non accadeva dal 2015 senza subire gol. Lo abbiamo sempre detto. Gioca bene ma dietro soffre. In difesa non ha Couto e Mihajlovic questo va detto. Da quando Milinkovic è arrivato nel 2015/16 ha fatto 51 gol. Solo un centrocampista da quel momento ne ha fatti di più, in pratica un trequartista: è Ilicic. Con questi due gol è il centrocampista che ha preso parte a più gol in questa stagione nei maggiori campionati europei. Tre reti e cinque assist. Si sta rivelando quello che dicevamo. È una squadra che continua a evolversi. Continua a crescere facendo cose difficili da pronosticare. Sta trovando equilibro e le idee dell’allenatore. Sta facendo qualcosa di superiore. Per me la Lazio farà fatica a giocarsi il quarto posto. Sapete la stima che ho nel tecnico. Lavorando sta prendendo quella direzione. In questo equilibrio tra possesso e non possesso è diventata davvero competitiva. Difficile che ci arrivi, ma attenzione… Partita con lo Spezia? Nel primo tempo ho visto giocate clamorose”.

Leggi anche:   Lazio-Spezia | Zaccagni:" Ora serve continuità"
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor

Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design | Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.